foto_valentino_rossi_motogp_mugello_2017-002

Valentino Rossi ha concluso il suo GP d'Italia con un buon quarto posto finale. Per lui la gara è stata difficile e sofferta, soprattutto nelle fasi finali che ha dovuto affrontare praticamente in assenza di forze.

Il tempo per recuperare dall'incidente di giovedì non è stato sufficiente, e mentre in prova ed in qualifica il pesarese è riuscito ad emergere e ad aggiudicarsi la vetta della classifica in un paio d'occasioni, in gara - sulla lunga distanza - ha faticato a mantenere il ritmo dei primi tre. Delusi i fans che avrebbero voluto vedere il loro idolo almeno sul podio.

Con il risultato odierno, Valentino intasca 13 punti e mantiene la terza posizione in classifica, ma "viaggia" ora a 30 punti dal leader Maverick Vinales. Il campionato è ancora lungo, ma con un avversario così tosto recuperare sarà certamente molto difficile. L'occasione per iniziare a farlo si presenterà già domenica prossima nel GP di Catalogna, in programma sul circuito Montmelò di Barcellona. Intanto ecco il commento del #46 nel dopogara:

“Sapevo che la corsa di oggi sarebbe stata più difficile del solito per me. In moto ero a posto e all'inizio non avevo dolore, ma stavo facendo fatica e sapevo che 23 giri sarebbero stati lunghi e duri. Ho provato a fare del mio meglio, ho fatto una partenza perfetta e ho condotto la corsa per qualche giro, ma poi non ho potuto correre nel modo in cui avrei voluto. Sarebbe stato importante arrivare sul podio qui, davanti a tutti i miei tifosi, anche perché ieri ero stato piuttosto veloce, ma oggi ho sofferto di più. Alla fine ho fatto fatica, ho provato a stare attaccato a Petrucci ma non sono mai stato nelle condizioni di attaccarlo. Peccato per il podio ma considerando come sono arrivato a questa gara direi che, tutto sommato, è stato un weekend positivo. Essere qui e stare al comando della corsa per un po' è stato "un dono". Per l’Italia è comunque un grande giorno, ha vinto Dovi e per me è stata una domenica dalle forti emozioni visti i successi di Andrea (Migno) e di Mattia (Pasini)."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

banner amazon