Motomondiale
Carattere

Maverick Vinales vince la quarta edizione del Gran Premio d'Argentina, davanti all'onnipresente Valentino Rossi e ad un eccellente Cal Crutchlow. Quinto posto per Johann Zarco, settimo per Danilo Petrucci.

Cadute: tante, troppe, in questo secondo appuntamento stagionale del mondiale MotoGP 2017, per fortuna nessuno si è fatto seriamente male. A lasciare per primo la contesa è stato Jorge Lorenzo, scivolato pochi istanti dopo il via in prossimità della curva uno. A determinare la caduta del maiorchino, il contatto involontario con la ruota posteriore della Suzuki di Andrea Iannone che lo precedeva. 

Poco dopo è invece toccato a Marc Marquez, leader della classifica fino a quel momento con 2.2 secondi di vantaggio sull'inseguitore Vinales. Lo spagnolo, detentore della pole position, si è lanciato in una fuga furibonda, ma il terzo giro di pista a quel ritmo così elevato, gli è stato fatale.

A raccogliere il testimone lasciato dal campione del mondo in carica è stato Maverick Vinales  quindi: giusto un paio di tornate "tranquille" e via, in fuga verso la seconda vittoria stagionale consecutiva (la terza nella top class), conquistata con quasi tre secondi di vantaggio sul compagno di squadra Valentino Rossi. Ancora una volta il pesarese è riuscito a sorprendere tutti, cancellando le grosse difficoltà avute in prova, con un eccellente podio, e vincendo peraltro la lotta per la piazza d'onore con Cal Crutchlow. Onore al merito comunque al pupillo di Lucio Cecchinello, poiché autore di un'ottima gara nella quale è riuscito a fronteggiare il "Dottore" fino al diciannovesimo giro di pista.

Nella top five anche Bautista (4°) e Zarco (5°) che precede il compagno di squadra Jonas Folger (6°). Alle spalle del "rookie" tedesco troviamo invece il ternano Danilo Petrucci, che dopo aver occupato per sette tornate la quarta posizione, ha chiuso la gara con un settimo posto finale, intascando così i primi nove punti stagionali dopo lo zero rimediato in Qatar.

Gran premio difficile per Andrea Iannone, punito dalla Direzione Gara con un ride trough per partenza anticipata. Il pilota di Vasto, neo-acquisto Suzuki, ha concluso la sua gara in 16esima (ultima) posizione. Ma i grandi sconfitti del week end argentino che si è appena concluso, sono i team ufficiali Honda, Ducati e Aprilia. Oltre a Lorenzo e Marquez non hanno infatti visto il traguardo Pedrosa (scivolato al quattordicesimo giro mentre era quarto), Dovizioso (steso da Aleix Espargaro una tornata dopo), Sam Lowes e Alex Rins, entrambi usciti di scena al dodicesimo giro. 

Il prossimo appuntamento con il mondiale MotoGP 2017, è fissato per il week end del 23 aprile con il Gran Premio degli Stati Uniti in programma sul Circuito delle Americhe di Austin, in Texas.

MOTOGP GRAN PREMIO D'ARGENTINA 2017 - CLASSIFICA GARA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

banner pneumatici mitas sport force plus

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2018

18 marzo - GP del Qatar - Losail

8 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

22 aprile - GP d'America - Austin

6 maggio - GP di Spagna - Jerez

20 maggio - GP di Francia - Le Mans

3 giugno - GP d'Italia - Mugello

17 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

1 luglio - GP d'Olanda - Assen

15 luglio - GP di Germania - Sachsenring

5 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

12 agosto - GP d'Austria - Spielberg

26 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 9 settembre - GP di San Marino - Misano

23 settembre - GP di Spagna - Aragón

7 ottobre - GP della Thailandia - Chang

21 ottobre - GP del Giappone - Motegi

28 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

4 novembre - GP della Malesia - Sepang

18 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia