foto_casey_stoner_motogp_sepang_test_2017-001

Nonostate siano ormai trascorsi cinque anni dal giorno in cui Casey Stoner ha annunciato il suo ritiro dalle corse, il due volte iridato della MotoGP sembra non aver mai smesso.

Calatosi alla perfezione nei panni di (super) collaudatore del Ducati Team, il "canguro mannaro" stamattina è saltato in sella alla Desmosedici ed è partito a cannone. Obiettivo, sfruttare al meglio la prima giornata di test ufficiali IRTA, in assenza (finalmente) di quella fastidiosa pioggia che ha influenzato i test privati di mercoledì e giovedì scorsi.

Casey ha percorso trentadue giri come un rullo compressore, ma gliene son bastati 25 per rompere il muro dei due minuti (1'59"680) e raggiungere la vetta della classifica.

Nessuno è stato in grado di eguagliare il suo tempo, solo Dovizioso è riuscito ad avvicinarlo (+0.117), segno comunque che le Ducati godono già di ottima forma. Il lavoro da fare è ancora tanto, ma come recita un noto proverbio "Chi ben comincia è a metà dell'opera...".

Casey Stoner - Ducati Team #27: "Oggi è stata una giornata positiva, e la cosa migliore è che abbiamo avuto molto tempo per poter girare con la pista in condizioni di asciutto. Nei giorni scorsi, durante i test privati, siamo stati condizionati dalla pioggia perché la pista impiega molto tempo ad asciugarsi e quindi abbiamo avuto poco tempo per svolgere il nostro lavoro. Oggi è stato ottimo avere la pista in condizioni perfette per poter fare da subito alcuni giri veloci e confermare le buone sensazioni che avevamo avuto nei giorni scorsi, definendo la direzione in cui lavorare. Un vero peccato che a due ore dalla fine del test sia iniziato a piovere, ma quando tornerò in pista fra due giorni potremo riprendere il nostro lavoro portando avanti lo sviluppo della moto e concentrandoci sulla ciclistica."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

banner amazon