foto_lorenzo_motogp_test_sepang_2017

E' stato un esordio sotto le aspettative quello di Jorge Lorenzo quest'oggi al Sepang International Circuit. Mentre i due compagni di team, Stoner (1°) e Dovizioso (2°), hanno stracciato tutti con tempi stratosferici, il maiorchino, che nel primo contatto con la rossa (due mesi fa a Valencia) era rimasto piacevolmente sorpreso dalla sua potenza e guidabilità, sul circuito malese ha faticato non poco a trovare il feeling adeguato.

Nonostante i 45 giri effettuati, Lorenzo non è riuscito ad andare oltre la diciassettesima posizione (2'01"349), collocandosi a 1.6 sec. abbondanti dalle due Ducati ufficiali. Ma a precedere Jorge quest'oggi sono state anche le Desmosedici GP guidate da Bautista (4°), Barbera (10°), Petrucci (11°) e Redding (12°) con distacchi che vanno da mezzo secondo e fino a 1.2 sec. Al termine della prima giornata di test, il top rider spagnolo ha dichiarato quanto segue:

"Oggi, a differenza di quanto era avvenuto nei test di Valencia, ho notato molta differenza fra la mia Ducati e la moto che ho guidato negli ultimi nove anni. Adesso, per essere più veloci, dovremo fare due cose: adattare la moto poco a poco a come piace a me e saper come farlo per capire come andare ancora più veloce. Probabilmente mi ci vorrà un po’ più di tempo di quanto sperassi per arrivare a questo livello, ma è ancora troppo presto per poter trarre delle conclusioni e in ogni caso sono convinto che abbiamo solo bisogno di girare più a lungo in pista, per cui lavoreremo in questa direzione. L'importante è che le altre Ducati sono state molto veloci, e questo significa che la moto ha un potenziale davvero alto."  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

banner amazon