Test e prove
Carattere

I proverbi confermano grandi verità ? Non sempre ! Avete presente la massima "chi più spende meno spende" ? Oggi vi parliamo di un prodotto che rimette largamente in discussione il popolare aforisma.

Si chiama IS-17 ed è un casco integrale sport/tourer dall’ottimo rapporto qualità/prezzo, realizzato dall’azienda coreana HJC. La referenza più interessante che contraddistingue questo prodotto riguarda indubbiamente la sicurezza, HJC IS-17 ha infatti superato in maniera eccellente i severissimi test d'impatto effettuati da SHARP (Safety Helmet Assessment and Rating Programme), l’ente britannico specializzato nella valutazione del livello di sicurezza offerto dai caschi presenti sul mercato. Nonostante il costo particolarmente contenuto, HJC IS-17 ha ottenuto il punteggio massimo ovvero cinque stelle.

Ma la capacità di proteggere la testa dagli impatti, funzione primaria cui ogni casco dovrebbe assolvere a prescindere dal prezzo, non è l’unico aspetto in cui l'IS-17 eccelle. Questo prodotto se la cava abbastanza bene un po’ su tutti i fronti ecco perchè abbiamo deciso di parlarvene in questo articolo.foto casco integrale hjc is 17 paru mc1 003

DESIGN E GRAFICA

La calotta esterna dell’IS-17, compatta nelle dimensioni, riesce a coniugare i tre principi cardine cui probabilmente si sono ispirati i tecnici HJC ovvero : design moderno, robustezza ed efficacia aerodinamica. Non mancano elementi in stile racing come le piccole griglie metalliche (a chiusura dei due estrattori inferiori).foto estrattore aria inferiore dx hjc is 17 paru mc1

L’ottimo lavoro dei designer è inoltre valorizzato dalle tantissime grafiche disponibili, pensate per le esigenze più svariate. Sul catalogo sono presenti colorazioni opache, lucide, monocromatiche o policromatiche con disegni geometrici o a fantasia. Non manca inoltre una versione con grafica replica Jorge Lorenzo in doppia variante, bianca o nera.

La grafica dell’esemplare testato è la “PARU/MC1”, caratterizzata dai colori nero e rosso pastello e da un bel bianco metallizzato. Questa stessa grafica è disponibile nelle varianti con il celeste, verde o grigio al posto del rosso.

QUALITA’ MATERIALI ED ASSEMBLAGGI

I materiali utilizzati da HJC per la costruzione dell’IS-17 sono i seguenti :

  1. Calotta esterna : policarbonato avanzato ;
  2. Calotta interna : poliuretano espanso ;
  3. Rivestimenti interni : tessuto antibatterico, removibile, traspirante e inodore ;
  4. Visiera anti appannamento/anti-UV ;
  5. Occhiale da sole interno antigraffio retrattile e removibile ;

Basta prendere in mano il casco per rendersi conto della buona qualità dei materiali utilizzati e della solidità dell’insieme; tutti i componenti sono ben assemblati. Prese d’aria ed estrattori sono integrati e ben raccordati con la superficie esterna della calotta, affinchè, i flussi d’aria che vi scorrono sopra durante la marcia, non vengano infastiditi.foto presa aria superiore hjc is 17 paru mc1

Due le prese d’aria sulla parte anteriore (mento e fronte), la prima è regolabile su due posizioni (aperto/chiuso) la seconda su tre (chiuso/medio/massimo). Quattro gli estrattori presenti sulla parte posteriore della calotta.foto estrattori aria superiori posteriori hjc is 17 paru mc1

Il tessuto utilizzato per realizzare i rivestimenti interni del casco è gradevole al tatto e può essere facilmente rimosso per consentire le operazioni di pulitura in modo semplice e rapido. I guanciali sono ancorati alla parte interna della calotta tramite dei robusti pulsanti a scatto.

La visiera esterna anti UV ed antiappannamento è dotata di un sistema di chiusura con pulsante a molla; una volta sbloccata, l’apertura della stessa può essere regolata su sei posizioni. Come se non bastasse, al fine di azzerare le possibilità di appannamento durante la marcia, vi è la predisposizione per l’installazione della lente Pinlock (inclusa nella confezione). Gli accorgimenti “anti-fog” includono, inoltre, il classico deflettore interno “paranaso” removibile.foto prese aria mento hjc is 17 paru mc1

Per effettuare le operazioni di manutenzione o sostituzione della visiera in modo semplice e veloce, i tecnici HJC hanno studiato e realizzato un sistema di rimozione/reinserimento denominato “Rapidfire”. Quest'ultimo, oltre ad essere robusto, è veramente intuitivo e veloce ; basta aprire al massimo la visiera, premere i due pulsanti di sgancio (uno per lato in corrispondenza delle cerniere) e il gioco è fatto.foto sistema rapidfire sgancio visiera hjc is 17 paru mc1

L’occhiale da sole interno retrattile è regolabile su tre posizioni tramite una leva ubicata sulla parte superiore della calotta, mentre l’innovativo meccanismo a molla permette di ritrarre l’occhiale semplicemente premendo un pulsante.foto occhiale sole integrato hjc is 17 paru mc1 002

CALZATA ED ERGONOMIA

Sei le taglie disponibili per questo IS-17 : XS, S, M, L, XL e 2XL. Le misure della circonferenza in centimetri corrispondenti a ciascuna taglia sono quelle canoniche es. S=55/56 cm, M=57/58 cm, L= 59/60 cm ecc.foto interni casco integrale hjc is 17 paru mc1

Aldilà di qualche piccola difficoltà nell’inserire gli occhiali da vista dopo aver indossato il casco (nonostante sia presente l’apposita scanalatura interna), abbiamo trovato la calzata molto confortevole. L’IS-17 aderisce bene ed in maniera uniforme alla testa, i guanciali sono ben dimensionati ed il tessuto utilizzato per il rivestimento interno non infastidisce al contatto con la pelle. Il cinturino sottogola con chiusura micrometrica è imbottito e ben posizionato, il guidatore ha ampio margine di movimento del capo. I pulsanti delle prese d’aria sono facilmente raggiungibili, un po’ meno invece la leva per la regolazione dell’occhiale da sole integrato.foto cinturino micrometrico hjc is 17 paru mc1

PESO

Notoriamente i caschi con calotta in policarbonato sono più pesanti di quelli con calotta in fibre composite. L’esemplare provato in questo test pesa circa 1600 g, valore un pò più alto rispetto a prodotti della stessa fascia di prezzo ma di altre marche. A far salire l’ago della bilancia gioca, probabilmente, un ruolo fondamentale anche il vierino parasole retrattile con il relativo meccanismo interno. Questo rappresenta comunque una bella comodità della quale non si potrà fare più a meno dopo averla provata.

LA PROVA SU STRADA

La prova si è svolta nel mese di giugno, con temperature atmosferiche comprese fra i 20 ed i 27°. Abbiamo percorso circa 300 km in sella ad una 600 supersportiva su strade urbane, extraurbane ed autostrade al fine di valutare il comportamento globale del casco.foto test prova casco integrale hjc is 17 paru mc1 001

Durante il nostro test ride, l'IS-17 ha evidenziato una bassissima resistenza aerodinamica ed una grande stabilità (anche a velocità autostradali ed in presenza di turbolenze create dai veicoli che ci precedevano), due peculiarità che abbiamo unanimemente apprezzato e lodato, in quanto queste fanno si che i fasci muscolari del collo e le vertebre cervicali, non vengano oltremodo affaticate dall’azione del vento, rendendo i tragitti più lunghi meno stressanti per il motociclista.

Pur garantendo al guidatore una buona capacità di percepire i suoni esterni, HJC IS-17 è complessivamente un casco silenzioso. Durante il test abbiamo avvertito solo un leggero soffio d’aria in corrispondenza delle orecchie che non ci è sembrato però dipendere dal sistema di ventilazione.

Quest’ultimo si è rivelato abbastanza soddisfacente sulla parte anteriore mentre non ci sarebbe dispiaciuto sentire un po’ di flusso d’aria in più sulla parte superiore/posteriore della testa.foto test prova casco integrale hjc is 17 paru mc1 006

L’apertura e chiusura di entrambe le prese d’aria è facile ed intuitiva anche in movimento, non occorre alcuno sforzo ed i pulsanti offrono un buon feedback anche indossando dei guanti in pelle.

La visibilità è ottima. L’ampia apertura all’altezza degli occhi permette una visuale estesa e il bordo inferiore degli occhiali da sole integrati, quando questi sono abbassati, non ricade all’interno dell’area visiva. Entrambe le lenti hanno una qualità ottica elevata e non deformano la visione neanche indossando gli occhiali da vista.

Detto questo, non possiamo fare altro che lodare HJC per l’ottimo lavoro svolto. Pur rientrando fra i caschi di fascia media l'IS-17 ha veramente poco da invidiare a prodotti blasonati e dal costo ben più alto. Consigliamo l’acquisto di questo casco a chi pur avendo un budget limitato vuole proteggere la propria testa in modo efficace, senza rinunciare a comfort e qualità ai livelli più alti.

IN SINTESI

Cosa ci è piaciuto

Stabilità | Prezzo contenuto | Qualità costruttiva | Qualità ottica delle visiere

Cosa non ci è piaciuto

Ventilazione superiore-posteriore

Inconvenienti e/o difetti riscontrati

Nessuno

L'alternativa

AGV K-5

►►TROVA ORA LA MIGLIORE OFFERTA PER QUESTO PRODOTTO◄◄

© RIPRODUZIONE RISERVATA