EICMA
Carattere

Eicma non finisce mai di stupire grazie ad aziende come KTM, che qui a Milano ha presentato i nuovi modelli della gamma Duke (125, 390 e 1290 Super Duke R), e l'aggressiva 790 Duke Prototype che vi mostriamo in questo articolo.

Com'è facile intuire dal nome, si tratta di un prototipo che dovrebbe essere commercializzato a partire dal 2018; di una naked dal design affilato, ricca di contenuti inediti come il motore bicilindrico parallelo da 800cc, battezzato LC8c dalla casa austriaca (dove la lettera "c" sta per compact), e come il nuovo telaio a traliccio di tubi d'acciaio. foto eicma 2016 ktm 790 duke prototype 003

A dare forma alla coda, una bellissima struttura in alluminio anodizzato che oltre a sorreggere il passeggero, ospita nella parte inferiore il terninale di scarico. Per realizzare quest'ultimo è stata utilizzata la tecnologia di stampa 3D. Il forcellone è di tipo bi-braccio in alluminio pressofuso, mentre le sospensioni e l'impianto frenante sono rispettivamente forniti dalla WP (azienda controllata dalla stessa KTM) e dalla bergamasca Brembo.

Trattandosi di un prototipo, tutti i componenti utilizzati sono al momento provvisori, ma la moto definitiva sarà certamente equipaggiata con un'elettronica sofisticata che comprenderà la piattaforma inerziale IMU, l'acceleratore ride-by-wire, le mappe motore, il traction control, l'ABS e il cambio quick shifter. Il pilota potrà inoltre gestire tutti i vari settaggi direttamente dal proprio dispositivo mobile.foto eicma 2016 ktm 790 duke prototype 006

Durante l'affollatissima conferenza stampa tenuta da KTM a EICMA 2016, la 790 Duke Prototype è stata svelata dal neo-Campione del Mondo della Moto3, Brad Binder. Il ventunenne sudafricano, non si è lasciato sfuggire l'occasione di dare voce al bicilindrico di Mattighofen, con una serie di vigorose sgasate che ne hanno messo in evidenza tutta la cattiveria. Ecco il video della scena.

© RIPRODUZIONE RISERVATA