EICMA
Carattere

Vitpilen e Svartpilen 401 sono le due attesissime novità presentate da Husqvarna qui ad EICMA 2016. Si tratta delle versioni definitive dei due concept che l'azienda austro-svedese mostrò in anteprima al pubblico del salone di Milano nel 2014, ovvero un anno dopo la rifondazione del marchio sotto le ali di KTM, e del suo conseguente spostamento in Austria.

Due motociclette particolari, fuori dagli schemi, due modelli che non devono necessariamente essere ricondotti all'interno di alcun segmento di mercato esistente: "ci piace pensare che siano qualcos'altro, per cui le chiamiamo semplicemente Real Street (stradali autentiche)" - dichiara Husqvarna.

Stradale la prima, on-off la seconda, entrambe condividono la base tecnica. Il motore, che pesa solo 32 kg, è lo stesso monocilindrico da 375cc euro 4 che equipaggia la Duke 390, dotato di iniezione elettronica, frizione antisaltellamento e impianto di scarico in acciaio e alluminio. Husqvarna dichiara una potenza massima di 44 CV (32 kW), il che rende entrambe le moto accessibili ai giovani motociclisti in possesso della patente A2.foto eicma 2016 husqvarna svartpilen 401 2017 001

La cislistica è costituita invece da un telaio a traliccio di tubi idroformati in acciaio al cromo, sul quale è infulcrato un forcellone bi-braccio in alluminio con nervature di rinforzo, una soluzione tecnica ereditata dai modelli stradali KTM.

Vitpilen e Svartpilen 401 sono equipaggiate con sospensioni WP. L'azienda, che fa parte del Gruppo Cross Industries AG come la stessa Husqvarna e KTM, ha fornito una forcella upside down da 43mm di diametro (a cartuccia aperta), e un monoammortizzatore idraulico con molla progressiva regolabile nel precarico.

L'elettronica di bordo vede la presenza dell'acceleratore ride-by-wire e dell'ABS Bosch 9.11 MB a due canali che integra l'impianto frenante di entrambe le 401. Quest'ultimo è costituido da un disco anteriore da 320mm di diametro con pinza a quattro pistoncini contrapposti, e da un disco posteriore da 220mm di diametro, abbinato ad una pinza flottante a pistoncino singolo. Il tutto è fornito dalla bergamasca Brembo.foto eicma 2016 husqvarna vitpilen 401 2017 004

Entrambe le moto sono caratterizzate da scelte stilistiche del tutto simili. Il look è essenziale ma futuristico, le linee sono pulite, filanti, e le dimensioni complessive sono estremamente compatte. Il serbatoio dal design ultra-moderno ha una capienza di 9.5 litri e forma un tutt'uno con le fiancate.

Il frontale è dominato da un altrettanto moderno faro circolare a LED, tecnologia impiegata anche per lo stop, elemento quest'ultimo perfettamente integrato nella piccola coda delle "Real Street" austriache. La strumentazione multifunzione, anch'essa circolare, è di tipo digitale e in grado di fornire numerose informazioni al pilota.

DIFFERENZE FRA I DUE MODELLI

Vitpilen è equipaggiata con una coppia di semimanubri clip-on sportivi, mentre sulla sorella Svartpilen sono presenti un manubrio largo in stile off-road, la  piastra paramotore, e una comoda griglia portapacchi sopra-sebatoio. I cerchi sono a raggi da 17" per entrambe le moto, ma calzano pneumatici differenti: stradali per la prima, off-road per la seconda. Anche la sella è diversa: monopezzo per la Vitpilen, sdoppiata e con un rivestimento differente per la Svartpilen. Su quest'ultima sono inoltre previsti degli accessori tecnici da montare al posto della porzione riservata al passeggero.foto eicma 2016 sella husqvarna svartpilen 401 2017 001

Anche i colori cambiano, come peraltro lasciano intendere i nomi delle moto. In lingua svedese Vitpilen significa infatti "freccia bianca", mentre il termine Svartpilen vuol dire "freccia nera".

L'arrivo nelle concessionarie di questi due interessanti modelli 2017 di Husqvarna, è previsto per l'autunno inoltrato. I prezzi non sono ancora stati comunicati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA