EICMA
Carattere

Yamaha reinterpreta il concetto di supernaked con la nuova MT-10, una moto la cui base di partenza  è quella della supersportiva YZF-R1 di sesta generazione.

Ad un anno di distanza, sullo stesso palcoscenico scelto per il lancio della supertecnologica sportiva giapponese,  la casa dei tre diapason introduce sul mercato un prodotto che già dai primi risconti dei visitatori di EICMA 2015, sembra vincente.

"Sembra un Transformer !" Questa la frase che abbiamo sentito più di frequente allo stand Yamaha. Ciò che colpisce maggiormente, chiunque si trovi al cospetto della new entry Yamaha, è quindi il design, moderno, tecnologico, abbinato all’inedita colorazione Night Fluo (grigio medio pastello/giallo fluo), quest’ultima al debutto sull’intera gamma MT.

IL DESIGN

La nuova MT-10 ostenta connotati tipicamente "MT" come l’aggressivo frontale caratterizzato dal doppio faro a LED inserito al di sotto di una maschera compatta con schermo fly, il tutto montato direttamente al telaio per accentuare l'impressione di agilità e leggerezza.

foto eicma 2015 dettaglio mascherina fari yamaha mt 10 2016

Il serbatoio è ampio ed ha bordi angolari decisi e cover sagomate ed è abbinato a fianchetti compatti. La zona posteriore della moto, anch’essa con tratti tipicamente "MT", è invece caratterizzata da una coda "minimal" e da un forcellone lungo che sembrano richiamare l'attenzione verso la parte anteriore.foto eicma 2015 yamaha mt 10 2016 001

Sia l'estremità anteriore che quella posteriore incorporano una serie di raccordi deliberatamente esposti che lasciano intendere ampie possibilità di personalizzazione.

IL MOTORE

Il motore della MT-10 deriva direttamente dal più recente "Crossplane" a 4 cilindri in linea da 998cc della YZF-R1 a cui sono state apportate una serie di significative modifiche tecniche: tra queste i ridisegnati sistemi di aspirazione, di scarico e di alimentazione del carburante nonché l'albero motore ottimizzato.

Ma ci sono anche nuovi pistoni forgiati, nuove bielle fratturate in acciaio al carburo, nuovo scarico 4-2-1 con valvola ridisegnata. Inoltre il rapporto di riduzione del secondario del cambio è stato rivisto per un utilizzo stradale.foto eicma 2015 dettaglio motore dx yamaha mt 10 2016

Di serie c’è la frizione antisaltellamento a camma inclinata, posta tra il mozzo della frizione e la piastra di pressione, che permette l’utilizzo di molle meno rigide, riducendo così la forza da applicare alla leva.

I valori di potenza e coppia non sono stati ancora rivelati, ma secondo le prime indiscrezioni forniteci dal personale Yamaha presente in fiera, si parla di una 30ina di cavalli in meno rispetto alla supersportiva giapponese.

ELETTRONICA DI GESTIONE E SICUREZZA ATTIVA

MT-10 è equipaggiata con sistema D-MODE che permette a chi guida di scegliere fra tre diverse mappature del motore : A (la più sportiva), B (la più tranquilla), Standard (la via di mezzo). Non manca naturalmente il sistema di controllo della trazione (Traction Control System) regolabile su tre livelli o disinseribile a seconda delle preferenze del pilota.

Allo scopo di garantire una guida più rilassante e piacevole nei lunghi viaggi autostradali, la nuova MT-10 è dotata di un sistema di controllo della velocità di crociera (Cruise Control) che può essere attivato in 4a, 5a e 6a marcia tra i 50 km/h e gli 180 km/h, tramite gli appositi comandi al manubrio.foto eicma 2015 dettaglio convogliatore sx yamaha mt 10 2016

Una volta attivato, lo Yamaha Chip Controlled throttle (YCC-T) mantiene la velocità selezionata della moto sia in salita che in discesa o su una strada in piano. La velocità può essere aumentata con incrementi di 2 km/h premendo semplicemente l'interruttore.

Qualsiasi impostazione può essere automaticamente annullata mediante l'attivazione di freni, frizione o acceleratore, mentre il pulsante di ripristino reimposta il regolatore secondo l'ultima velocità utilizzata.

LA CICLISTICA

Il telaio della MT-10 è stato sviluppato sulla base di quello della YZF-R1. Mentre quest’ultima però è destinata all’uso sportivo estremo, la MT-10 è una moto polivalente, pertanto il telaio Deltabox presenta un diverso rapporto tra robustezza e rigidità.

Il pezzo forte della nuova MT-10 è l’interasse estremamente corto (1400 mm) che in combinazione con il forcellone a capriata rovesciata extra-lungo  si traduce in grande maneggevolezza senza pregiudicare però la capacità di scaricare a terra la potenza del 4 cilindri in linea di Iwata.

Rispetto all’R1 cambia anche telaietto posteriore che, sulla nuova MT-10, è dotato delle rifiniture e dei raccordi necessari per facilitare il montaggio di accessori originali Yamaha.foto eicma 2015 yamaha mt 10 2016 002

LE SOSPENSIONI

Anche le sospensioni sono state sviluppate partendo dalla YZF-R1 di ultima generazione. All'anteriore è presente una forcella KYB a cartuccia a steli rovesciati di 43 mm e 120 mm di corsa, mentre al posteriore è presente un monoammortizzatore fornito anch’esso dalla KYB. Per entrambe le unità ammortizzanti sono state studiate nuove tarature per conferire alla MT-10 maggior comfort durante le situazioni di carico ridotto, ed un alto grado di controllabilità a carichi più elevati.

I FRENI

La MT-10 è equipaggiata con due dischi anteriori flottanti da 320 mm di diametro morsi da pinze radiali a 4 pistoncini contrapposti con pastiglie sinterizzate. Mentre al posteriormente lavora un disco da 220 mm con pinza flottante. L'efficacia dell'impianto è incrementata dalla presenza del sistema ABS che viene fornito di serie.foto eicma 2015 yamaha mt 10 2016 003

LA STRUMENTAZIONE

Inedito il quadro strumenti LCD multifunzione che include un tachimetro digitale, contagiri con display a barre, indicatore livello carburante, contachilometri e indicatore di marcia inserita. L'indicatore luminoso dei tempi di cambiata può essere regolato in base alle preferenze individuali del pilota. Inoltre, è presente una serie di spie che permettono di visualizzare in modo chiaro avvertenze, segnalazioni e funzioni in uso.

GLI ACCESSORI

Yamaha svilupperà una gamma di accessori originali dedicati alla nuova MT-10, progettati per consentire ai motociclisti di migliorare prestazioni, funzionalità e stile in base alle proprie esigenze, gusti e stili di vita.

COLORI E DISPONIBILITA'

La nuova MT-10 sarà disponibile nelle colorazioni Night Fluo, Tech Black e Race Blu a partire da maggio 2016. Il prezzo rimane ancora da definire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA