banner regali natale per motociclisti 2017

EICMA
Carattere

A EICMA 2015 BMW ci aveva stupiti con la G 310 R (leggi l'articolo e guarda il video), la piccola naked progettata in Germania e prodotta in India che segnava il debutto del colosso bavarese nel segmento delle moto di bassa cilindrata. Quest'anno la casa di Monaco ha deciso di allargare la famiglia "310" lanciando a EICMA 2016 la nuova G 310 GS.

Come si può intuire dalla sigla finale, si tratta di una piccola adventure ispirata alla bestseller R 1200 GS, che tanto successo ha avuto in dodici anni di presenza sul mercato. Una moto pensata per i giovani globetrotter, che sfrutta come base meccanica quella appunto della G 310 R, adattata però per l'utilizzo on-off.

Il propulsore è quindi il monocilindrico da 313cc di cilindrata con cilindro inclinato verso il retrotreno, e con la testata ruotata di 180 gradi: aspirazione davanti, scarico dietro. Una configurazione insolita, ma più corretta e redditizia in quanto favorisce una migliore alimentazione del motore, che in questo caso offre prestazioni di tutto rispetto, ovvero una potenza massima di 25 kW (34 CV) a 9.500 giri/min. e una coppia di 28 Nm a 7.500 giri/min.

Una scelta tecnica che migliora anche il design complessivo del mezzo: essendo il collettore di scarico completamente nascosto nella zona centrale della moto, le linee della piccola GS risultano più pulite e gradevoli.foto eicma 2016 bmw g 310 gs 002

Anche il telaio è lo stesso impiegato sulla G 310 R, ovvero il robusto tubolare in acciaio che ha guadagnato nuovi punti di attacco per le componenti della carrozzeria. Su di esso è infulcrato un forcellone oscillate bi-braccio in alluminio, la cui generosa lunghezza garantisce stabilità e trazione in ogni condizione di marcia. Cambiano invece le sospensioni: d'avanti c'è una forcella a steli rovesciati ad ampia escursione (180mm contro i 131 della "R") per favorire la guida in fuoristrada, mentre dietro è presente un monoammortizzatore centrale regolabile nel precarico, anch'esso con escursione di 180mm (140mm sulla "R").

Cambia il cerchio anteriore - da 19 pollici -, mentre il posteriore rimane da 17. Entrambi sono di tipo a razze e calzano pneumatici Metzeler Tourance Next aventi misure 110/80 R 19 (anteriore) e 150/70 R 17 (posteriore).

L'impianto frenante idraulico vede l'impiego di un disco singolo anteriore da 310mm di diametro con pinza radiale a quattro pistoncini, e di un disco singolo posteriore da 240mm di diametro con pinza flottante a pistoncino singolo. Di serie c'è l'ABS a due canali, facilmente disinseribile per favorire una migliore guida in fuoristrada.foto eicma 2016 bmw g 310 gs 001

G 310 GS è equipaggiata con un serbatoio che può contenere fino a 11 litri di carburante, esteticamente simile a quello della regina delle globetrotter R 1200 GS. Ma questo non è l'unico elemento che si rifà agli stilemi della "sorellona" da 1170cc. A ricordarla ci sono anche i convogliatori in plastica, il parafango anteriore, la coda alta, e l'ampio portapacchi in alluminio. La sella ampia, ha una imbottitura generosa, pensata per le lunghe percorrenze in coppia.

La moto è dotata di una strumentazione multifunzione completamente digitale (display a cristalli liquidi) che fornisce le seguenti informazioni: giri e temperatura motore, velocità, marcia inserita, chilometri totali e parziali, livello del carburante, autonomia residua, consumo medio, velocità media, orologio.

Numerosi gli accessori che potranno arricchire l'equipaggiamento di serie della "giessina". Fra i più interessanti vista l'indole della moto, ci sono la sella bassa (riduce l'altezza da 835 mm a 820 mm), due diversi tipi di top case, il cavalletto centrale, la presa da 12 volt e le manopole riscaldate. BMW dichiara per questa G 310 GS un peso a secco di 169,5 kg.

La moto, che potrà essere guidata dai giovani motociclisti in possesso di patente A2, sarà disponibile in tre varianti di colore: Cosmic Black non-metallic, Racing Red non-metallic (in foto) e il più elaborato Pearl White metallic. Il prezzo non è stato ancora comunicato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA