Special
Carattere

Un'altra fantastica creatura si è aggiunta alla famiglia Yard Built di Yamaha. Si tratta di una special su base SR400, nata dalla collaborazione tra il preparatore belga Fred Bertrand, titolare della Krugger Motorcycle, e Bernard Ansiau, meccanico MotoGP di Valentino Rossi.

Un progetto il cui scopo è quello di riportare alla luce lo spirito Racing degli anni 70, come tributo alle vittoriose Yamaha TZ e alla carriera di Bernard stesso.

Da tempo impegnato nel campionato più prestigioso del mondo, quest'ultimo ha collaborato oltre che con il "Dottore" più veloce del mondo, con alcune leggende del motociclismo del passato. Campioni come Wayne Rainey, Kenny Roberts, Randy Mamola, Mick Doohan e come il compianto Norick Abe.foto yamaha yard built sr400 krugger motorcycle

Nelle fasi preliminari del progetto, sia Bertrand che Ansiau si sono trovati subito daccordo sulla scelta della moto. La Yamaha SR400, la piccola monocilindrica che già trent'anni fa divenne l'oggetto del desiderio di molti piloti, e che oggi offre ampia possibilità di personalizzazione, sarebbe stata la moto più adatta allo scopo.

Per raggiungere l'obiettivo prefissato, i due amici hanno quindi riservato delle cure speciali al monocilindrico quattro tempi della piccola SR, che ha guadagnato per l'occasione una bella manciata di cavalli. Esso è stato infatti dotato di un turbocompressore volumetrico Aisin 300, di un nuovo impianto di scarico (costruito ad hoc), e di un carburatore S&S da 48 mm che ha rimpiazzato l'originario sistema di iniezione.foto carburatore ses yamaha yard built sr400

Anche la ciclistica ha subìto delle doverose modifiche: la forcella è stata abbassata e bilanciata, mentre i due ammortizzatori di serie installati al retrotreno, hanno ceduto il posto a due più performanti unità Fox. 

Per tenere a bada l'esuberanza del monocilindrico quattro tempi, freni e frizione di serie sono stati perfezionati con componenti prodotti dall'azienda francese Beringer.

La moto è stata equipaggiata con un treno di gomme Dunlop K81, ispirate al primo pneumatico che ha percorso il Mountain Course dell'Isola di Man - celebre tracciato dove da oltre un secolo i svolge il Tourist Trophy -, ad una velocità superiore alle cento miglia orarie. foto cupolino yamaha yard built sr400

Davvero eccezionale l'attenzione rivolta da Fred al dettaglio, a cominciare dal bellissimo tachimetro Motogadget alloggiato in una piastra in alluminio spazzolato dietro il cupolino "minimal". Da quest'ultimo fuoriescono i due semimanubri bassi, ancorati alla bella piastra si sterzo, anch'essa in alluminio spazzolato, che è stata opportunamente modificata.

Il serbatoio di serie è stato ridotto nella larghezza ed allungato, mentre il codone è stato realizzato ad hoc. Quest'ultimo cela al suo interno l'intero impianto elettrico. A fare da cornice al tutto, la classica livrea Yamaha Speedblock in blu e bianco, che riporta sul serbatoio i nomi dei piloti che hanno accompagnato la carriera di Bernard.foto serbatoio yamaha yard built sr400

© RIPRODUZIONE RISERVATA