banner regali natale per motociclisti 2017

Amarcord
Carattere

Dal 12 al 14 febbraio saremo in visita al Centro Lingotto Fiere di Torino, per raccontarvi dal vivo il 34° Automotoretrò. Attreverso una esauriente sequenza di foto arricchite dai commenti e dalle informazioni raccolte sul posto e pubblicate in diretta live su questa pagina, vi offriremo una visita virtuale ed un resoconto completo della rassegna dedicata al motorismo d'epoca. Seguiteci !

VENERDI' 12 FEBBRAIO 2016

Buongiorno a tutti dal Centro Lingotto Fiere di Torino. Comincia la nostra visita al 34° Automotoretrò. Come potete vedere c'è già una discreta affluenza ai cancelli d'ingresso, pur essendo oggi un giorno feriale. Non male !foto coda ingresso automotoretro automotoracing 2016

Subito dopo la biglietteria, muovendoci verso l'accesso al padiglione 5 troviamo una prima esposizione di auto ma non mancano le moto, le prime che vediamo sono due Aprilia Climber 280 nelle varianti "Racing Team" a sx e "R" a dx. foto automotoretro automotoracing 2016 aprilia climber 280 racing team R 1994

foto automotoretro automotoracing 2016 aprilia climber 280 racing team R 1994 001

Entrando nel padiglione 5 si rimane a bocca aperta, sembra di essere nel paese dei balocchi, è infatti qui che troviamo l'ampia area dedicata al modellismo. Auto, moto, mezzi da lavoro, movimento terra, soldatini, treni, tutto realizzato con un dettaglio maniacale.

foto modellini moto automotoretro automotoracing 2016

Chi non vorrebbe averli tutti questi splendidi modellini in scala 1:43, realizzati con cura e precisione chirurgica.

foto modellini moto automotoretro automotoracing 2016 001

foto modellini moto automotoretro automotoracing 2016 002

Ecco la prima moto interessante che troviamo all'interno del padiglione 5. Si tratta di una KTM 250 2T la prima moto con questa motorizzazione prodotta dalla Casa austriaca nel 1972. Il proprietario vi è particolarmente affezionato perchè questo esemplare è stato cavalcato dal "dakariano" Fabrizio Meoni, morto l'11 gennaio 2005 a seguito di una brutta caduta mentre era impegnato in quella che avrebbe dovuto essere la sua ultima Parigi-Dakar.

foto ktm 250 2t 1972 001

In una mostra che ospita numerose rarità a due ruote, trovare un mezzo popolare come il Monster ci lascia un pò perplessi. Se pensiamo però che l'esemplare "tuningato" in foto ha quasi 20 anni, ci si rende conto che di tempo ne è passato dal giorno in cui questa moto ha fatto irruzione sul mercato delle due ruote rivoluzionandolo profondamente.foto automotoretro automotoracing 2016 ducati monster 900 1997

I marchi italiani sono onnipresenti qui al 34° Automotoretrò di Torino. Ecco un bel pezzo di storia del motociclismo tricolore, una splendida Gilera 175 del 1956 restaurata dal compianto Valter Cardano.foto automotoretro automotoracing 2016 gilera 175 1956 valter cardano

foto automotoretro automotoracing 2016 gilera 175 1956 valter cardano 001

Accanto alla Gilera, c'è un esemplare ben conservato, e con soli 24.138 km percorsi, di Honda VFR400R del 1993, equipaggiata con motore 4 cilindri a V. foto automotoretro automotoracing 2016 honda vfr 400 1993

Esemplare storico di Ducati 900 NCR del 1979, vincitrice nel CIVS - Campionato Italiano Velocità in Salita dal 1980 al 1986, nella Classe TT1. Nel 1978, con una moto simile, il nove volte iridato Mike "The Bike" Hailwood (all'epoca trentottenne), partecipò al Tourist Trophy vincendo la gara della categoria F1 a dieci anni di distanza (1968) dal suo ritiro dalle corse motociclistiche.foto automotoretro automotoracing 2016 ducati 900 ncr 1979

Ancora una Ducati, stavolta si tratta di un 250cc monocilindrico. Questa moto ha vinto il CIVS nel 2015.foto automotoretro automotoracing 2016 ducati 250 1979

Harley-Davidson 250 RR RA Competizione, un altro pezzo interessante ! Questa motocicletta ha partecipato nel 1975 all'Ulster GP, la famosa road race che si svolge da quasi un secolo sul pericoloso circuito stradale di Dundrod (Irlanda del Nord).foto automotoretro automotoracing 2016 harley davidson 250 rr ra competizione

Il fascino delle motociclette inglesi non può essere messo in discussione. Ecco una bellissima e leggendaria Norton International Racing "Testa di Bronzo" del 1934.foto automotoretro automotoracing 2016 norton international racing testa di bronzo 1934

Motori Minarelli, modello P6 50cc Competizione. Nata dalle mani del grande Edo Vigna.foto automotoretro automotoracing 2016 motori minarelli p6 50 competizione edo vigna

Ecco il primo Sidecar, si tratta di un Suzuki GT 750 by Angeloni. Il motore è un due tempi tre cilindri in linea, pensate a quanto può essere devastante l'entrata in coppia di un propulsore di siffatta specie. Cattivissimo !foto automotoretro automotoracing 2016 sidecar suzuki gt 750 angeloni 1992

Una rarissima Galloni Super Sport 500 del 1924.foto automotoretro automotoracing 2016 galioni 500 supersport 1924

Radior motobici con serbatoio sottocanna, restaurata. Il motore è un monocilindrico 100cc da 1CV. Anno di produzione 1924/25.foto automotoretro automotoracing 2016 radior motobici 100 1925

Ultima Lyon, stesse caratteristiche tecniche della Radior...foto automotoretro automotoracing 2016 ultima lyon 100

Ecco una delle prime Moto Guzzi prodotte dopo la guerra. Il motore ha una cilindrata di 65cc e il cambio a tre marce.foto automotoretro automotoracing 2016 moto guzzi 65cc post bellica

Bultaco Alpina, motore monocilindrico 2T da 350cc. Anni 70.foto automotoretro automotoracing 2016 bultaco alpina 350

Una Ducati da Enduro ? Ad Automotoretrò l'abbiamo trovata ! Eccola in tutto il suo splendore pur avendo sul groppone la bellezza di 45 anni. Si chiama RT 450 e ne sono stati prodotti solo pochi esemplari, per questo motivo è una moto rara, ma ancora più rara è la versione da 350cc di cilindrata della quale pare ne siano state realizzate solo una trentina di esemplari. Il motore è dotato di distribuzione desmodromica.foto automotoretro automotoracing 2016 ducati rt 450 1971

Quando arrivi a una certa età e il tuo tempo libero lo hai dedicato sempre e solo alle motociclette, pensi di conoscere tutti i costruttori, ma ti basta passeggiare all'Automotoretrò per renderti conto che non è così ! La Puch fu una società austriaca specializzata nella costruzione di biciclette, motori, motociclette e automobili fondata nel 1899 e quella che vedete sotto è un esemplare prodotto nel 1971 della MC 175foto automotoretro automotoracing 2016 puch mc 175 1971

FB Mondial è un marchio storico del motociclismo tricolore ecco perchè, ad Automotoretrò, non poteva di certo mancare qualche splendido esemplare prodotto dall'azienda milanese nata nel 1929 per opera dei F.lli Boselli. La moto che abbiamo scovato in fiera è il modello da off-road RCE Regolarità il quale fu prodotto nel 1973. Il motore è un 125 2T con cambio a sei marce. foto automotoretro automotoracing 2016 fb mondial rce regolarita 125 1973

Benelli 750 Sei del 1974, prima moto 6 cilindri fabbricata in serie e commercializzata dal 1974 al 1978. La sezione frontale del suo motore può essere paragonata a quella di un bicilindrico boxer. Spettacolare !foto automotoretro automotoracing 2016 benelli 750 sei 1974

Al suo fianco abbiamo trovato la sorella maggiore da 900cc commercializzata a partire dal 1979 e fino al 1986. Oltre alla cilindrata, la Benelli 900 Sei, differisce dalla versione 750 per la ciclistica migliorata e per il design. Questo modello ebbe pochissimo successo, nonostante i sette anni di presenza sul mercato ne furono costruiti circa 1800 esemplari.foto automotoretro automotoracing 2016 benelli 900 sei 1974

Indian Light Twin Model O del 1918, rarissima ! Prodotta dal 1917 al 1919 in pochissimi pezzi, basti pensare che in USA ne è documentata l'esistenza di un solo esemplare. Il motore da 257cc è a due cilindri orizzontali contrapposti e dotato di cambio a tre velocità con comando di tipo automobilistico. La sospensione anteriore è a balestra.foto automotoretro automotoracing 2016 indian light twin 1918

Altro pezzo rarissimo, Harley Davidson W Sport Twin prodotta dal 1919 al 1923, l'esemplare esposto è del 1920. Anche questa Harley, come la Indian che la affianca è equipaggiata con un motore boxer, una scelta insolita per la leggendaria casa motociclistica americana che intendeva, con questo modello entry-level di media cilindrata (584cc), accaparrarsi nuove quote di mercato. Purtroppo la Model W non ebbe il successo sperato così la produzione fu interrotta dopo soli 4 anni. foto automotoretro automotoracing 2016 harley davidson w sport twin 1920

Vespa, l'intramontabile e onnipresente ! A sinistra una 125 VM2T del 1954, a destra la 150 VL detta "Struzzo" del 1956.foto automotoretro automotoracing 2016 piaggio vespa 125 vm2t 1954 150 vl struzzo 1956

Laverda SFC-Endurance 750 moto prodotta dal 1971 al 1977. L'esemplare in foto appartiene alla prima delle tre serie, denominata "lotto 8000", di soli 78 esemplari ed è del 1971. Numerosi i piloti che hanno gareggiato con questa moto conseguendo centinaia di podi e vittorie nazionali ed internazionali, ricordiamo Augusto Brettoni, Nico Cereghini, Corrado Tuzii, Adalberto Falletta, Virginio Ferrari, Marco Lucchinelli e Franco Uncini.foto automotoretro automotoracing 2016 laverda sfc endurande 750 1971

Ganna Puch Competizione, motore bicilindrico in linea da 175cc, anno 1953.foto automotoretro automotoracing 2016 ganna puch 175 competizione 1953

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner locandina manuale riparazione manutenzione moto scooter vol 1

banner locandina vespa 50 guida restauro franco franceschini