Moto
Carattere

Come vi avevamo anticipato nell'articolo pubblicato martedì scorso, Ducati ha presentato ieri sera, in occasione del Volkswagen Group Night (evento che precede l'apertura del Salone dell'auto di Francoforte), la prima importante novità per il 2016, ovvero il nuovo Monster 1200 R.

Finalmente la lettera R riappare accato ad uno dei nomi storici del motociclismo. Il SuperMonster è tornato e l'azienda di Borgo Panigale annuncia che si tratta della naked più potente di sempre, forte di un DNA corsaiolo ereditato per intero dalle rosse impegnate nei campionati più prestigiosi del mondo.

Tanta la sostanza racchiusa in questa nuova maxinaked che si affaccia al mercato con tutte le carte in regola per battere la concorrenza più agguerrita (prezzo permettendo). Vediamo in dettaglio cosa cambia rispetto alle versioni più "tranquille" 1200 e 1200s.foto ducati monster 1200 r my 2016 044

DESIGN

Rispetto alle versioni già conosciute, la nuova Monster 1200 R appare leggermente più slanciata. I designer hanno snellito la coda della moto impiegando una nuova sella sportiva ed un coprisella di nuovo disegno. Anteriormente e stato invece installato un piccolo cupolino, il tutto per conferire alla supernaked italiana un aspetto ancora più sportivo. A ricordarci che siamo in presenza della versione più performante della gamma Monster, ci sono inoltre i due convogliatori laterali con la scritta R in bella vista.

MOTORE

Il motore che spinge il nuovo Monster 1200 R è il Testastretta 11° DS da 1198 cc a 4 valvole per cilindro, raffreddato a liquido, Euro 4; la stessa unità impiegata sulle versioni 1200 e 1200s ma opportunamente modificata per aumentarne l’efficienza. I tecnici di Borgo Panigale sono riusciti ad incrementare  potenza e coppia che si attestano ora rispettivamente sui 160 CV a 9.250 giri/minuto e 13,4 kgm a 7.750  giri/minuto, il tutto senza compromettere la fluidità di  erogazione ai bassi e medi regimi, tipica dell’ultima generazione dei motori Testastretta 11° DS.foto ducati monster 1200 r my 2016 045

Nuovo l'impianto di scarico con layout 2-1-2 dotato di tubi da 58 mm di diametro e doppio silenziatore dall’inedito design pentagonale. Il giro dei tubi è rimasto invariato ma la nuova sezione superiore di 8 mm di diametro, ha permesso di migliorare l’efficienza del propulsore che ora respira meglio grazie ad un nuovo corpo farfallato.

Quello circolare con corpi da 53 mm di diametro del Monster 1200 ha lasciato il posto in favore di uno più grande a sezione ovale, con diametro equivalente  di  56 mm. Una più bassa guarnizione dei cilindri ha fatto poi crescere il rapporto di compressione da 12.5:1 a 13:1 incrementando l’efficienza della combustione, il tutto senza aumentare gli intervalli di manutenzione previsti : 15.000 Km o 12 mesi (30.000 km per il controllo e l'eventuale regolazione del gioco valvole). 

TELAIO

Il telaio della Ducati Monster 1200 R è invariato rispetto alle versioni 1200 e 1200s, la struttura trae il massimo beneficio dalla presenza del motore che svolge funzione portante essendo il telaio principale a traliccio collegato alle teste del propulsore.

I tecnici di Borgo Panigale hanno invece ridisegnato il telaietto posteriore, creando una struttura compatta studiata per sostenere anche le nuove staffe di  supporto delle pedane passeggero, ora separate da quelle del pilota. Queste ultime sono dotate di paratacco in alluminio così come gli attacchi ed i poggiapiedi.

L’assetto della moto è stato alzato sia all’anteriore sia al posteriore di 15 mm, di conseguenza anche l’altezza sella è salita, 830 mm contro gli 810 mm delle versioni 1200 e 1200s. Rimane invariato invece il triangolo manubrio/sella/pedane.  foto ducati monster 1200 r my 2016 046

Grande attenzione è stata rivolta alla riduzione del peso. Il nuovo codino, i cerchi, le parti in carbonio e le nuove pedane hanno permesso un risparmio di 2 kg, per un peso a secco di 180 kg. L'impiego di leggeri cerchi forgiati, permette di avere una moto ancora più agile nei cambi di direzione rapidi grazie alla riduzione delle masse non sospese e dell’inerzia. 

CICLISTICA

Di alto livello tutto il comparto ciclistico. Le sospensioni vedono l'impiego di una nuova forcella Öhlins da 48 mm di diametro con trattamento TiN sugli steli, completamente regolabile con foderi e piedini anodizzati in nero ed un nuovo ammortizzatore Öhlins, anch’esso completamente regolabile al posteriore. La casa olandese fornisce inoltre l’ammortizzatore di sterzo di serie.

I cerchi a tre razze in lega leggera forgiati sono forniti dalla Marchesini, hanno design simile a quello della Panigale R e calzano pneumatici Pirelli Diablo Supercorsa SP, nelle misure 120/70 ZR17 all'anteriore e 200/55 x ZR17 al posteriore.foto ducati monster 1200 r my 2016 030

Ai massimi livelli anche l’impianto frenante, fornito come tradizione vuole dalla Brembo. L’anteriore è servito da due pinze radiali  M50  Monoblocco  che  agiscono su due dischi da 330 mm di diametro, ovvero gli stessi componenti montati sulla supersportiva 1299 Panigale, azionate da una pompa radiale con serbatoio separato. Al posteriore, invece, il Monster 1200 R è equipaggiato con un disco singolo da 245 mm di diametro, su  cui  lavora  una  pinza  Brembo  dotata  di  pastiglie con  materiale di attrito sinterizzato. L’impianto frenante è gestito dal sistema ABS Bosch 9MP a tre livelli, disinseribile. 

ELETTRONICA

Naturalmente anche il Monster 1200 R, come gli altri modelli della gamma Ducati, è dotato del Ducati Safety Pack che, oltre al summenzionato ABS regolabile su tre livelli di intervento, comprende il Tracntion Control regolabile su otto livelli. Il tutto può essere gestito da tre differenti Riding Mode (Sport, Touring ed Urban) selezionabili attraverso i comandi al manubrio. La strumentazione, la stessa impiagata sulle versioni 1200 e 1200s, vede l'impiego di un display TFT. Tre le configurazioni previste per quest'ultimo denominate Core, Full e Track, ciascuna pensata per visualizzare informazioni adatte alle diverse situazioni di utilizzo.foto ducati monster 1200 r my 2016 031

COLORI, DISPONIBILITA' E PREZZO

Il prezzo di listino non è ancora stato comunicato per questo modello che sarà commercializzato in due colorazioni (Rosso Ducati e Thrilling Black) probabilmente a partire da Gennaio 2016. Per vedere dal vivo la nuova Monster 1200 R dovremo invece attendere EICMA 2015.

GALLERIA FOTOGRAFICA COMPLETA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube