Moto
Carattere

Si chiama 1199 Superleggera e il nome la dice assai lunga sul lavoro che hanno fatto a Borgo Panigale per realizzare la moto stradale più performante mai commercializzata.

La Superleggera sposta più in là l'asticella...cosa che aveva già fatto la "più umana" Panigale al debutto nel 2012.Elevatissimo il livello tecnologico e ingegneristico, che rende ancor più incredibile un progetto senza precedenti.

Un mix di magnesio, fibra di carbonio e titanio per garantire un rapporto peso/potenza migliore nell’intera storia delle moto di serie. Impiego abbondante di materiali leggeri e resistenti, di derivazione puramente racing, ma anche della più sofisticata tecnologia applicata disponibile, il tutto finalizzato a produrre una moto che potesse offrire il massimo in termini prestazionali. Ma la Superleggera è soprattutto una base di partenza più avanzata per il progetto Superbike, ancora lontano dai risultati desiderati.ducati superleggera 002

Solo 500 il numero di esemplari che saranno prodotti, il minimo per ottenere l'omologazione necessaria alla circolazione stradale e all'iscrizione al campionato mondiale Superbike. Ogni esemplare sarà contraddistinto ed impreziosito da un numero progressivo inciso direttamente sulla bellissima piastra di sterzo.

Ducati annuncia una potenza massima di oltre 200CV e un peso record di appena 155kg a secco, valori impressionanti nuovamente, come è già successo per la 1199 Panigale R.

La notevole riduzione di peso è stata ottenuta grazie all'impiego del telaio monoscocca in magnesio, ai cerchi Marchesini forgiati in magnesio e poi portata all'estremo grazie al telaietto posteriore e carena in carbonio, batteria agli ioni di litio e all'impianto di scarico interamente realizzato in titanio così come parte della bulloneria veicolo e motore. Tra le altre straordinarie novità, la leggerissima forcella Öhlins FL916 con piedini interamente lavorati a CNC e la sospensione posteriore Öhlins TTX36 con molla in titanio.ducati superleggera 005

I freni Monoblocco Brembo M50 della Superleggera ereditano dal mondo racing la pompa radiale anteriore MCS 19.21 e la regolazione in remoto per la prima volta utilizzati su una moto di produzione, con ottimizzazione della trasmissione secondaria grazie alla leggerissima corona in ergal e catena di trasmissione 520 seguendo le specifiche tecniche del Mondiale Superbike. La maniacale attenzione per i dettagli traspare dalla conformazione della carena in carbonio, modellata secondo il profilo ad alta penetrazione normalmente associato all'appendice aerodinamica "Aero-kit" disponibile per i modelli “R”.

Al motore Superquadro, già dotato di valvole di aspirazione e bielle in titanio, sono state aggiunte valvole di scarico in titanio e, per la prima volta su un motore stradale Ducati, pistoni con 2 segmenti. Questi pistoni sono prerogativa di motori da corsa: il design a mantello corto e l’adozione di soli 2 segmenti (primo segmento e segmento raschiaolio), consentono di ridurre le masse in gioco e gli attriti. Sul fronte delle performance, la camera di combustione è stata ridefinita in base agli sviluppi SBK con un nuovo cielo pistone che consente un notevole aumento del rapporto di compressione. A questo si aggiunge un albero motore estremamente leggero, equilibrato grazie a pastiglie in tungsteno collocate sui contrappesi. Le novità introdotte determinano un’incredibile erogazione di potenza: la moto esce dalla linea di produzione con oltre 200CV.ducati superleggera 007

Il rapporto peso/potenza della Superleggera può essere ulteriormente incrementato grazie al Race Kit per uso esclusivo in pista fornito a corredo della moto. Il kit, che assicura una riduzione del peso di oltre 2.5 kg e un incremento di potenza di 5CV, comprende uno scarico sportivo Akrapovič in titanio composto da silenziatore e collettore 2 in 1, plexiglass maggiorato, telo coprimoto dedicato, cavalletto anteriore e posteriore, tappi sostitutivi degli specchi lavorati alla macchina e kit rimozione del portatarga e del cavalletto laterale.

L'elettronica della 1199 Superleggera è ancora più avanzata grazie al nuovo sistema di controllo di impennata Ducati Wheelie Control (DWC) e all’introduzione della Piattaforma Inerziale. Il Ducati Traction Control (DTC), il sistema di controllo di impennata Ducati Wheelie Control (DWC) e il sistema Engine Brake Control (EBC) sono ottimizzati dal sistema di calibrazione automatica della dimensione degli pneumatici e del rapporto di trasmissione finale. Il sistema Ducati Data Analysis+ (DDA+) consente inoltre la registrazione dell’angolo di piega. L'impressionante dotazione di dispositivi elettronici è completata dai pulsanti di comando montati sul manubrio, di derivazione racing, per rapide regolazioni dei sistemi DTC, DWC o EBS durante l'uso in pista.

La 1199 Superleggera è disponibile nella livrea Rosso Ducati Corse, completata da cerchi forgiati in magnesio.

VIDEO

© RIPRODUZIONE RISERVATA