Moto
Carattere

Si chiama Panigale V4 e segna un nuovo ed importante capitolo nella storia Ducati, essendo la prima moto prodotta in serie dalla Casa bolognese ad essere equipaggiata con un motore 4 cilindri, strettamente derivato dal Desmosedici della MotoGP. Claudio Domenicali l'ha svelata sul palco della World Premierè in compagnia di Casey Stoner. La moto è proposta in tre versioni: Panigale V4, V4 S e V4 Speciale.

Un concentrato di tecnologia sviluppato in collaborazione con Ducati Corse. Una moto con la quale Ducati alza l'asticella nel segmento delle supersportive grazie ad un motore ultramoderno e performante, in grado di erogare ben 214 CV a 13.000 giri/minuto e 12,6 Kgm di coppia massima a 10.000 giri. Il peso in ordine di marcia, contenuto in soli 195 Kg (versione “S” e Speciale), fa il resto. In Ducati ci tengono a precisare che da questi dati scaturisce un rapporto peso/potenza di 1,1 CV per ogni kg.foto ducati panigale v4 2018 001

Il motore Desmosedici Stradale (clicca qui per approfondire l'argomento) è un V4 di 90° a distribuzione Desmodromica come il Desmosedici GP, dal quale riprende anche il valore di alesaggio di 81 mm (il massimo consentito dal regolamento tecnico della MotoGP). A questo è stata associata una corsa più lunga (che porta ad una cilindrata totale di 1.103 cc) per aumentare la coppia ai bassi e medi regimi e ridurre il regime di rotazione massima in modo da rendere più gestibile l’erogazione.

Il motore della Panigale V4 è l’unico del segmento delle sportive ad aver e la configurazione a V di 90° e a impiegare tecnologie come l’albero motore contro  rotante e l’ordine di accensione "twin pulse" (0°, 90°, 290° e 380°).  Queste soluzioni  contribuiscono a rendere la moto sia agile nei cambi di direzione che stabile e veloce in percorrenza, oltre a garantire una facile gestione della coppia in uscita di curva. La già elevata potenza del motore Desmosedici Stradale in  configurazione di serie cresce ulteriormente, raggiungendo i 226 CV, montando lo scarico racing completamente in titanio, realizzato da Akrapovič su specifiche Ducati Corse.

Nonostante queste prestazioni da riferimento il Desmosedici Stradale permette lunghi intervalli di manutenzione che prevedono il controllo del gioco delle valvole  ogni 24.000 km.

La moto, il cui design non si scosta molto da quello della 1299 Panigale, ma che è certamente ancora più moderno, sarà proposta in tre versioni: Panigale V4, Panigale V4 S, Panigale V4 Speciale. La prima è la versione standard, la seconda differisce dalla prima per la presenza delle raffinate sospensioni Öhlins, del  sistema Smart EC 2.0 e di componentistica di altissimo livello come le ruote forgiate in alluminio e la batteria agli ioni di litio. La terza invece è un modello speciale, come appunto lascia intendere il nome, che sarà realizzato in serie limitata, numerata e caratterizzata da una livrea dedicata, dallo scarico in titanio e da componenti in alluminio lavorati dal pieno.

Volendo contenere il più possibile l’inevitabile incremento di peso rispetto alla 1299 Panigale, dovuto al maggiore frazionamento, Ducati ha sviluppato un inedito telaio denominato "Front Frame". Più compatto e leggero di un telaio perimetrale, sfrutta il motore come elemento stressato della ciclistica. Questa soluzione garantisce la giusta rigidezza torsionale nella guida al limite offrendo sempre grande feeling al pilota. Sfruttando questa scelta telaistica i designer hanno potuto creare una moto snella nella zona di raccordo tra serbatoio e sella per garantire grande libertà di movimento al pilota nella guida sportiva.foto ducati panigale v4 nuda 2018

L'impianto frenante si avvale di nuove pinze monoblocco Brembo Stylema, evoluzione delle M50 installate sulla 1299. Rispetto a queste ultime il corpo pinza e le boccole di fissaggio presentano delle zone di alleggerimento che consentono una riduzione di peso di 70 g per ogni pinza, senza perdita di rigidezza. Altri interventi evolutivi sono stati fatti sul fronte della ventilazione interna per una superiore costanza di rendimento.

Le doppie pinze Brembo hanno ciascuna quattro pistoncini da 30 mm di diametro che lavorano su dischi da 330  mm  di  diametro  garantendo  un’eccezionale  potenza frenante, mentre al posteriore troviamo un disco singolo 245 mm con pinza a 2 pistoncini. L’impianto frenante è coadiuvato dal sistema ABS Cornering EVO, che sfrutta la leggerissima centralina 9.1MP della Bosch.

La Panigale V4 eleva anche gli standard di sicurezza attiva e di controllo della dinamica del veicolo grazie a un pacchetto elettronico di ultima generazione che sfrutta al massimo le potenzialità offerte dalla piattaforma inerziale a sei assi di Bosch. Su questa moto sono stati introdotti controlli inediti quali la derapata controllata in frenata, l’ABS Cornering che agisce sul solo freno anteriore con un setup appositamente studiato per la guida in pista e il Quickshift Up & Down con strategia che tiene conto dell’angolo di piega.

Tutti questi controlli, sviluppati in pista assieme ai collaudatori e piloti ufficiali Ducati, sono integrati nei tre Riding Mode (Race, Sport e Street) e modificabili tramite il nuovo e innovativo cruscotto TFT che pone la Panigale V4 a leader tecnologico della categoria.

Ducati annuncia i seguenti prezzi di listino IVA inclusa per le tre versioni:

- Panigale V4 € 22.590;

- Panigale V4 S € 27.890;

- Panigale V4 Speciale € 39.900.

Le moto saranno esposte ad EICMA 2017 dal 9 al 12 novembre.foto ducati panigale v4 speciale

DOTAZIONE GAMMA

PANIGALE V4

Colore

  • Ducati Red con telaio  grigio  e cerchi neri

Principali dotazioni di  serie:

  • Nuovo motore Desmosedici Stradale, 1.103 cC
  • Nuovo telaio  “Front frame”
  • Telaietto anteriore in Magnesio
  • Forcella Showa Big Piston Fork (BPF) da 43 mm, completamente regolabile
  • Mono-ammortizzatore Sachs, completamente regolabile
  • Ammortizzatore di sterzo Sachs
  • Pacchetto elettronico di ultima generazione con Inertial Measurement Unit a 6 assi (6D IMU): ABS Cornering Bosch EVO;  Ducati  Traction  Control  EVO  (DTC  EVO); Ducati Slide Control (DSC); Ducati Wheelie Control EVO  (DWC EVO);  Ducati Power Launch (DPL); Ducati Quick Shift up/down EVO (DQS EVO); Engine Brake Control EVO (EBC EVO)
  • Pulsanti per cambio rapido dei livelli
  • Riding Mode (Race, Sport, Street)  
  • Serbatoio in alluminio da 16 litri
  • Cruscotto full-TFT da 5”
  • Proiettore full-LED con DRL
  • Configurazione bi-posto a corredo
  • Impianto frenante con nuove pinze monoblocco Brembo Stylema®
  • Nuovi  pneumatici Pirelli Diablo Supercorsa SPcon posteriore 200/60
  • Predisposizione per Ducati Data Analyser+ GPS (DDA+ GPS) e Ducati Multimedia  System (DMS)

PANIGALE V4 S

Colore

  • Ducati Red con telaio grigio e cerchi neri

Dotazioni di serie come la Panigale V4 ad eccezione di:

  • Sospensioni ed ammortizzatore di sterzo con sistema Öhlins Smart EC 2.0
  • Forcella Öhlins NIX-30
  • Ammortizzatore Öhlins TTX  36
  • Ammortizzatore di sterzo Öhlins
  • Cerchi forgiati in alluminio
  • Batteria agli ioni di litio

PANIGALE V4 SPECIALE

Colore

  • Livrea Speciale con telaio grigio e cerchi neri

    Dotazioni di serie come la Panigale V4 S ad eccezione di:
  • Parafango anteriore e posteriore in fibra di carbonio
  • Testa di sterzo lavorata  dal pieno con numerazione identificativa
  • Sella in Alcantara®
  • Manopole dedicate
  • Kit pedane regolabili
  • Paratacchi in fibra di carbonio
  • Leve freno e frizione snodate
  • Paraleva freno anteriore
  • Copri forcellone in fibra di carbonio e titanio

A corredo:

  • Impianto di scarico racing Ducati Performance by Akrapovič in titanio
  • Parabrezza racing
  • Kit rimozione portatarga
  • Tappi sostitutivi degli specchi in alluminio lavorati dal pieno
  • Telo coprimoto
  • Ducati Data Analyser+ GPS (DDA+ GPS)
  • Tappo benzina racing

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube