Moto
Carattere

Continua il rapporto fra MV Agusta e Lewis Hamilton: a due anni esatti dalla presentazione dell'esclusiva Dragster RR LH44, la casa varesina presenta l'ultimo gioiello a due ruote generato dal sodalizio con il plurititolato campione inglese di Formula 1.

Si chiama F4 LH44 ed è l'ultima variante della velocissima superbike italiana, che in questa versione dispone di una potenza di oltre 200 CV (205), al pari della F4 RC da oltre 40.000 €. Esattamente come la race replica della superbike portata in gara da Leon Camier, anche la LH44 potrà però essere potenziata attraverso un kit racing che sarà consegnato, ai fortunati acquirenti, insieme alla moto. Il kit, che comprende uno scarico racing prodotto dalla azienda lombarda SC Project e una centralina dedicata, è in grado di aumentare la cavalleria disponibile di ulteriori 7CV.foto mv agusta f4 lewis hamilton lh44 001

La ciclistica della F4 LH44 adotta il già noto telaio a struttura mista (traliccio di tubi in acciaio saldato a mano, e piastre in alluminio) e le raffinatissime sospensioni prodotte dalla olandese Ohlins. La moto è equipaggiata anteriormente con una forcella upside-down pluriregolabile (idraulica in compressione ed estensione e precarico molla) modello NIX 30 con foderi da 43 mm di diametro, e steli con trattamento superficiale TiN che ne aumenta la scorrevolezza. Posteriormente è invece installato un monoammortizzatore piggyback modello TTX - anch'esso completamente regolabile - che lavora sul bellissimo forcellone monobraccio in alluminio. Il pacchetto sospensioni si completa con un utilissimo - vista la cavalleria disponibile - ammortizzatore di sterzo.foto mono ohlins ttx mv agusta f4 lewis hamilton lh44

Brembo ha - come di consueto - prodotto e fornito tutti i componenti dell'impianto frenante che vede, naturalmente, l'impiego di pompe e pinze monoblocco con attacco radiale e dischi di generose dimensioni: 320 mm il diametro della coppia anteriore, 210 mm invece quello del disco singolo posteriore. Di serie c'è l'ABS, ma la parte elettronica comprende anche il sistema MVICS 2.0 (Motor & Vehicle Integrated Control System) che permette di intervenire su molti parametri, tra cui sensibilità del comando gas, coppia massima, freno motore, risposta del motore e limitatore di giri. La piattaforma inerziale con sensore d’assetto si avvale di tre giroscopi e altrettanti accelerometri per determinare il preciso funzionamento del controllo di trazione su 8 livelli, disinseribile. La moto viene fornita con cambio elettronico EAS 2.0 (Electronically Assisted Shift) di serie.

Estremamente curata la parte estetica: numerosi i componenti in carbonio come ad esempio i due parafanghi (anteriore e posteriore), ma anche la placca paracalore imbullonata sul collettore di scarico, i paratacchi delle pedane, la paratia sotto-codone e il paracatena. Ciò che risalta maggiormente agli occhi è però l'esclusiva colorazione bordeaux/nero delle sovrastrutture con dettagli bianco perla sul muso che vengono poi ripresi dal traliccio, anch'esso verniciato dello stesso colore. La sella cucita a mano è realizzata in pelle e raffinato Alcantara.foto sella mv agusta f4 lewis hamilton lh44

Completano la ricca dotazione il plexiglas fumé, il tappo serbatoio racing in alluminio fresato, il dado ruota posteriore unico e gli pneumatici Pirelli Diablo Supercorsa SP nelle misure 120/70 ZR 17 anteriore e 200/55 ZR 17 posteriore. Questi ultimi sono stati appositamente realizzati per questa moto e sono caratterizzati dalla presenza di bande rosse e loghi LH44 sui fianchi.

La MV Agusta F4 LH44 sarà prodotta in soli 44 esemplari tutti autografati da Lewis Hamilton. Il prezzo non è stato ancora comunicato, ma sarà probabilmente annunciato nei prossimi giorni: verosimilmente entro l'inaugurazione del salone EICMA 2017 di Milano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube