Moto
Carattere

Triumph presenta la nuova gamma Street Triple, rinnovata in tutto e declinata ora nelle tre versioni S, R ed RS, differenti fra loro in quanto a dotazione, prestazioni e prezzo per soddisfare ogni motociclista e stile di guida.

Il cuore della celebre naked inglese, ovvero il compattissimo tre cilindri dodici valvole in lega di alluminio, è stato profondamente rivisto per offrire prestazioni ancora più elevate, e al tempo stesso per essere messo in regola con quanto previsto dalla severissima normativa Euro 4.

Per raggiungere l'obiettivo, i tecnici della casa di Hinckley hanno sostituito circa 80 componenti tra pistoni, bielle, albero motore, cilindri (ora dotati di trattamento al Nikasil), condotti di aspirazione e scarico, e aumentato i valori di alesaggio e corsa, portandoli a 78 x 53,4mm. La cilindrata è quindi passata da 675 a 765cc, e i valori di potenza e coppia sono nettamente aumentati rispetto ai modelli precedenti. Triumph dichiara 113 CV a 11.250 giri per la versione base, ovvero la S, 118 CV a 11.700 giri per la R e 123 CV a 11.700 giri per la versione top di gamma RS.foto triumph street triple 765 s 2015

Modifiche anche per il cambio: prima e seconda marcia sono state accorciate per aumentare l'accelerazione, ed è stata variata anche la geometria per migliorare il passaggio da un rapporto all'altro.

Tutto nuovo anche l'airbox e l'impianto di scarico: quest'ultimo in particolare appare più piccolo di quello installato sulla versione precedente, e non appesantisce le linee della moto. Sulle versioni R ed RS il terminale ha un design leggermente più sportivo. Piccoli miglioramenti anche per la frizione antisaltellamento, mentre il comparto ciclistico guadagna un nuovo forcellone a banana, rivisto nella rigidezza trasversale e longitudinale, e dotato di un punto di ancoraggio differente.foto motore triumph street triple 765 s r rs 2017

Le tre versioni adottano soluzioni differenziate per quanto riguarda le sospensioni: la versione S è equipaggiata con una forcella Showa SFF e con un monoammortizzatore della stessa marca regolabile nel solo precarico; la versione R monta invece una forcella Showa SF-BPF e un mono RSU regolabili entrambi nel precarico ed estensione; la Street Triple RS invece sarà venduta con una forcella Showa BPF e un mono Ohlins STX40 completamente regolabili.

Differenze sostanziali anche nel comparto freni: la Street Triple S è equipaggiata con una coppia di pinze Nissin a due pistoncini, la R invece con pinze Brembo M4.32, mentre il modello top di gamma RS sfoggia le ultra-performanti pinze monoblocco M50. Tutte e tre le moto montano dischi anteriori da 320 mm di diamentro. I cerchi a cinque razze da 17" sono gli stessi della versione precedente e calzano pneumatici Pirelli Diablo Rosso Corsa, nelle Street Triple S e R, e Pirelli Diablo Supercorsa SP sulla RS.

Miglioramenti anche per quanto riguarda l'elettronica: è stato introdotto l'acceleratore ride-by-wire con diversi riding mode (2 per la S, 4 per la R e 5 per la RS). Non mancano inoltre ABS (disinseribile solo sulle versioni R ed RS) e controllo di trazione regolabile e disinseribile all'occorrenza.

Sulle Street Triple R ed RS, la casa di Hinckley ha introdotto anche una nuova strumentazione completamente digitale, ovvero costituita da un ampio e futuristico display TFT a colori da 5". Numerose le nuove funzioni del computer di bordo: due contachilometri parziali, consumo medio ed istantaneo del carburante, autonomia residua, modalità di guida, impostazione per stile e contrasto del display, informazioni sulla manutenzione, informazioni sui simboli di avviso e, solo sul modello RS, un cronometro dei tempi.foto strumentazione triumph street triple r rs 2017

Street Triple S mantiene invece la stessa soluzione adottata sulla Speed Triple, ovvero contagiri analogico e un display digitale con funzioni di tachimetro, indicatore della modalità di guida, indicatore di marcia inserita, indicatore livello carburante, contachilometri totale, contachilometri parziale e distanza percorsa.

Le versioni R ed RS sfoggiano nuovi blocchetti elettrici ergonomici, dotati di controllo joystick a cinque vie per muoversi agevolmente nei vari menù del computer di bordo. Rivisitati anche i blocchetti della Street Triple S, che si rifanno a quelli della sorella maggiore Speed Triple. Di serie sulla RS è presente il sistema di cambiata quickshifter che permette il passaggio al rapporto superiore senza dover azionare la frizione.

I nuovi fari con funzione DLR, completano la ricca dotazione tecnica delle Street Triple R ed RS, mentre la S sfoggia invece nuovi gruppi ottici a LED, 4,6 volte più luminosi della generazione precedente.foto triumph street triple 765 rs 2017

Numerose e accattivanti le colorazioni: Diablo Red e Phantom Black per la S, Jet Black, Matt Aluminum Silver e Crystal White per la R, Phantom Black e Matt Silver Ice per la RS. Street Triple S sarà disponibile anche nella versione a cilindrata (660cc) e potenza ridotta per i giovani motociclisti in possesso di patente A2. Le consegne inizieranno in primavera.

Per quanto riguarda invece i prezzi, Triumph ha comunicato attualmente solo quello della Street Triple S: 8.900 euro franco concessionario.

VIDEO PROMO TRIUMPH STREET TRIPLE S, R, RS 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA