Superbike
Carattere

Sono bastate cinque curve a Chaz Davies per sbarazzarsi delle Kawasaki, dopodichè il fuoriclasse gallese si è dileguato. Quasi otto secondi di vantaggio al diciottesimo giro, un abisso !

Una fuga che si è interrotta solo al termine della ventesima tornata, quando la bandiera a scacchi ha decretato la fine della seconda manche (leggi il resoconto della prima) di questo round spagnolo, e la nona strameritata vittoria del biondo ducatista britannico che quest'oggi ha demolito cronometro e avversari.

Ad animare gli spalti in una gara scevra di sorpassi e per questo decisamente noiosa, ci hanno pensato Rea e Sykes, con il primo nella scia del secondo fino al nono giro, momento in cui il nordirlandese ha rotto gli indugi e sferrato un sorpasso durissimo al compagno di squadra, obbligandolo così alla terza posizione. Sykes è rimasto attaccato a Rea nelle restanti undici tornate, ma non è più riuscito a superarlo e i due hanno quindi tagliato il traguardo nell'ordine.

Con il secondo posto odierno "Jonny" guadagna altri quattro punti di vantaggio nella corsa al titolo che non sono però sufficienti a chiudere il campionato: il distacco da Sykes ammonta ora a 48 punti e a Rea ne servono altri tre per laurearsi campione del mondo 2016. I festeggiamenti sono solo rinviati quindi al tredicesimo ed ultimo round che si svolgerà a Losail il 30 ottobre.

Ottima la gara di Hayden (4°) capace di acciuffare nel finale Tom Sykes e di tagliare il traguardo con soli sette decimi di ritardo dall'avversario britannico. Un pò di amarezza negli occhi dello statunitense per il podio sfiorato, un giro in più avrebbe certamente stravolto l'esito di questa seconda manche e incoronato Rea campione del mondo con tre gare d'anticipo.

Giornata positiva anche per Guintoli (5°) - che al decimo giro ha superato il compagno di squadra Lowes (7°) -, e per Michael van der Mark, sesto classificato dopo una bella rimonta dall'undicesima posizione. Grande l'impegno di Jordi Torres che nonostante gli sforzi non è riuscito ad andare oltre l'ottava posizione davanti agli occhi del pubblico di casa. Alle spalle dello spagnolo l'australiano Anthony West e l'italiano Lorenzo Savadori che in sella all'Aprilia del team IodaRacing è riuscito a migliorare di tre posizioni il risultato ottenuto ieri in gara 1.

Gara difficile per Davide Giugliano che dopo lo zero di ieri, quest'oggi ha concluso la seconda manche in tredicesima posizione, risultato determinato dalle pessime condizioni della spalla destra infortunata in Germania.

E' andata peggio a De Angelis, Camier, Sebastyen, Al Sulaiti e Forès: caduti i primi quattro, ritirato invece per problemi tecnici lo spagnolo.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Chaz Davies - Aruba.it Racing - Ducati 1°: "La gara non è stata spettacolare per il pubblico, ma io ho goduto. Ho fatto un'ottima partenza, alla prima curva ero già secondo. Poi ho passato Tom, lui è stato un pò lento nei primi giri, forse per conservare la gomma posteriore. Io però ho fatto il mio ritmo e ho demolito il resto del gruppo."

Jonathan Rea - Kawasaki Racing Team 2°: "E' stata un pò una delusione perchè Chaz era tanto, tanto distante la davanti. Andare in Qatar con quarantotto punti credo che possa andare bene per mettere la firma finale lì. La gara non è stata facile, abbiamo cambiato tante cose sulla moto, senza fare passi avanti reali. Però della gara credo che possiamo essere sodisfatti, siamo andati sul podio in entrambe le gare. Non ero mai salito qui sul podio, è un circuito difficile per me, quindi va bene !"

Tom Sykes - Kawasaki Racing Team 3°: "E' stata una gara piacevole, Chaz e la Ducati ovviamente hanno fatto un lavoro pazzesco e il distacco da lui è quasi imbarazzante onestamente, sembra che sia stato troppo facile, comunque congratulazioni a lui. Abbiamo ancora del alvoro da fare, però è stato piacevole, siamo riusciti a raggiungere il podio e per il campionato purtroppo siamo finiti nell'ordine sbagliato. Così vanno le gare, cercheremo di trovare un'assetto migliore per il resto della stagione anche se sarà difficile."

WSBK JEREZ 2016 - CLASSIFICA GARA 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 luglio - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.