Superbike
Carattere

Sono bastati tre giri a Chaz Davies per rimediare ad una qualifica poco lusinghiera e togliersi di mezzo le due ingombranti Kawasaki. Nelle restanti diciassette tornate il "rullo compressore" britannico ha consolidato la prima posizione, costruendosi un margine di sicurezza che gli ha permeso di tagliare il traguardo con oltre tre secondi di vantaggio su Sykes. Per il gallese si tratta dell'ottava vittoria stagionale, la terza consecutiva.

Contro un Davies così veloce e costante, il poleman britannico (leggi il resoconto completo della superpole) si è semplicemente dovuto accontentare di un altro secondo posto - l'ottavo stagionale -, davanti al compagno di squadra Jonathan Rea. Con la terza piazza odierna il leader del mondiale deve rimandare ancora i festeggiamenti per il secondo titolo iridato il cui arrivo è ormai imminente. Intanto però nei box Kawasaki l'euforia è alle stelle per la vittoria - con tre gare di anticipo ed un totale di 522 punti -, del titolo costruttori 2016, il secondo consecutivo per la casa di Akashi.foto sykes rea kawasaki world champion wsbk 2016

A ridosso dei tre protagonisti di questa gara uno, il pilota più veloce è stato Nicky Hayden che dopo le cadute di Giugliano e Forès durante il primo giro, e di Lowes durante il secondo, dalla sesta piazza si è automaticamente ritrovato ad occupare la quarta; posizione che Hayden ha mantenuto fino al traguardo benchè raggiunto e tallonato negli ultimi metri dal compagno di squadra Michael van der Mark (5°). All'olandese, che al via era scattato dalla decima casella dello schieramento, sarebbero bastati ancora pochi metri in più per superare l'avversario statunitense.

Guintoli, unico pilota Yamaha a completare la gara, è giunto sul traguardo in sesta posizione. Mediocre la sua performance. Oltre che dalla rimonta di Van der Mark, il finale è stato caratterizzato dal sorpasso di Camier su Torres, quest'ultimo afflitto da problemi di aderenza sull'asfalto del circuito di casa. Ma è andata peggio a De Angelis e Savadori, rispettivamente undicesimo e tredicesimo, entrambi in grande difficoltà per la mancanza di grip sulle loro Aprilia IodaRacing.

Fra i caduti figurano anche West, che si è però rialzato ed è giunto quattordicesimo sul traguardo rimediando così due punticini, Lussiana, Scassa e Al Sulaiti

Domani alle ore 13:00 in punto, il via alla seconda e ultima gara di questo dodicesimo round del Mondiale Superbike 2016.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Chaz Davies - Aruba.it Racing - Ducati 1°: "Non ero sicuro che avessimo abbastanza margine per scappare, visti i passi avanti fatti dalle Kawasaki questa mattina, ma siamo stati veloci fin dall’inizio. Mi sono messo a martellare a testa bassa ed il gap è progressivamente aumentato. Jerez era storicamente una pista difficile per me, ed aver ribaltato la situazione e vinto qui nelle ultime due stagioni è speciale. Ringrazio il team, che ha lavorato duramente in estate per migliorare il bilanciamento della moto. Ora ho una migliore percezione del limite. Probabilmente sto attraversando il miglior momento della mia carriera. Forse è un po’ tardi ma possiamo solo continuare così e vedere a che livello arriviamo in vista del prossimo anno."

Tom Sykes - Kawasaki Racing Team 2°: "Sono abbastanza soddisfatto di questo secondo posto, non avevo il passo di Chaz Davies. Ho avuto anche qualche piccolo problema sul quale dovremo studiare in vista della gara due di domani. Peccato essere comunque in seconda posizione nel mondiale e così distanziato ha Jonny."

Jonathan Rea - Kawasaki Racing Team 3°: "Non sono tanto arrabbiato per questa terza posizione che anzi misembra una buona, il problema è che ho avuto dei problemi seri con il setup della Kawasaki. L'anno scorso era un nostro punto di forza il fatto di arrivare nella seconda parte di gara ed essere molto forti, invece adesso abbiamo dei problemi legati al traction e al grip. E' una cosa sulla quale dobbiamo un pò studiare e cercare di migliorare per la gara due di domani."

WSBK JEREZ 2016 - CLASSIFICA GARA 1

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 luglio - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.