Superbike
Carattere

Jonathan Rea si prende la rivincita in gara 2 e i punti persi ieri i gara 1 ! Vittoria con distacco abissale (10") su Alex De Angelis secondo e Xavi Forès terzo, entrambi al primo podio in carriera fra le derivate di serie.

La pioggia che ha iniziato a battere a intermittenza l'asfalto del Lausitzring dieci minuti prima del via, ha creato scompiglio assoluto fra piloti e meccanici che si sono improvvisamente ritrovati in uno scenario del tutto inedito e incerto, considerato che i tre turni di libere si sono svolti con pista asciutta.

Così la direzione gara ha deciso di ritardare la partenza per consentire alle squadre di configurare al meglio le moto in virtù del nuovo meteo, ed ai piloti di percorrere due giri di ricognizione al fine di valutare bene le condizioni dell'asfalto. Al termine dei due giri il verdetto è stato unanime: troppa acqua e scarsa visibilità in alcuni punti del tracciato, condizioni che hanno riportato alla mente il tragico incidente che costò la vita ad Andrea Antonelli il 21 luglio 2013, durante il round russo del mondiale Supersport seicento.

Qualche minuto più tardi anche l'ex-pilota spagnolo Gregorio Lavilla, oggi membro della commissione per la sicurezza SBK, dopo aver effettuato un giro di ricognizione in auto ed aver appurato che il cessare della pioggia avrebbe comunque favorito il graduale miglioramento della situazione, ha espresso il suo parere ai piloti convocati in direzione gara: la è pista praticabile.foto podio gara 2 wsbk lausitzring germania rea de angelis fores

Alle 13:47 in punto, quindi con tre quarti d'ora abbondanti di ritardo, si è spento il semaforo che ha decretato finalmente il via della seconda manche (ridotta da 21 a 16 giri) del decimo round del mondiale Superbike 2016.

Partito a fionda dalla seconda casella dello schieramento, Tom Sykes ha preso subito il comando della classifica seguito da Chaz Davies e da Jonathan Rea. Incarognito per il disastroso risultato di ieri, il campione del mondo in carica non ha perso tempo e dopo aver superato Davies, si è sbarazzato anche del compagno di squadra cercando subito la fuga. Per Sykes non c'è stato modo di reagire in quanto la sua lotta per la vittoria è finita pochi metri dopo con una disastrosa scivolata. Il numero sessantasei è riuscito a ripartire, ma la sua corsa si è poi conclusa con un deludente dodicesimo posto che vale solo quattro punti.

Ad ereditare la seconda piazza lasciata libera dal trentunenne di Huddersfield è stato Davide Giugliano, che intanto aveva scavalcato il compagno di squadra Davies. In evidente affanno, quest'ultimo nel corso del secondo giro ha dovuto cedere il passo ai due alfieri del team IodaRacing, Savadori e De Angelis che fino a quel momento si erano mantenuti rispettivamente in quarta e quinta posizione.

Al terzo giro si è verificato il secondo colpo di scena: Giugliano è caduto, tradito dall'asfalto viscido del circuito tedesco. Il romano si è subito rialzato, ma per lui la corsa si è conclusa così. Più tardi si saprà che a seguito della caduta, i medici stanno sottoponendo Davide ad accertamenti per la sospetta frattura della scapola destra.

Savadori si è quindi ritrovato in seconda posizione, ma tre tornate più tardi anche al pilota romagnolo è toccata la stessa sorte di Sykes e Giugliano. A trarre beneficio dal terzo clamoroso K.O. della giornata è stato Alex De Angelis, che con grande bravura è riuscito a mantenere la seconda posizione fino al passaggio sotto la bandiera a scacchi.

Gara 2 si è quindi conclusa con la marcia trionfale di Jonathan Rea che ha tagliato il traguardo con dieci secondi di vantaggio su Alex De Angelis secondo classificato, che festeggia il primo podio in carriera fra le derivate di serie, e Xavi Forès che raccoglie il terzo posto finale nonostante la partenza dalla tredicesima casella dello schieramento. Anche per lo spagnolo si tratta del primo podio in carriera nel mondiale Superbike.

Ancora una gara strepitosa per Leon Camier che quest'oggi ha raccolto un lusinghiero quarto posto davanti a Sylvain Guintoli. Nei tracciati in cui non occorre un motore particolarmente potente, la MV Agusta F4 non delude le aspettative. Delude un pò il sesto posto di Davies che in gara ha patito la mancanza di feeling con l'anteriore della sua Panigale R.

Risultato soddisfacente invece per lo specialista del bagnato Joshua Brookes, che quest'oggi ha piazzato la S1000RR del team Milwaukee BMW in settima posizione davanti alla Honda di Michael Van der Mark. Nonostante una spettacolare ma fortunatamente innocua caduta a due giri dalla fine, il giovanissimo pilota olandese è riuscito a racogliere l'ottava piazza finale.

E' andata invece peggio al compagno di squadra Nicky Hayden, ieri terzo, che ha chiuso la sua seconda manche in decima posizione alle spalle di Roman Ramos e davanti a Luca Scassa.

Oltre a Giugliano e Savadori, non hanno visto la bandiera a scacchi Torres, West, Reiterberger, Lowes, Al Sulaiti e Schmitter.

Il prossimo appuntamento con il mondiale Superbike 2016 è fissato per il week end del 2 ottobre con l'undicesimo round stagionale in programma sul circuito francese di Magny-Cours.

WSBK LAUSITZRING 2016 - CLASSIFICA GARA 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

 

 

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 magio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 giugno - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - TBA

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.