Superbike
Carattere

Tom Sykes vince la seconda manche del round statunitense di Laguna Seca, davanti a Davide Giugliano e Chaz Davies. Clamoroso ritiro per Jonathan Rea.

Gara ricca di colpi di scena, combattuta e incerta fino all'ultimo metro e per questo forse fra le più belle degli ultimi due anni. Al via Sykes parte come un fulmine dalla prima casella dello schieramento seguito da Giugliano, Rea e Davies. La leadership del britannico dura però solo due tornate, alla terza è infatti il N.34 a prendere il comando delle operazioni.

Sykes viene superato anche dal compagno di squadra Rea, ma durante il quinto giro, la gara viene inaspettatamente interrotta sotto l'esposizione delle bandiere rosse: Paweł Szkopek è caduto alla curva sei ed è a terra immobile. Momenti di apprensione, fortunatamente però il quarantunenne polacco è cosciente e non ha riportato gravi conseguenze fisiche, tuttavia è necessario il trasporto in ospedale per tutti gli accertamenti del caso. 

La direzione gara comunica una nuova partenza per completare i 21 giri mancanti, con la griglia determinata dalla classifica provvisoria dell'ultimo giro completato, ovvero il quarto, che vedeva Giugliano in testa seguito da Sykes, Rea, Davies, Hayden, Savadori e con Van der Mark in diciannovesima posizione. L'olandese, autore di un lungo al cavatappi durante il primo giro, era riuscito a ripartire, ma per lui si prospettava una difficile rimonta dall'ultima posizione.

Con un'ottima partenza dalla prima casella dello schieramento, Davide Giugliano si porta subito al comando ma è braccato da Sykes e Rea che viaggiano rispettivamente con un ritardo di due e nove decimi. Al terzo giro il nordirlandese compie un sorpasso che ha dell'incredibile in corrispondenza del cavatappi, "bevendosi" in un colpo solo entrambi gli avversari. Ritrovatosi in terza posizione, Sykes non perde tempo e supera immediatamente Giugliano.

La leadership di Rea dura però solo un giro, alla quarta tornata infatti il campione del mondo è costretto al ritiro dopo un lungo fuoripista. Più tardi il Team del ventinovenne di Larne dichiarerà che si è trattato di un guasto tecnico al motore.

La corsa prosegue quindi con Sykes in testa seguito da Giugliano, Hayden e Davies in quarta posizione, ma in grande rimonta dopo una partenza poco produttiva che lo ha visto scivolare dalla quarta alla settima posizione. In cerca di riscatto dopo lo zero di ieri, il pilota gallese concretizza, durante il quinto giro, un duro sorpasso ai danni di Hayden, e si mette quindi a caccia del duo di testa.foto sykes giugliano wsbk laguna seca 2016

All'inizio del sedicesimo passaggio il "trio delle meraviglie" viaggia in un "fazzoletto" di appena sette decimi, il che preannuncia una serratissima lotta finale. Davies e Giugliano non tradiscono le aspettative del pubblico scambiandosi sorpassi ripetuti. Nessuno dei due però riesce a scavalcare il leader Tom Sykes che vola quindi verso la sua quinta vittoria stagionale, la trentunesima in carriera. Il secondo posto (meritatissimo) va invece al coriaceo Davide Giugliano che batte per soli cinque decimi un grandioso Chaz Davies.

A raccogliere una buona quarta piazza è un altro ducatista, si tratta dello spagnolo Forès che al settimo giro è riuscito ad imporsi sul padrone di casa Hayden, quinto classificato. Alle spalle della Honda N.69 figurano invece la BMW N.81 dello spagnolo Jordi Torres e la Honda ufficiale guidata dal giovane Van der Mark che, grazie alla ripartenza, è riuscito a rimediare al disastroso fuoripista di cui è stato protagonista nella prima parte di gara.

Disastro sfiorato per il team Pata Yamaha con Lowes che, all'ultima curva, scivola davanti al compagno di squadra Niccolò Canepa. Evitato il peggio, il pilota ligure è poi riuscito a chiudere in ottava posizione, mentre il britannico, che prima del "fuoriprogramma" viaggiava in ottava piazza, ha rimediato in extremis il quattordicesimo posto.

Il debuttante De Rosa conclude la sua seconda gara nel mondiale SBK con una undicesima piazza finale e cinque punti in tasca, mentre Gianluca Vizziello taglia il traguardo in diciassettesima posizione.

Oltre a Rea non hanno visto la bandiera a scacchi Leon Camier, Alex De Angelis - entrambi costretti al ritiro per problemi tecnici alle rispettive moto - Joshua Brookes e Lorenzo Savadori che sono invece caduti senza riportare alcun danno fisico.foto podio sykes giugliano davies wsbk gara 2 laguna seca 2016

Il mondiale Superbike va in ferie, ma il prossimo appuntamento è fissato per il week end del 18 settembre con il decimo round stagionale in programma sul circuito tedesco del Lausitzring.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Tom Sykes - Kawasaki Racing Team 1°: "Ho sentito una grandissima pressione da parte di Davide Giugliano, soprattutto nei curvoni veloci. Ho dovuto cambiare un pò le linee, le strategie, anche perchè la mia moto non era perfetta come avrei voluto. Ho chiuso tutte le porte ! E' sempre un piacere vincere in America per me, e sono molto contento per questo risultato."

Davide Giugliano Aruba.it Racing - Ducati 2°: "Che gara fantastica! Mi sono divertito tantissimo ma è stato difficile sia fisicamente che mentalmente, perché era molto importante non esagerare nella lotta con Chaz. Siamo stati entrambi corretti e penso che abbiamo fatto divertire molte persone in pista e a casa. Poi per me fare un podio qui è speciale, perché questa pista lo scorso anno aveva messo fine al mio campionato e quasi chiuso la mia carriera. Ieri è stata una brutta giornata per tutta la squadra, sia io che Chaz siamo scivolati nonostante fossimo competitivi e potessimo salire sul podio, però con qualche piccolo aggiustamento siamo riusciti a concretizzare il nostro potenziale. Ora ci prenderemo una pausa ma lavoreremo costantemente per migliorare."

Chaz Davies Aruba.it Racing - Ducati 3°: "Oggi è andata un po’ meglio. Dopo quanto successo ieri, ho pensato innanzitutto a finire la gara, preoccupandomi soltanto del mio ritmo inizialmente. Volevo evitare di essere particolarmente aggressivo nelle prime fasi, ma sono rimasto bloccato nel gruppo alla partenza ed ho dovuto chiedere molto alla gomma posteriore per recuperare su Davide e Tom. Penso che avremmo potuto vincere, ma al Cavatappi sono finito fuori traiettoria, probabilmente per una folata di vento, e negli ultimi giri non avevo abbastanza grip per provare altri sorpassi. Comunque era importante ottenere un podio prima della pausa estiva, che sfrutteremo per capire dove migliorarci."

WSBK LAGUNA SECA 2016 - CLASSIFICA GARA 2/1

WSBK LAGUNA SECA 2016 - GRIGLIA DI PARTENZA GARA 2/2

WSBK LAGUNA SECA 2016 - CLASSIFICA GARA 2/2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 luglio - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.