Superbike
Carattere

Secondo successo consecutivo per il "Cannibale" della Superbike che batte, in una gara assai difficile, il compagno di squadra Sykes. Terzo posto per Van der Mark mentre Savadori chiude in quarta posizione davanti a Davies.

Il meteo instabile, tipico dei Paesi Bassi, ha dato vita ad una gara 2 incomprensibile dal punto di vista meteorologico e difficile sul piano tattico. Con la pista resa viscida dal diluvio sceso durante la gara della Supersport, la seconda manche è stata dichiarata bagnata.

Quasi tutti i piloti sono quindi dovuti partire con le gomme rain, eccezion fatta per Reiterberger e Guintoli che hanno azzardato la partenza con le intermedie, ma con la prospettiva di effettuare un cambio gomme data la presenza del sole che in breve tempo avrebbe dovuto asciugare la pista.

Al via Sykes ha preso il comando del compatto serpentone di moto, dietro di lui Davies, Forès, Van der Mark e Hayden, il ritmo era basso (intorno all'1'50) e le posizioni dei concorrenti cambiavano continuamente.

Con la pista bagnata a emergere è stato un sorprendente Joshua Brookes - Milwaukee BMW che, partito dalla quattordicesima casella dello schieramento, alla quarta tornata era già al comando della classifica.

Giro dopo giro e sotto l'azione del sole, la pista ha iniziato ad asciugarsi e nel corso dell’ottavo passaggio Rea e Sykes sono rientrati ai box per il cambio gomme. A quel punto anche gli altri piloti hanno deciso di procedere con il pit stop ed installare delle gomme più idonee alle nuove condizioni dell'asfalto. Quasi tutti hanno scelto le slick mentre Sykes è rientrato in pista con le intermedie. Non una scelta fuori dal coro, ma un incomprensione fra il pilota britannico ed il suo team, Tom aveva infatti chiesto una intermedia per l'anteriore e una slick per il posteriore.

Con la pista ormai asciutta a Rea sono bastate poche tornate per guadagnare la testa della classifica. Il vincitore di gara 1 ha quindi dominato i restanti sette giri di pista andando a vincere anche questa seconda manche del round olandese, davanti al compagno di squadra Sykes. Grande soddisfazione per il terzo posto dell'idolo locale Michael Van der Mark capace di centrare oggi il podio sfumato ieri.foto van der mark wsbk assen gara 2 2016

Onore al merito per Lorenzo Savadori che ha saputo gestire in modo magistrale una gara molto difficile, conclusa con un superlativo quarto posto davanti al gallese Davies, quinto. Determinante per quest'ultimo la scelta del momento propizio per il cambio gomme, ma è andata peggio al suo compagno di squadra Davide Giugliano che, a causa di un pit stop troppo lungo, ha chiuso la sua gara in ottava posizione alle spalle di Hayden e Lowes.

Camier e Forès hanno concluso la trasferta olandese con il nono e decimo posto, mentre Guintoli, ha pagato con l'undicesima piazza finale la scelta di affrontare l'intera gara con le intermedie. Alle spalle del francese, Ramos, il debuttante Mahias, Abraham e le BMW del team Althea guidate da Torres e Reiterberger.

Da segnalare il ritiro di Matteo Baiocco al decimo giro, la caduta senza conseguenze fisiche di Brookes due tornate più tardi e l'assenza in gara di Alex De Angelis, incappato in una caduta durante il warm-up che gli ha procurato la rottura del tendine estensore del mignolo della mano sinistra.

Il prossimo appuntamento con il mondiale Superbike 2016 è fissato per il week end dell'1 maggio con i quinto round in programma sul circuito di Imola.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Jonathan ReaKawasaki Racing Team 1°: "Sono felicissimo del lavoro fatto dalla squadra, siamo stati molto calmi quando abbiamo visto che si avvicinavano, siamo riusciti a mantenere la calma e quando mi hanno chiesto che cosa vuoi, ho detto slick perché il tracciato si è asciugato molto in fretta, quindi benissimo, grande soddisfazione, week end andato alla grande."

Tom Sykes - Kawasaki Racing Team 2°: "E’ stato un grandissimo azzardo usare le rain nella prima parte di gara, di fatto avevano un bel setup, la moto andava benissimo. Poi abbiamo scelto le intermedie davanti e le slick dietro però è stato davvero difficile, anche parlare con il responsabile, quindi non siamo riusciti a montare la gomma dietro giusta. Quella davanti intermedia andava bene, però il posteriore praticamente l’abbiamo perso. A parte questo, bellissimo passo che mi ha permesso di lottare con Jonathan quando aveva le slick. Certo tutti e due un bel passo…peccato, peccato ! Però una seconda posizione comunque va bene, certamente meglio di eri. Un po’ di problemi di comunicazione nella pit lane, tutto qua. E' un peccato…"

Michael Van der Mark - Honda World Superbike Team 3°: "Sono molto soddisfatto per questo podio, soprattutto dopo una gara così difficile e la caduta di ieri, bellissimo essere sul podio della gara di casa. E’ stato molto difficile con le condizioni di bagnato, poi venerdì sono caduto due volte per cui ero un po’ spaventato. Piano piano l’asfalto si è asciugato, forse sarei dovuto rientrare un giro prima, ma quando sono uscito ho dovuto aspettare un paio di curve prima di poter spingere davvero. Però felicissimo di essere sul podio, i ragazzi hanno lavorato davvero in modo eccezionale sulla moto  perché son caduto tre volte nel fine settimana e qundi…grazie !"

WSBK ASSEN 2016 - CLASSIFICA GARA 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 luglio - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.