Superbike
Carattere

Terza vittoria consecutiva per l’implacabile Jonathan Rea, trionfatore nella prima manche sull'infuocato e scivoloso Circuito di Buriram e nel corpo a corpo con un tostissimo Tom Sykes, secondo classificato. Terzo posto per Michael van der Mark, grandioso dominatore delle libere di ieri e autore della prima Superpole in carriera oggi.

Gara tiratissima e ricca di colpi di scena sin dal principio allorquando, allo spegnersi del semaforo, un agitato Vand der Mark sbaglia la partenza e scivola in quarta posizione alle spalle del ducatista Davies. Con "l’olandesino volante" costretto a risalire dalla quarta posizione, Rea e Sykes si portano subito in testa, con il #66 che sguscia al comando già al secondo dei venti giri previsti.

Giusto una tornata ed ecco van der Mark transitare sul traguardo in terza posizione, con le due Kawasaki nel mirino di una Honda finalmente competitiva, lontanissima dall'ostica divoratrice di gomme della scorsa stagione, ma afflitta oggi da lievi problemi al cambio che non le permettono di tenere il passo delle superlative ZX-10R, specialmente nel finale di gara.van der mark honda wsbk gara 1 chang thailandia 2016

A partire dal quindicesimo giro per l'appunto i piloti KRT alzano il ritmo e Rea superea di forza, dopo svariati tentativi, il coriaceo compagno di squadra, tentando successivamente di guadagnare margine utile per mettere al sicuro la vittoria. Sykes risponde a tono contenendo la fuga dell'avversario e recuperando l'esiguo gap rilevato dal cronometro al diciottesimo giro, + 0.719 secondi, senza però riuscire ad infliggere il sorpasso decisivo. Rea centra quindi il suo trentaduesimo successo nel mondiale delle derivate di serie davanti al compagno di squadra per soli due decimi di secondo.rea vs sykes wsbk chang thailandia gara1 2016

Van der Mark chiude in terza posizione, a ben 9.623 secondi dal vincitore, seguito da Davies in ritardo di quasi otto secondi e da un bravissimo Reiterberger in grado di piazzare la S1000RR #21 in quinta posizione.

Alle spalle del tedesco del team Althea BMW Racing troviamo Alex Lowes che, partito dalla settima casella dello schieramento in sella ad una Yamaha in continua crescita, si porta in quinta posizione al quinto giro, salvo incorrere tre giri dopo in un lungo che gli costa quattro posizioni e una rimonta favorita poi dal ritiro di Hayden al decimo giro, e dalla caduta senza conseguenze fisiche di Davide Giugliano. Il romano scivolato durante la diciottesima tornata in ingresso alla curva 12, al culmine di una spettacolare bagarre per il quarto posto con il collega Davies, chiuderà poi in diciottesima posizione questa sua prima sfrotunata gara Thailandese.davies ducati wsbk gara 1 chang thailandia 2016

Cadute propizie anche per Guintoli (7°), costretto a risalire la classifica dalla dodicesima posizione a causa di un lungo alla curva 1 subito dopo il via. La top ten si chiude con Torres (8°) e i due piloti del team Ioda Racing, De Angelis e Savadori che raccolgono rispettivamente una nona e decima posizione.guintoli staccata yamaha wsbk gara 1 chang thailandia 2016

Camier piazza la MV Agusta F4 in undicesima posizione davanti alla Kawasaki GoEleven di Ramos, alla Panigale R di Matteo Baiocco, impegnato con il team VFT Racing nelle vesti di sostituto dell'infortunato Fabio Menghi, e alla Ducati dello spagnolo Xavi Fores, alle prese con i postumi della frattura rimediata due settimane fa a Phillip Island.

Domani alle ore 16:00 (le 10:00 in Italia) la seconda manche di questo secondo round del Mondiale Superbike 2016.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Jonathan Rea - Kawasaki Racing Team 1° : "Il ritmo oggi è stato molto veloce. Non mi aspettavo che fosse così, perché in questi due giorni nelle prove siamo stati più lenti rispetto allo scorso anno. E’ stata una buona gara. A quattro giri dalla fine ho infilato la testa nel cupolino ed ho accumulato un piccolo margine su Tom. Negli ultimi giri ho rischiato, dovendo evitare un pilota doppiato, ma per fortuna si è risolto tutto per il meglio. Ho fatto tutto come avevo programmato ed a quattro giri dalla fine ho dato fondo a tutte le mie risorse nel tentativo di scappare. Ora sono un poco stanco perché ho dato tutto in quegli ultimi quattro giri. Siamo stati in grado di capitalizzare il mio sforzo e penso di aver ottenuto una vittoria importante e difficile, come era da tempo che non mi capitava. Per domani, mi aspetto che il set up della mia moto sia migliore."

Tom SykesKawasaki Racing Team 2° : "Sono abbastanza contento di quanto ho fatto oggi perché rispetto allo scorso anno abbiamo fatto una gara molto più veloce. Purtroppo ho faticato parecchio in due o tre curve, nelle quali perdevo molto terreno. Jonathan stava guidando molto bene e negli ultimi giri è stato davvero veloce, ma anche io lo sono stato, soprattutto rispetto alle mie gare precedenti. Questo è positivo ed il distacco dal vincitore è stato davvero minimo (222 millesimi). La Ninja ZX-10R ha funzionato al meglio ed abbiamo fatto segnare ottimi tempi sul giro. Questo ci fa ben sperare anche per le prossime gare. Per domani dobbiamo cercare di migliorare, ma come inizio oggi è stato molto positivo. Da una parte sono deluso per non aver vinto, ma dall’altra posso dire che abbiamo fatto un grande psso in avanti. Stiamo lavorando nella giusta direzione."

Michael van der Mark - Honda World Superbike Team 3° : "Sono molto felice per la mia prima Superpole. Sinceramente non me l’aspettavo, ma appena sono entrato in pista ho avuto subito un ottimo feeling con la moto ed il resto mi è venuto naturale. Le Kawasaki sono di solito molto competitive sul giro singolo, ma oggi siamo riusciti ad essere più veloci di loro. Ho fatto un errore in partenza, ero probabilmente un po' troppo entusiasta di essere in pole position. Poi ho avuto un problema in scalata con il cambio e sono andato largo alla curva 1, perdendo un paio di posizioni. Passo dopo passo sono stato in grado di chiudere il gap con Tom e Jonathan. Quando ero vicino a loro ho fatto una brutta sbandata alla curva otto che mi è costata tempo prezioso, poi loro hanno aumentato il ritmo e non sono riuscito a recuperare terreno. In ogni caso, sono stato costantemente veloce e  dobbiamo fare solo un paio di aggiustamenti per essere ancora più competitiva domani."

WSBK THAILANDIA 2016 - GRIGLIA DI PARTENZA

WSBK THAILANDIA 2016 - CLASSIFICA GARA 1

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 luglio - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.