Superbike
Carattere

Leon Haslam vince gara 2 del round del Qatar, ultimo appuntamento stagionale del mondiale Superbike. Davies chiude in seconda posizione davanti a Sykes e si aggiudica il titolo di vicecampione del mondo 2015. Inaspettato ritiro per Rea e caduta per Torres.

Ha chiuso il campionato in bellezza Leon Haslam, con un'altra vittoria (la seconda stagionale) arrivata dopo un lungo digiuno durato nove mesi. Per ironia della sorte il portacolori Aprilia si è aggiudicato una vittoria in gara 2 nel round d'apertura ed una in occasione del round di chiusura. La sua è stata una stagione in penombra, influenzata anche da qualche problema fisico, ma pur sempre conclusa con un soddisfacente quarto posto in classifica generale e con un'ottima performance.

Scattato dalla quinta casella dello schieramento di partenza, conquistata nella Superpole di ieri, nel giro di due tornate Leon si è portato in terza posizione alle spalle di Rea. Quando il campione del mondo in carica, durante il quarto giro, si è dovuto ritirare per un problema tecnico (il primo in questa stagiona), il pilota Aprilia si è automaticamente trovato in seconda posizione, alle spalle di un Davies (fortissimo in staccata), a cui è rimasto attaccato per tutta la gara.

Decisiva l'ultima curva prima del traguardo quando un piccolo errore del gallese, permette ad Haslam il sorpasso decisivo con il quale va a raccogliere il quarto successo in carriera nel campionato delle derivate di serie.

A Davies, secondo a 0.110 sec, rimane invece la soddisfazione di aver centrato il suo obiettivo, ovvero conquistare la seconda posizione nella classifica finale del campionato piloti. Sykes chiude in terza posizione una gara disputata all'ombra dei due di testa, senza mai poter sferrare il ben che minimo attacco, il suo campionato si conclude quindi con 399 punti che equivalgono al terzo posto in classifica generale.

Non ha visto purtroppo la bandiera a scacchi il vincitore di gara 1 Jordi Torres. Lo spagnolo era partito con tutte le intenzioni di ripetersi, ma al quindicesimo giro mentre era in quarta posizione attaccato a Sykes, le sue gomme lo hanno mollato facendolo cadere. Peccato perchè il podio era ampiamente alla sua portata.  

A trarre giovamento dalla caduta di Torres è quindi Michael Van der Mark che chiude con il quarto posto finale, a 7 secondi da Sykes, una gara meno entusiasmante della precedente. Alle spalle dell'olandese figura invece il compagno di squadra Sylvain Guintoli che rimedia con un quinto posto, alla deludente decima piazza conquistata nella prima manche.

Alle spalle del francese, Mercado, De Puniet, Canepa, Salom e Badovini completano la top ten. Non ha preso il via lo spagnolo Xavi Forés (sostituto di Davide Giugliano) costretto a rinunciare a causa del peggioramento delle sue condizioni fisiche, dopo aver disputatao gara 1.

Camier rimedia invece il secondo zero di giornata causato da un altro guasto tecnico, al quarto giro, della sua MV Agusta F4 RR.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Leon Haslam - Aprilia Racing Team - Red Devils 1° : "Devo dire che gara 1 è stata veramente difficile per l'avambraccio, poi in gara 2 i ragazi hanno risolto i problemi che avevo con la moto e devo dire che mi sono sentito molto, molto meglio. Ho cercato di staccare bene ma Chaz veramente faceva delle staccate incredibili quindi era difficile. Devo ringraziare l'Aprilia per questa doppia vittoria di Torres e poi mia."

Chaz DaviesAruba.it Racing-Ducati SBK Team 2° : "Sono contentissimo; siamo venuti qui con l’obiettivo di chiudere secondi in classifica e ce l’abbiamo fatta. Nella prima gara ho faticato ma, dopo qualche modifica fatta prima di gara 2, le sospensioni della mia Panigale R erano migliorate ed ho potuto spingere di più nella seconda manche, anche se è stata una delle gare più difficili dell’anno. Mi dispiace solo per il fatto che ho fatto un piccolo errore nell’ultima curva, lasciando così la porta aperta ad Haslam che mi ha superato negli ultimi metri. Ma va bene, ci può stare. E’ stata una bella stagione, siamo sempre stati davanti lottando per il podio e tutti i ragazzi in Ducati hanno lavorato tanto per fornirci un pacchetto fantastico. Ottenere più di 400 punti nell’arco della stagione, nonostante qualche DNF, non è per niente male. Si può sempre migliorare comunque ed abbiamo per certo del lavoro da fare quest’inverno. Però sono fiducioso e carico e spero di cominciare così anche il 2016!"

Tom Sykes - Kawasaki Racing Team 3°: "Chaz ha fatto una bellissima seconda metà dell'anno quindi si è meritato il titolo di vicecampione, congratulazioni a lui. In corsa devo dire che i due davanti lottavano tra di loro, questo chiaramente mi ha fatto vedere che alcuni erano avvantaggiati su alcuni punti ed altri su altri punti. Da parte mia non avevo quello che serviva per riuscire a provare a superarli. Potevo lottare, ma non riuscivo a superare. C'erano un paio di curve dove magari Leon era davanti a me e potevo anche farcela, però non ci sono riuscito. Comunque, detto questo, visto che questa pista non è stata bella per noi, abbiamo fatto comunque un buon lavoro ! Abbiamo avuto dei problemi anche con l'elettronica, ma comunque abbiamo fatto due podi e a questo punto si può affrontare la stagione invernale per prepararci forte per il 2016."

WSBK QATAR 2015 - CLASSIFICA GARA 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 luglio - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.