Superbike
Carattere

Rea centra la quattordicesima vittoria in gara 2 a Magny-Cours e con essa la quinta doppietta stagionale. A Davies il secondo posto davanti ad un deluso Sykes.

Condizioni meteorologiche rivoluzionate hanno caratterizzato la seconda manche del round francese che si è svolta sotto un sole splendente e con l'asfalto finalmente asciutto.

Ancora una volta, Jonathan Rea non ha fatto sconti a nessuno e dopo aver percorso nove giri in seconda posizione, all'ombra di un affamato Chaz Davies, il campione del mondo in carica ha preso il comando della corsa mantenendolo poi fino alla fine. Da parte sua il gallese ha cercato di mantenere un buon ritmo per assicurarsi la seconda posizione finale ed altri 20 punti, importanti per la conquista del titolo di vice campione del mondo che, con 16 punti di vantaggio su Sykes, rimane ancora nelle sue mani.

Il portacolori Kawasaki, in sella alla ZX-10R N.66 deve accontentarsi di un terzo posto dopo aver pagato, con il consumo precoce delle gomme, un setup inadeguato alle nuove condizioni della pista, nonostante i promettenti risultati ottenuti nelle FP1 e 4.

Ancora soddisfazioni per il Team Pata Honda con Michael Van der Mark in grado di ripetere il quarto posto ottenuto in gara 1 con la bella soddisfazione di aver superato Guintoli, Canepa e a tre giri dalla fine Leon Haslam.

Era partito molto bene il britannico del team Red Devils, in testa alla corsa per i primi due giri, ma il ritmo dei suoi avversari era troppo elevato e Leon si è dovuto accontentare di un quinto posto davanti a Sylvain Guintoli

Non è riuscito a ripetersi il francese del team Pata Honda a cui, come abbiamo già detto, è toccato subire un sorpasso decisivo da parte del giovanissimo compagno di squadra Van der Mark. A quanto pare, Sylvain si è trovato più a suo agio nella guida su asfalto bagnato.

Sensibile miglioramento per Niccolò Canepa che chiude in settima posizione, davanti a Jordi Torres, la sua gara 2. Con l'ottavo posto ottenuto al culmine di una tenace rimonta dalla quattordicesima posizione, lo spagnolo sopperisce in parte al deludente dodicesimo posto rimediato in gara 1.

Anche se non è partito molto velocemente, Luca Scassa è stato in grado di trovare un buon ritmo che gli ha permesso di superare Badovini nei primi giri, posizionandosi ottavo. Nonostante il buon passo sostenuto per tutta la durata della gara, Luca non è riuscito a colmare il gap fra lui ed i piloti che lo precedevano, passando sotto la bandiera a scacchi in nona posizione.

E' toccato ad Alex Lowes stavolta chiudere la top ten, alle spalle del britannico portacolori Suzuki, figura il marchigiano Matteo Baiocco che in gara si è imposto sulla wild card Reiterberger e su Tati Mercado, rispettivamente tredicesimo e dodicesimo.

Camier su MV Agusta chiude in quindicesima posizione mentre Vizziello ottiene il diciassettesimo posto. Da segnalare la caduta all'undicesimo giro senza per Ayrton Badovini mentre era in ottava posizione. Per lui nessuna conseguenza fisica.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Jonathan Rea - Kawasaki Racing Team 1° : "Per me significa molto vincere sul bagnato e poi anche sull'asciutto, dimostra proprio la forza del pacchetto Kawasaki ed è incredibile. Ero un pò preoccupato quando la pioggia ieri sera ha tolto un pò di grip alla pista, quindi ho deciso di scegliere la soft perchè avevo dei timori, però la gomma è rimasta costante ed io devo ringraziare tutti i miei meccanici perchè veramente mi hanno dato una moto fantastica."

Chaz Davies - Aruba.it Racing-Ducati SBK Team : "Avevo un passo abbastanza veloce ma, considerando anche la mia posizione in classifica, ho scelto di non prendere troppi rischi, cercando di raggiungere Rea. A metà gara quando ho visto che Sykes aveva perso un po’ di terreno, ho deciso di accontentarmi della seconda posizione finale. Sono soddisfatto, sia per il fatto che quello di oggi è il mio primo podio Superbike a Magny-Cours, che per il fatto che andiamo in Qatar con un vantaggio di 16 punti su Sykes. Lui è sempre stato forte qui in Francia e quindi mi aspettavo di perdere più punti oggi; è andata bene quindi e adesso ci concentriamo sul ultimo round."

Tom Sykes - Kawasaki Racing Team 3°: "Oggi è andata così, è il meglio che ho potuto fare in questa corsa quindi in realtà sono contento. Onestamente è chiaro che ho un pò di problemi proprio sulle curve, sono andato forte nelle prove libere ma lo stesso setting non si è rivelato valido poi in corsa, le condizioni sono cambiate purtroppo e quindi non avevamo il setting migliore."

WSBK MAGNY-COURS 2015 - CLASSIFICA GARA 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 luglio - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.