Superbike
Carattere

A Jerez de la Frontera Jonathan Rea si è laureato campione del mondo Superbike 2015, è stato però Tom Sykes il dominatore di gara 1. Quest'ultimo festeggia così il primo successo in carriera sul difficile circuito spagnolo, davanti a Chaz Davies e ad un tenace Michael Van der Mark.

Con soli sei punti mancanti per vincere il titolo di campione del mondo, sarebbe bastato un decimo posto a Jonathan Rea per portare a casa il risultato più prestigioso della sua carriera motociclistica. Il pilota britannico ha finito la sua gara 1 in quarta posizione, che paradossalmente rappresenta il peggior risultato di una stagione strepitosa, stradominata con ben 12 sono ed un totale di 20 podi.

Purtroppo la Kawasaki 65 oggi ha fatto qualche capriccio e Johnny, dopo aver percorso 6 giri in seconda posizione all'inseguimento di un velocissimo Sykes, ha iniziato gradualmente a perdere terreno sino scivolando gradualmente in quarta posizione, mantenendola e difendendola da un combattivo Leon Haslam fino al traguardo. foto podio jonathan rea campione mondo superbike 21015

Ad aggiudicarsi la prima manche è stato invece un velocissimo Tom Sykes. Con una partenza da manuale, forte della pole record conquistata ieri, il campione del mondo 2013 ha dominato la gara dall'inizio alla fine. "Non amo avere avversari davanti e/o alle spalle" - aveva detto Sykes al termine della Superpole - così ha pensato bene di partire come una saetta, per guadagnare il margine necessario a tenere a bada i suoi inseguitori per tutta la durata della gara. A metà gara Tom viaggiava con circa tre secondi e mezzo di vantaggio sul più veloce degli inseguitori, nonchè avversario principale nella lotta per il titolo di vice campione del mondo, Chaz Davies

Il gallese è stato bravissimo a tirarsi via dagli impacci di una partenza difficile (sesta posizione della griglia). Balzato in terza posizione alle spalle di Rea, subito dopo lo spegnimento del semaforo, Davies, ha guadagnato un'altra posizione durante il sesto dei venti giri previsti. Con la seconda piazza in pugno, negli ultimi dieci giri Chaz ha aumentato il suo passo per raggiungere Sykes, ma il vantaggio del britannico era ancora troppo ampio.foto sykes kawasaki wsbk jerez 2015 gara1

A cogliere il terzo gradino del podio è stato un sorprendente Michael van der Mark che, partito dalla quarta posizione in griglia ha perso subito due posizioni alla curva uno ritrovandosi alle spalle di Canepa e Haslam. Caduto il genovese del Team Althea durante il terzo giro, il ventiduenne olandese non ha tardato ad acquisire la posizione lasciata libera, sbarazzandosi al settimo giro del britannico dell'Aprilia. La grande determinazione e l'efficacia di una ritrovata Honda, gli hanno permesso di passare Rea a metà gara.

Sospiro di sollievo in casa Aprilia per il quinto posto finale di Leon Haslam. Con una partenza aggressiva, il trentaduenne inglese, è saltato dall'undicesimo al quinto posto. A partire dal tredicesimo giro Haslam non si è risparmiato in attacchi irruenti ai danni di Rea per la contesa della quarta piazza, ma  chiamando in causa la grande accelerazione del quattro cilindri giapponese, Rea è riuscito a contenere ogni attacco dello zelante connazionale.

Gara soddisfacente per il collaudatore Michele Pirro che partito dalla settima casella in griglia, ha faticato un poco nella prima fase quando le gomme erano ancora nuove, per recuperare sui suoi avversari, mantenendo la settima posizione. Nella seconda fase, grazie ad un passo decisamente più veloce, Michele si è avvicinato ad Haslam e Rea, i piloti subito davanti a lui, per tagliare il traguardo in sesta posizione.

Alle spalle del pilota pugliese, si è piazzato Alex Lowes su GSXR1000 del team Voltcom Crescent Suzuki seguito da Matteo Baiocco, miglior portacolori del team Althea Racing. Le prime dieci posizioni si completano con Camier e Guintoli rispettivamente nono e decimo mentre David Salom ha concluso la sua gara in undicesima posizione.

Giornata da dimeticare per Jordi Torres che, partito dalla quinta casella dello schiermento di partenza, a causa di una sfollata in prossimità della prima curva ha fatto un dritto. Rientrato in diciottesima posizione è stato costretto ad una gara tutta in salita, conclusa sul finire con la conquista della dodicesima piazza.

Amaro in bocca per Ayrton Badovini, solo quindicesimo per i soliti problemi di setup della sua BMW e per Niccolò Canepa, caduto durante il terzo giro mentre era in quarta posizione. Il genovese, rientrato in ultima posizione, ha concluso la sua gara 1 in diciassettesima posizione.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Tom Sykes - Kawasaki Racing Team 1° : "Mi sono emozionato così tanto oggi perchè ho lavorato tutto l'anno per avere questa moto e quindi l'importante era fare una buona gara. E' vero che bisogna fare ancora qualche miglioramento, però non voglio disturbare troppo il lavoro che è stato fatto questa settimana. Comunque certo è la mia prima gara qui a Jerez in queste condizioni, è un circuito che non è mai stato particolarmente favorevole per me e la Kawasaki ha lavorato così tanto e duramente e quindi assolutamente il merito va a loro anche per tutto il lavoro. Sono contentissimo e non vedo l'ora di cominciare gara 2."

Chaz Davies - Aruba.it Racing-Ducati SBK Team 2° : "Sono contento, i primi giri sono problematici, siamo troppo lenti. Ho perso 2/3 secondi da Tom e la distanza è rimasta uguale per tutta la gara. Però non è male la seconda posizione dopo la caduta di questa mattina. Ringrazio la mia squadra per avermi dato una moto ok per la gara. Per gara 2 cambieremo qualcosa e speriamo in una possibile battaglia con Tom."

Michael Van der Mark - PATA Honda World Superbike Team 3° : "Innanzitutto congratulazioni a Jonathan, ha fatto davvero un lavoro fantastico per tutto l'anno e meritava davvero questo risultato. Questa settimana abbiamo fatto un passo avanti, ci siamo qualificati bene in superpole e so di aver avuto un buon passo. Poi ho un pò perso i ragazzi davanti e per la gestione delle gomme sono stato un pò dietro. Poi c'è stato Leon e quando l'ho superato ho cercato di creare un pò di gap e avvicinarmi un pò a Chaz ma non è stato possibile. Comunque sono contentissimo, dopo tutti i problemi che abbiamo avuto durante la stagione, finalmente siamo sul podio."

WSBK JEREZ 2015 - CLASSIFICA GARA 1

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 giugno - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.