Superbike
Carattere

Chaz Davies è riuscito ad imporsi anche in gara 2 a riprova dell'ottimo lavoro svolto dalla sua squadra e del feeling che il giovane pilota gallese ha dimostrato di avere per tutto il week end, in sella alla velocissima Panigale R, sul tortuoso tracciato di Laguna Seca.

Per la terza volta in questa stagione 2015, Davies è riuscito ad interrompere lo strapotere delle Kawasaki ed a precludere ogni possibilità di vittoria a Tom Sykes e Jonathan Rea. I due uomini in verde si sono quindi dovuti accontentare di un risultato identico a quello ottenuto in gara 1, ovvero, un secondo e terzo posto staccati rispettivamente di 1,4 e 1,9 sec dal vincitore. Per il leader del mondiale Rea (407 pt.), il titolo di campione del mondo è ormai questione di una/due gare al massimo ed il nord-irlandese, attento a non assumersi rischi inutili in un tracciato poco incline a concedere sorpassi, ha dichiarato di essere soddisfatto dei 32 punti guadagnati.

In Ducati si festeggia quindi per la bella doppietta del biondo pilota gallese ma c'è grande apprensione e sconforto per una brutta caduta di Davide Giugliano verificatasi durante il secondo dei 25 giri previsti. Mentre era in quinta posizione alle spalle di Leon Haslam, il pilota romano è improvvisamente scivolato e, finito nella via di fuga, ha iniziato a ruzzolare violentemente. Trasportato al centro medico per i dovuti accertamenti, gli è stata riscontrata una doppia contusione al ginocchio ed al tallone della gamba destra.

A richiamare l'attenzione degli appassionati sulle posizioni a ridosso del podio, ci hanno pensato i due piloti Aprilia, Leon Haslam e Jordi Torres, impegnati in una accesa contesa per la conquista della quarta piazza, andata poi al giovane pilota spagnolo che, durante il ventiduesimo passaggio, ha sferrato l'attacco decisivo ai danni del compagno di squadra.foto podio wsbk laguna seca 2015 davies sykes rea

Con un buon sesto posto finale, Ayrton Badovini, è riuscito a rimediare in parte allo zero causato dal ritiro forzato in gara 1 per problemi tecnici alla S1000 RR del BMW Motorrad Italia SBK Team. E' riuscito a migliorare, seppur di una sola posizione, il giovane pilota olandese Michael Van der Mark, mentre il genovese Niccolò Canepa, nuovamente in forze al Team Althea al posto di Nico Terol, ha chiuso la sua gara in ottava posizione.

Mercado, Camier, De Puniet e Ramos, hanno confermano le stesse posizioni di gara 1, mentre Matteo Baiocco non è riuscito a salire oltre il tredicesimo posto. Alle spalle dell'italiano si sono classificati Vizziello e Ponsson rispettivamente quattordicesimo e quindicesimo. 

Da segnalare la caduta di Sylvain Guintoli al primo giro, per effetto di una incomprensione con Alex Lowes. Mentre era alle spalle dell'inglese, Guintoli non si sarebbe accorto della manovra iniziata dall'avversario per rientrare ai box e lo ha tamponato. Con la moto irrimediabilmente danneggiata, il francese ha dovuto abbandonare la gara.

Rientrato ai box per montare le rain senza un motivo valido, Lowes ha poi ripreso la sua corsa, ma alla fine del sesto giro ha pagato con il ritiro la sua scelta sbagliata. Week end del tutto negativo invece per David Salom il quale, ha rimediato il secondo zero in questo round americano per problemi tecnici.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Chaz Davies - Aruba.it Racing-Ducati SBK Team : "Sono molto contento di essermi ripetuto, ho cercato di tenere un passo sul 24 basso ma non è stato per niente facile. A qualche giro dalla fine, con le gomme ormai consumate e con molta fatica addosso è stato molto difficile. In Ducati hanno lavorato particolarmente bene in questo week end, il mio pacchetto era assolutamente il migliore che si potesse desiderare, mi sono trovato molto bene con la moto e con il team."

Tom Sykes - Kawasaki Racing Team 2°: "Davies non era battibile oggi, è andato subito molto forte, all'inizio è scappato via, aveva un grandissimo passo. Ad un certo punto ho pensato che il GAP si potesse ridurre ma poi alla fine era comunque troppo ampio. Ho dovuto guardarmi da Jonathan Rea, comunque due secondi posti non sono assolutamente male ! Oggi sono riuscito a migliorare il mio feeling con la moto, tuttavia qualche problema di stabilità c'era. Spero di poter migliorare ulteriormente per la gara di Sepang tra due settimane."

Jonathan Rea - Kawasaki Racing Team 3°: "Sono molto contento, tutto sommato guidavo abbastanza bene anche se non ero completamente apposto con la moto, devo ringraziare i miei meccanici per aver lavorato così duramente per tutto il week end, con l'anteriore però non avevo tutto il feeling che avrei voluto avere e comunque un terzo posto non è così male. Per me non è una priorità vincere il mondiale a Sepang, se lo vincerò a Jerez non cambierà assolutamente nulla."

WSBK LAGUNA SECA 2015 - CLASSIFICA GARA 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 luglio - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.