Superbike
Carattere

Obiettivo centrato da Tom Sykes, vincitore di Gara 1 nel round di Donington. Autore di una prova eccellente, il pilota britannico è riuscito a mettere in riga il connazionale e compagno di squadra Jonathan Rea, unico avversario in grado di fronteggiarlo a suon di sportellate per ben due terzi di gara.

Decisiva la quattordicesima tornata in cui, un contatto fra i due contendenti fa desistere Rea il quale con un cenno invita Sykes a passare, evitando inutili rischi per il leader della classifica in ottica campionato.

Tom conquista quindi il suo primo alloro stagionale davanti al pubblico di casa, il ventitreesimo in carriera con il quale sancisce definitivamente la fine delle avversità che lo hanno ostacolato nella prima fase di stagione.

A Rea va invece il terzo secondo posto stagionale davanti al gallese Davies. Chaz è stato autore di una bella gara ma la Panigale R si è rivelata nettamente inferiore ai due missili di Akashi, prova ne è l'incredibile distacco di oltre 15 secondi da Sykes (11 da Rea) a fine gara.

Quarto posto per un bravissimo Leon Haslam il quale, partito come un razzo, si è messo in testa nel primo giro ma già al secondo è stato sopravanzato da Rea ed al quarto da Sykes. Nonostante il dolore alla costola fratturata in gara 2 a Imola, Leon ha comunque mantenuto la terza posizione fino alla diciassettesima tornata, momento in cui è stato superato da Davies.

Se Haslam è stato bravissimo, Ayrton Badovini, con il quinto posto finale si è rivelato davvero strepitoso. Partito dalla undicesima casella dello schieramento, Ayrton ha guadagnato subito la settima posizione ma nel corso del primo giro ha subìto un sorpasso da Guintoli ed al terzo da Camier. Da quel momento in poi Ayrton ha iniziato una rimonta graduale, culminata durante il diciannovesimo giro con il sorpasso di un ostinato Alexander Lowes.

Quest'ultimo si è dovuto quindi accontentare del sesto posto davanti al secondo alfiere Aprilia, Jordi Torres. L'insoddisfatto Sylvain Guintoli alle prese con una CBR1000 RR che non ha ancora digerito i nuovi telaio e forcellone, conclude la sua gara con l'ottava piazza davanti a Leon Camier.

Gara da dimenticare per Davide Giugliano il quale, partito con una moto particolarmente nervosa, è stato costretto a rientrare ai box dopo pochi giri, per evidenti problemi di aderenza al retrotreno. Tornato in pista con pneumatici nuovi, i problemi si sono ripresentati, precludendo ogni possibilità di rimonta a Davide il quale ha concluso la gara in diciassettesima posizione.

Male anche per Van der Mark squalificato per essere rientrato ai box con lo scopo di riparare la moto dai danni di una scivolata durante il quinto giro, manovra non consentita dal regolamento il quale prevede che la moto venga riparata al di fuori dei box.

Sfortuna per Matteo Baiocco caduto al tredicesimo giro mentre tentava di riguadagnare l'ottava posizione soffiatagli poco prima da Jordi Torres.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Tom Sykes - Kawasaki Racing Team 1° : "Non abbiamo cominciato al meglio, Johnny voleva superarmi ma io sapevo che avevamo un buon passo, un buon ritmo ma ovviamente il progetto che avevano i ragazzi dietro di me era quello di disturbarmi. Ho cercato di trovare la mia opportunità per andare al meglio e mi sono divertito. Qui a Donington sia io che Johnny vogliamo lo stesso tipo di obiettivo, queste sono le gare."

Jonathan Rea - Kawasaki Racing Team 2° : " Tom aveva un passo davvero incredibile, dovevo un pò interrompere e disturbare questo ritmo e quindi volevo passarlo, volevo andare davanti, cercare di fare qualche cosa. E' semplice stare dietro ovviamente, però poi ho fatto un grande errore e si è creato del gap. Ho cercato di recuperare spingendo sul gas, alla fine poi mi sono rilassato, ho visto come reagiva la moto e pendo di aver fatto bene."

Chaz Davies - Aruba.it Racing-Ducati SBK Team 3° : "Sono molto soddisfatto perchè questa pista è molto molto difficile per me. Questo week end siamo un po' in difficoltà con il setting ed io non sono soddisfatto di questo però la gara è la gara, si spinge al 100%. Sono contento perchè per me è il primo podio qui a Donington. Oggi più di così è impossibile perchè le Kawasaki sono su un altro pianeta."

WSBK DONINGTON 2015 - CLASSIFICA GARA 1

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 giugno - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.