Superbike
Carattere

Le tappe italiane del mondiale Superbike sono sempre le più emozionanti, quando poi è il suolo romagnolo ad ospitare il campionato motociclistico più avvincente e combattuto in assoluto, la palpabile passione che anima il pubblico sugli spalti del circuito, rende tutto ancora più speciale ed il successo dell'evento è quasi scontato.

La prima manche del round di Imola non ha tradito le aspettative e i colpi di scena non sono di certo mancati. Il più preoccupante è stato certamente la caduta di David Salom durante il decimo giro, circostanza in seguito alla quale la direzione corsa ha prudenzialmente deciso di interrompere la gara, dato che l'Autodromo Enzo e Dino Ferrari non decanta un livello di sicurezza particolarmente elevato. Trasportato al medical center, al pilota spagnolo, sono state riscontrate una piccola frattura al radio sinistro ed una forte contusione al gomito dello stesso braccio, tuttavia Salom dovrebbe essere presente il 24 maggio a Donington.

Gara 1 è stata così divisa in due tempi, il primo quasi interamente dominato da un determinatissimo Davide Giugliano il quale, partito come un missile, ha iniziato subito a tirare per guadagnare margine sugli inseguitori (Sykes e Rea) consapevole che a fine gara il suo fisico avrebbe risentito dei tre mesi di fermo cui è stato obbligato dopo la caduta nei test di Phillip Island.

Già all'ottavo giro però il pilota romano subìva il sorpasso di un lungimirante Tom Sykes il  quale tentava di guadagnare terreno anche sul compagno di squadra che in quel momento era terzo, ma i propositi bellici del campione del mondo 2013 venivano soffocati dall'esposizione della bandiera rossa.

Alle ore 11:05 i piloti prendevano nuovamente il via per una "mini manche" di soli sei giri, dove i due alfieri Kawasaki, Tom Sykes e Jonathan Rea si portavano subito al comando della corsa, mentre Giugliano riusciva a mantenere la terza posizione nonostante la grande stanchezza.foto tifosi davide giugliano imola wsbk 2015

La gara veniva vinta da Jonathan Rea, il quale aggiungeva la settima affermazione, alle sei già ottenute, incrementando il margine in classica generale di altri 25 punti. Quest'ultima comincia così a delineare la supremazia assoluta della casa di Akashi, forte del pacchetto più competitivo. 

A conferma di ciò c'è il secondo posto di Tom Sykes il quale con il nuovo record della pista (1’46”707) sembra essere ritornato al suo consueto stato di forma. Giugliano chiude quindi in terza posizione davanti a Leon Haslam. Il britannico è ancora alle prese con un'Aprilia difficile da guidare sul circuito del Santerno. Sorprende invece il quinto posto finale di Sylvain Guintoli in sella alla Honda CBR1000 RR con la quale conquista il suo miglior risultato stagionale.

Bravo Ayrton Badovini il quale conclude la sua gara di casa con un ottimo sesto posto davanti a Leandro Mercado e al connazionale Matteo Baiocco (8°). Michael Van der Mark chiude linvece in nona posizione davanti ad un Michel Fabrizio costretto a prendere confidenza con una moto a lui sconosciuta, dopo un anno di assenza dalle corse.

Da segnalare il ritiro di Chaz Davies, al settimo giro mentre era in quarta posizione, per un problema tecnico che lo ha costretto ad uscire di pista e la caduta di Leon Camier a tre giri dalla fine, mentre era in tredicesima posizione.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Jonathan Rea - Kawasaki Racing Team 1° : "Abbiamo lavorato duro per tutto il week end per avere un buon feeling e sono comunque felicissimo anche perchè è un momento speciale, essere qui in Italia, a Imola è bello. Ma penso che la cosa più bella oggi sia, aldilà di essere sul podio, che siamo qui assieme anche perchè quando Giugliano era a casa non si è goduto appieno il campionato quindi non vedo l'ora di lottare assieme al mio compagno."

Tom Sykes - Kawasaki Racing Team 2° : "Non abbiamo apportato modifiche durante l'interruzione, la moto andava bene ed ero pronto per andare all'attacco ma ho fatto un piccolo errore quindi per questo sono un pò deluso sinceramente, il terzo errore che ho fatto questo week end se dobbiamo stare a contarli però abbiamo bisogno di migliorare, non solo quello che faccio io ma anche la performance della moto. La Kawasaki sta andando benissimo in generale e non vedo l'ora di fare gara 2."

Davide Giugliano - Aruba.it Racing - Ducati Superbike Team 3° :“Sono molto contento del podio, che a livello personale, vale come una vittoria. Dopo la prima parte della prima manche ero già stanco e nella seconda parte ho sofferto molto; non avrei potuto fare di più."

WSBK IMOLA 2015 - CLASSIFICA GARA 1 - BANDIERA ROSSA

WSBK IMOLA 2015 - CLASSIFICA GARA 1 - FINALE

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 luglio - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.