Superbike
Carattere

foto jonathan rea podio gara1 phillip island 2015Non poteva cominciare in modo più spettacolare il mondiale Superbike 2015, con una prima di campionato al cardiopalma che preannuncia una stagione più incerta ed entusiasmante che mai.

A vincere un determinatissimo Jonathan Rea - Kawasaki Racing Team, al culmine di una gara combattuta e difesa a denti stretti da due tanto agguerriti quanto degni avversari : Leon Haslam - Aprilia Racing Team Red Devils (2°) e Chaz Davies - Aruba.it Racing Ducati Superbike Team (3°).

Il pilota Kawasaki partito in poleposition domina i primi 12 giri senza commettere errori ma è braccato da Haslam e Davies, in lotta fra loro per la seconda posizione. Al tredicesimo giro il neoacquisto Aprilia, sferra l'attacco e supera Rea assumendo il controllo della gara.

Haslam tenta di allungare ma al quindicesimo giro, nell'affrontare la curva tre, commette un errore ed esce di pista a 230 km/h fortunatamente senza cadere.

Rientrato in quarta posizione, alle spalle del debuttante Jordi Torres, Haslam comincia a recuperare il terreno perduto guadagnando la terza posizione al diciottesimo giro e la seconda al ventesimo dei ventidue passaggi previsti.

La gara si conclude con il giro finale caratterizzato da uno scambio di sorpassi fra Rea ed Haslam a tenere tutti con il fiato sospeso, ma sul rettilineo d'arrivo è il pilota Kawasaki ad avere la meglio grazie al generoso motore della sua ZX-10R Ninja.foto phillip island leon haslam aprilia rsv4

Debutto eccellente per l'infortunato Jordi Torres - Aprilia Racing Team Red Devils (4°) e per il giovanissimo ed irruento Michael van der Mark - Pata Honda World Superbike Team (5°).

Quest'ultimo è finito al centro di una polemica a causa di un sorpasso radente ai limiti della regolarità, compiuto ai danni di Tom Sykes - Kawasaki Racing Team (6°) durante il quinto giro in fondo al rettilineo. Il vicecampione del mondo, finito fuori traiettoria si è visto compromettere in maniera pesante la gara, costretto poi ad un recupero dalla decima posizione.

Quarantacinque anni di età e sette stagioni di assenza dalle competizioni non hanno minimamente scalfito le grandi capacità di Troy Bayliss. Ottimo avvio per il tre volte iridato, chiamato a sostituire l'infortunato Davide Giugliano, prematuramente fuori dai giochi per la frattura di due vertebre in seguito ad una caduta durante la seconda sessione di test a Phillip Island (90 giorni di prognosi per lui).

Partito dalla tredicesima casella, Troy si è portato in settima posizione al secondo giro, ma ha patito un graduale consumo di gomme (probabilmente dovuto ad un assetto sbagliato) che lo ha costretto a concludere la sua gara in tredicesima posizione.foto troy bayliss ducati panigale 1199 aruba

Settimo posto per il campione del mondo 2014 Sylvain Guintoli - Pata Honda World Superbike Team. Opaca prestazione per il francese al debutto sulla CBR 1000RR il quale lamenta ancora disturbi derivanti dalla caduta dei test di Jerez.

Con l'ottavo posto Nico Terol è il miglior pilota del team Althea Racing Ducati mentre il nono posto di Alex Lowes - Voltcom Crescent Suzuki è da considerarsi deludente visti gli ottimi risultati ottenuti durante i test.

Matteo Baiocco - Althea Racing Ducati, unico italiano in gara, chiude  in undicesima posizione.

Da segnalare la caduta di Niccolò Canepa - Team Hero EBR a sette giri dalla fine. Il pilota genovese è stato trasportato in clinica mobile con sospetta frattura alla gamba sinistra, diagnosi smentita poi da una radiografia che ha palesato solo la presenza di una forte distorsione.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Jonathan Rea : "Avevo concordato con i tecnici del team di tenere un ritmo basso. Non mi aspettavo di andare subito al comando. Ho cercato di gestire la gara stando davanti ma ma girando abbastanza lento perchè sapevo che nel finale qualche sorpresa sarebbe arrivata. Invece sono riuscito a gestire la gara fino alla fine ed è arrivato questo grandissimo risultato."

Leon Haslam : "Sono partito bene, mi sentivo bene ed aspettavo i giri seguenti. Poi ho rischiato di tamponare Davies e con questo errore ho pensato che la mia gara fosse finita. Poi sono riuscito a rientrare in quel finale ma forse era un pò troppo tardi per lottare con Rea. Sono contento per questo podio ma un pò deluso per la seconda posizione."

WSBK 2015 GP AUSTRALIA - CLASSIFICA GARA 1

LEGGI I RISULTATI DI GARA 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{nomultithumb}

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 luglio - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.