Superbike
Carattere

Con la vittoria odierna Jonathan Rea sale a quota 53 successi in carriera, e diventa il secondo pilota più vittorioso nella storia del mondiale Superbike. Secondo solo a Carl Fogarty (59), il nordirlandese ha piazzato oggi il 15° sigillo su un campionato che lo stesso ha chiuso un mese fa a Magny-Cours, dunque con largo anticipo sul finale di stagione in corso di svolgimento a Losail.

Al via Rea, mattatore in prova e in qualifica sul caldissimo circuito qatariota, è partito a razzo dalla prima casella dello schieramento. Giusto il tempo di prendere un ritmo a dir poco impressionante, e via verso la consueta gara in solitaria: l'arrivo sul traguardo segnalava quasi cinque secondi di vantaggio sul secondo classificato, Chaz Davies. Altrettanto entusiasmante la gara del ducatista che, nonostante la partenza dall'ottava casella, è riuscito a guadagnare la seconda posizione già durante il quarto giro, lasciandosi peraltro alle spalle Tom Sykes, suo unico avversario nella lotta per il secondo posto in campionato.

Altrettanto rapida è stata la perdita di posizioni dell'alfiere Kawsaki che dal secondo posto, in appena cinque tornate era già affossato in sesta posizione, piazzamento che ha poi mantenuto fino al passaggio sotto la bandiera a scacchi. Con un vantaggio di dieci punti, Chaz Davies detiene ora la seconda posizione provvisoria in campionato. Domani la gara decisiva.

A rialzare le sorti di una Ducati afflitta da pesanti problemi di grip, è stato anche Melandri, autore di una grintosa rimonta dalla nona casella dello schieramento di partenza. L'ascesa del ravennate è stata agevolata dal ritiro di Forès per un problema alla sua Ducati, e dalla caduta dell'alfiere Yamaha, Alex Lowes. Il britannico viaggiava in terza posizione quando, all'undicesimo giro, ha perso l'anteriore della sua R1. Rimasto incolume, Lowes è tornato subito in corsa ma al 16° giro è caduto di nuovo mentre tentava di recuperare posizioni (era 13º), e ha quindi rimediato il quinto zero stagionale in un week end che lo ha visto finora fra i protagonisti.

A raccogliere la quarta piazza finale è stato invece il francese Eugene Laverty seguito dal compagno di squadra Lorenzo Savadori (5º), entrambi in sella alle Aprilia RSV4 del team Milwaukee.

Settimo posto finale per Jordi Torres, unico portacolori del team Althea BMW Racing a tagliare il traguardo: Raffaele De Rosa è caduto durante il nono giro mentre lottava per l'ottava posizione.

Oltre a Lowes e De Rosa, sono caduti Van der Mark e Andreozzi. Giugliano si è invece ritirato durante il sesto giro per un problema tecnico alla sua CBR1000RR. 

Domani la seconda manche alle ore 19:00 italiane.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Jonathan Rea - Kawasaki Racing Team 1°: "Troy Bayliss era un idolo per me ! Pareggiare il suo numero di vittorie è stato incredibile per me due settimane fa a Jerez, e adesso essergli davanti è davvero una gran cosa. Mi fa rendere conto di quali progressi ho fatto nella mia carriera. E' stata una gara incredibile perchè ho spinto davvero fino alla fine, il mio obiettivo era quello di vincere. Domani sarà un pò più difficile partendo dalla terza fila, però spero che la gente abbia apprezzato il mio impegno oggi in gara."

Chaz Davies - Aruba.it Racing - Ducati 2°: "Sono contento per i punti presi su Tom, però la gara è stata molto difficile perchè non avevo grip, come ieri in prova ed oggi in qualifica, sia in ingresso curva che in uscita. Ad ogni modo sono qui sul podio e sono contento. Cercherò di restare concentrato per domani."

Marco Melandri - Aruba.it Racing - Ducati 3°: "All'inizio faticavo molto, mi mancava grip dietro e non riuscivo a essere incisivo per superare. In tutte le curve lunghe, dove serviva grip e trazione, perdevo e arrivavo lontano. Dopo, a un certo punto, anche agli altri sono calati...ho guadagnato un pò, ma poi gli ultimi sette giri col davanti ero molto in difficoltà perchè ho forzato tanto all'inizio. Ho preferito accontentarmi e non rischiare. Dopo un week end così, il terzo posto va bene. Ci ripensiamo domani !"

WSBK QATAR 2017 - CLASSIFICA GARA 1

WSBK QATAR 2017 - GRIGLIA DI PARTENZA GARA 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 luglio - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.