Superbike
Carattere

Doppietta di Chaz Davies sul circuito tedesco del Lausitzring. Secondo classificato Jonathan Rea seguito da Marco Melandri e dal compagno di squadra Tom Sykes.  

La griglia invertita non è bastata a fermare oggi Chaz Davies che al via scattava dalla nona casella dello schieramento. Otto posizioni da recuperare: fatto, in appena dieci giri ! A 24 ore dalla strepitosa vittoria di ieri dunque il numero sette era di nuovo al comando della classifica, inseguito dal temibile Jonathan Rea, del tutto impotente quest'oggi nei confronti del coriaceo ducatista. Nelle restanti dieci tornate Rea ha infatti perso il contatto con l'avversario che ha progressivamente incrementato il distacco, mettendo al sicuro la vittoria.

L'arrivo sul traguardo di Chaz segnava per quest'ultimo il sesto trionfo stagionale, il 26° in carriera. Sul podio oltre a un rassegnato Rea un sorridente Marco Melandri, autore quest'oggi di una buona gara. Partito dalla pole position, in virtù del nuovo regolamento, il ravennate è rimasto al comando per i primi quattro giri, salvo poi scivolare gradualmente al terzo posto che ha mantenuto sino al traguardo.

Ancora una gara nell'ombra invece per il campione del mondo 2013, Tom Sykes: partito dalla settima casella dello schieramento, mentre il trio di testa distanziava il gruppone di inseguitori, il britannico faticava non poco nel tentativo di scalare la classifica. Guadagnata la quarta posizione al quattordicesimo giro, il numero sessantasei ha tagliato il traguardo con oltre 14" di ritardo dal vincitore Davies.

A chiudere la top five il connazionale Alex Lowes su Yamaha R1 che precede l'alfiere MV Agusta, Leon Camier (6°) e Lorenzo Savadori. Il cesenate del team Milwaukee Aprilia, si è mantenuto prima in quinta, poi in quarta posizione. Dal tredicesimo giro in poi il drop delle gomme lo ha però costretto a ridurre il ritmo e Lorenzo ha dunque concluso la sua gara in settima piazza.

Nella top ten anche lo spagnolo Torres (8°), l'idolo locale Reiterberger (9°) e il trentunenne del team Barni Racing Xavi Forès. Solo undicesimo l'olandese del team Pata Yamaha Michael Van der Mark, ma è andata peggio a De Rosa e Badovini che hanno concluso questa seconda manche rispettivamente in quindicesima e diciottesima posizione.

Discorso a parte va fatto per Davide Giugliano, impegnato per la prima volta con la nuova Honda CBR1000RR 2017 del team Red Bull. Il pilota romano, alle prese con una moto che necessita di essere ancora sviluppata, ha concluso la gara in diciassettesima posizione.

Non pervenuti, Krummenacher, Laverty, Szkopek e Russo: caduti i primi tre, ritirato il quarto.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Chaz Davies - Aruba.it Racing - Ducati 1°: "Sono molto soddisfatto, questa gara è stata fra le più eccitanti ma anche fra le più difficili della stagione, perchè partire dal nono posto in griglia non è facile. E' molto difficile sorpassare i piloti che precedono. E' stato molto difficile trovare un punto per passare Marco e Johnny. Ho fatto qualche bel sorpasso e sono molto molto contento. Questa vittoria è speciale, ringrazio Ducati. Sono carico per il finale di stagione."

Jonathan Rea - Kawasaki Racing Team 2°"La partenza è stata davvero incredibile. Ho cercato di essere molto aggressivo e di procedere, fare passi avanti quanti più in fretta possibile. Il passo era ottimo, ma anche quello di Marco, e Chaz, onestamente era su un livello diverso. Non è andato nulla storto, è stato lui che è stato davvero impressionante. Io ho cercato di stargli attaccato per quanto potevo, però un decimo dopo l'altro mi ha staccato...quindi congratulazioni a lui ! Comunque sono contento del lavoro fatto, ho dato il 100%. E' una gara molto fisica questa, la moto e questo tracciato (pieno di sconnessioni) lo sono anche. Vediamo come andrà la porssima gara, non vedo l'ora !"

Marco Melandri - Aruba.it Racing - Ducati 3°: "Dopo ieri non ci avrei creduto di finire sul podio e non lontano dal primo. Invece oggi, vedere che mancava qualcosina, mi scocciava. Abbiamo fatto un grande lavoro anche se in alcuni settori proprio non riuscivo a guidare, la moto era molto nervosa e, nonostante girassi molto depotenziato, si muoveva e dovevo parzializzare molto il gas. Ho cercato di fare il mio passo e finire la gara, quindi sono davvero contento e ringrazio tutta la squadra che ha fatto un grande lavoro. Loro mi sostengono sempre !"

WSBK LAUSITZRING 2017 - CLASSIFICA GARA 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 luglio - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.