Superbike
Carattere

Vittoria numero venticinque per il campione delle derivate di serie Chaz Davies: battuto ancora una volta il leader del mondiale Jonathan Rea (2°). Terzo posto per Tom Sykes che precede il ravennate Marco Melandri (4°).

Gli assi della Superbike sono di nuovo in pista, carichi come non mai dopo la lunga pausa estiva. Lo scenario è quello dell'EuroSpeedway Lausitz meglio conosciuto come Lausitzring, dove il gallese Chaz Davies ha appena concluso una gara capolavoro, rimediando con la quinta vittoria stagionale ad una Superpole difficile, conclusa con il sesto tempo.

Momenti concitati in griglia di partenza per il ducatista, a causa di un problema al freno posteriore risolto in tempi record dai suoi tecnici. Scattato a fionda dalla seconda fila in sella alla potentissima Ducati Panigale R, il numero sette britannico ha concluso la prima delle ventuno tornate previste, in seconda posizione, a ridosso del poleman Tom Sykes.

Solo un altro giro è bastato però al gallese per imporsi anche sul numero sessantasei sopravanzato, nella tornata successiva, anche dal compagno di team Jonathan Rea. Guadagnata la seconda posizione, quest'ultimo ha cercato di contenere il distacco riservandosi l'attacco a fine gara: decisive le ultime sette tornate, quando il "drop" delle gomme ha costretto il campione del mondo in carica a rallentare e a rassegnarsi dunque ad una pur sempre dignitosa piazza d'onore. 

Gara in penombra quella di Tom Sykes che, esattamente come il suo compagno di squadra, ha pagato, soprattutto negli ultimi giri, la decisione di affrontare la manche con gomme di mescola morbida. Il pilota britannico ha concluso la corsa in terza posizione. Consistente il distacco dal vincitore - oltre 3" - ma poca cosa se raffrontato con quello di Marco Melandri: il ravennate ha condotto l'intera gara in quarta posizione. Il passaggio sul traguardo ha rivelato un imbarazzate +16.005", davvero troppi per un pilota ufficiale.

Decisamente buona invece la performance di Leon Camier, capace di raccogliere un ottimo quinto posto in un week end non certo facile, in sella alla moto più anziana del lotto. Alle spalle del britannico troviamo la Yamaha R1 di Alex Lowes (6°) e l'Aprilia Milwaukee guidata dal cesenate Lorenzo Savadori (7°), autore quest'ultimo del terzo miglior tempo in Superpole. Forès, Torres e Laverty completano la top ten, con lo spagnolo del team Althea BMW Racing protagonista di una strepitosa rimonta dalla ventunesima posizione.

Non hanno invece visto la bandiera a scacchi De Rosa, Szkopek, Russo, Jezek, Giugliano e Roccoli, tutti per problemi tecnici alle rispettive moto. Non si è invece presentato al via l'altro alfiere del team Red Bull Honda, Stefan Bradl, protagonista ieri di una brutta caduta in prova.

Domani alle ore 13:00, la seconda ed ultima manche, con lo schieramento di partenza che sarà definito dai risultati della gara odierna secondo il seguente schema:

  • I tre piloti più veloci occuperanno la terza fila e il 1° e il 3° scambieranno le loro posizioni;
  • I piloti che hanno concluso al 4°, 5° e 6° posto saranno in prima fila;
  • I piloti che hanno terminato al 7°, 8° e 9° posto partiranno invece dalla seconda fila.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Chaz Davies - Aruba.it Racing - Ducati 1°: "Nel giro di allineamento è successo il pandemonio. Ho rischiato di fare un high-side all’ingresso dell’ultima curva perché abbiamo avuto un problema al freno posteriore. I minuti prima della partenza sono stati molto concitati, perché di norma non è possibile risolvere un problema del genere in un tempo così limitato. Fortunatamente ho dei bravi meccanici, che hanno riportato il freno quasi al 100% della funzionalità, abbastanza per consentirmi di guidare come volevo. La partenza è stata molto buona e mi sono trovato in una posizione ideale nei primi giri. Quando ho preso il comando, ho semplicemente provato ad imporre il mio passo senza preoccuparmi dei tempi sul giro, e siamo riusciti a vincere. Il ritmo era buono, ma possiamo ancora migliorare in vista di Gara 2. Partiremo dalla nona posizione, ma credo che su questa pista ci siano vari punti in cui sorpassare. Inoltre, abbiamo lavorato molto sulle partenze. Mi aspetto un’altra gara spettacolare"

Jonathan Rea - Kawasaki Racing Team 2°"Oggi sembrava di essere sulla pista di motocross di Mantova. Io non avevo fatto un lavoro buono come quello di Tom durante le prove, però ho dato il 100% per poter vincere questa gara, per poter stare la davanti. Non ce l'ho fatta, alla fine avevo meno grip di Chaz. Per domani bisognerà controllare tutti i dati per vedere se andare avanti con questa soluzione di gomme o cambiare."

Tom Sykes - Kawasaki Racing Team 3°"Avevo qualche problema in uscita di curva, poi però perdevo terreno perché Johnny alla curva uno andava sul verde, una cosa che non è consentita, e lì qualcosina perdevo. Adesso dovremo capire se è il caso di cambiare qualcosa per domani."

WSBK LAUSITZRING 2017 - CLASSIFICA GARA 1

WSBK LAUSITZRING 2017 - GRIGLIA DI PARTENZA GARA 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 luglio - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.