Superbike
Carattere

Terzo successo in carriera per Chaz Davies sul difficile e infuocato circuito americano di Laguna Seca. Il gallese batte il campione del mondo Jonathan Rea (2°) a tre settimane esatte dal terribile incidente di Misano e dedica la vittoria al compianto Nicky Hayden. Terzo posto per Tom Sykes alle prese con qualche inaspettato problema di grip, quarto per il ravennate Marco Melandri.

Gara "soporifera" animata durante il dodicesimo giro dal sorpasso di Chaz Davies - secondo in quel momento - ai danni del leader provvisorio della classifica Tom Sykes. Il gallese è uscito dal panino Kawasaki in staccata al "cavatappi", impossessandosi così della testa della classifica. Con la pista libera davanti al muso della Panigale R, abbellita in questa occasione dall'inedita livrea tricolore ispirata alla nuovissima Panigale R Final Edition, il gallese ha tentato subito l'allungo sull'inseguitore Jonathan Rea

Il nordirlandese, a caccia del nono successo stagionale, ha guadagnato la seconda posizione quando Davies ha passato Sykes. Rea è rimasto aggrappato al ducatista finchè ha potuto, ma l'impresa quest'oggi si è rivelata più ardua del solito. Decisive a tal proposito le ultime cinque tornate durante le quali il gallese è riuscito, curva dopo curva, ad incrementare il suo vantaggio sul "cannibale" che stavolta si è quindi dovuto "accontentare" della piazza d'onore, giungendo sul traguardo con 1.2" di ritardo.foto davies wsbk vittoria laguna seca gara 1 2017

A rendere rendere comunque gustosa questa gara 1 per il Kawasaki Racing Team che intasca altri 36 pt. utili per il campionato, ci ha pensato anche Tom Sykes, terzo classificato sebbene a quasi sei secondi dal vincitore, dopo la bella superpole conquistata tre ore prima del via. A fine gara il numero sessantasei ha dichiarato di avere avuto problemi di aderenza con l'avantreno della sua ZX-10R e che dovrà risoverli per poter lottare in gara 2 per la vittoria.

Con la vittoria odierna Ducati sale a quota 334 successi nel campionato riservato alle derivate di serie, vittorie ottenute con il celebre motore bicilindrico che dal 2019 dovrebbe lasciare il posto all'inedito, e si spera ancor più competitivo, motore V4.

Melandri quest'oggi ha raccattato un buon quarto posto, ma sul traguardo è transitato con diciassette secondi e mezzo di ritardo dal compagno di squadra. Un distacco molto pesante causato da problemi di aderenza dovuti all'alta temperatura dell'asfalto (58°). Domani in gara 2 partirà dalla prima casella dello schieramento.

A raccogliere la quinta piazza è stato invece lo spagnolo Xavi Forès che, per tutta la gara, è riuscito a fronteggiare gli attacchi del coriaceo Leon Camier, sesto classificato in sella alla MV Agusta F4 del team Reparto Corse.

A chiudere la top ten lo spagnolo Jordi Torres (7°), seguito dall'olandese Michael Van der Mark (8°) autore di una grande rimonta, Tati Mercado (9°) e Lorenzo Savadori (10°), tutti ben oltre i 30" di ritardo dal vincitore Davies. E' andata peggio ai tre italiani De Rosa (13°), De Angelis (14°) e Badovini (16°). Non hanno invece visto il traguardo il britannico del team Pata Yamaha Alex Lowes, e il francese del team Milwaukee Aprilia, Eugene Laverty, entrambi caduti senza conseguenze fisiche.

Domani alle ore 14:00 locali (le 23:00 in Italia), la seconda ed ultima manche, con lo schieramento di partenza che sarà definito dai risultati della gara odierna secondo il seguente schema:

  • I tre piloti più veloci occuperanno la terza fila e il 1° e il 3° scambieranno le loro posizioni;
  • I piloti che hanno concluso al 4°, 5° e 6° posto saranno in prima fila;
  • I piloti che hanno terminato al 7°, 8° e 9° posto partiranno invece dalla seconda fila.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Chaz Davies - Aruba.it Racing - Ducati 1°: "E' un momento fantastico ! Tre settimane fa ero in ospedale, con un pò di dolore e oggi invece sono sul gradino più alto del podio. Sono molto contento perchè la gara di oggi è stata difficile. Tom è stato veramente veloce nei primi giri, e le gomme scivolavano tanto: ho perso l'anteriore più volte, però ho controllato quando stavo davanti a Johnny. Lui è stato un pò più veloce di me in qualche punto della pista. E' una bella vittoria per tutti, specialmente per Nicky Hayden, perchè qui è casa sua."

Jonathan Rea - Kawasaki Racing Team 2°"Guardando la gomma non sembra molto rovinata, il fatto è che nel T1 la Ducati di Davies aveva un'accelerazione pazzesca e li perdevo quei decimi che invece guadagnavo nel resto del tracciato. Dobbiamo lavorare per sistemare questo problema. Sono comunque contento di come si sta comportando la moto. Per la gara di domani sarà necessario solo qualche piccolo aggiustamento."

Tom Sykes - Kawasaki Racing Team 3°"Intorno a metà della gara ho cominciato a sentire problemi di grip in inserimento curva, cosa che non era mai capitata durante il week end e questo mi ha sorpreso un pò. Dovremo lavorare molto per migliorare questo aspetto. Gli altri ragazzi sono andati veramente molto forte, quindi bisogna mettersi a lavoro per ripetere domani una buona gara. Sono un pò deluso per aver perso un pò di punti."

WSBK LAGUNA SECA 2017 - CLASSIFICA GARA 1

WSBK LAGUNA SECA 2017 - GRIGLIA DI PARTENZA GARA 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 luglio - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.