Superbike
Carattere

Si è fatta un pò attendere, ma è comunque arrivata la prima sospirata vittoria stagionale per Marco Melandri. Un risultato importante perchè trattasi del 100° trionfo per un pilota italiano nel mondiale Superbike, ma soprattutto perchè conferma l'ottimo lavoro svolto finora dagli uomini di Borgo Panigale.

Una vittoria che segna, per il numero trentatrè, la fine di un lungo digiuno durato la bellezza di quasi tre anni: l'ultima volta che Marco mise le suole degli stivali sul gradino più alto del podio, risale infatti alla memorabile gara 2 del round di Magny Cours 2014. In quell'occasione il ravennate andò a prendersi una meritata vittoria alla guida dell'Aprilia RSV4 ufficiale, in barba agli ordini di scuderia che volevano il compagno di squadra Guintoli vincitore.

Anche il quindicesimo posto di ieri in gara 1, dovuto alla caduta durante l'ultimo giro, aggiunge gusto all'eccellente gara 2 odierna di Marco che al via è partito a razzo dalla decima casella dello schieramento. Nel corso del primo giro il ravennate ha guadagnato la sesta posizione, e nelle sei tornate successive è risalito fino alla seconda piazza superando prima il francese Laverty, poi il duo Kawasaki Rea/Sykes, portandosi così a ridosso del leader Jordi Torres.

Dal settimo al dodicesimo giro invece il ravennate si è limitato a seguire e studiare l'avversario spagnolo: l'attacco decisivo Marco lo ha sferrato invece durante la tredicesima delle ventuno tornate previste, con una durissima staccata alla curva della "Quercia". Da lì in poi la fuga verso una gara in solitaria, mentre Torres restava aggrappato alla seconda posizione. Per quest'ultimo però, autore di una gara eccellente, la possibilità di conquistare il podio è purtroppo sfumata durande il diciassettesimo passaggio, quando un problema tecnico alla S 1000 RR Althea Racing, ha messo clamorosamente fine alla sua gara 2.foto jordi torres wsbk misano gara 2 2017

A ereditare la seconda piazza lasciata libera dal numero ottantuno è stato dunque il leader del mondiale Jonathan Rea, mai quest'oggi in grado di poter lottare con il velocissimo Melandri, che al penultimo giro viaggiava verso la ventesima vittoria in carriera con un margine di 2.4". Il numero uno britannico si è quindi dovuto accontentare di una piazza d'onore che non lo soddisfa appieno ma che - complice l'assenza dell'infortunato Chaz Davies - gli ha permesso di mettere una bella ipoteca sul campionato. Rea viaggia ora indisturbato con un bottino di 296 pt. seguito dal compagno di squadra Sykes (246 pt.), giunto sul traguardo in terza posizione.

Alle spalle del numero sessantasei l'olandese Michael Van der Mark, anche lui leggermente sottotono rispetto a ieri, ha raccolto invece un buon quarto posto finale davanti al francese Eugene Laverty quinto classificato e al cesenate Lorenzo Savadori (6°). Il settimo posto è invece andato al napoletano Raffaele De Rosa (7°) in sella all'altra BMW schierata dal team Althea di Genesio Bevilacqua. Alle sue spalle lo svizzero Krummenacher (8°), lo spagnolo Mercado (9°) e il tedesco Bradl (10°) in sella all'unica Honda presente in griglia.

Non hanno visto il traguardo Xavi Forès, appiedato dalla Ducati Barni dopo quattro giri al comando, Alex Lowes, caduto durante l'undicesima tornata, Leon Camier ancora una volta appiedato dalla sua MV Agusta durante il quattordicesimo giro, De Angelis, Menghi e Ramos.

Il prossimo appuntamento con la Superbike è fissato per il week end del 7/9 luglio prossimi, quando sul circuito statunitense di Laguna Seca, prenderà il via l'ottavo round del mondiale 2017.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Marco Melandri - Aruba.it Racing - Ducati 1°: "È arrivata tardi ma credo che sia arrivata nel migliore dei modi, perchè si tratta della centesima vittoria italiana, la ventesima per me, la prima con la Ducati, davanti anche a Gigi Dall'Igna e a tutti i ragazzi. Davvero grazie a tutti, hanno fatto un lavoro incredibile tutto il team Aruba e i ragazzi dello sviluppo in Ducati. Dopo il test abbiamo migliorato tanto e qui possiamo giocarcela a questo livello tutte le domeniche. Dopo tre anni è sempre difficile all'inizio stare davanti, però ho cercato di fare il mio passo senza guardare dietro e senza esagerare. La moto oggi era veramente fantastica. Ringrazio ancora tutti e voglio dedicare questa vittoria anche a Chaz per un pronto recupero, perché ieri se la meritava lui la vittoria. Sarebbe bello fare spesso primo e secondo assieme per tutti i ragazzi che lavorano nei garage per noi."

Jonathan Rea - Kawasaki Racing Team 2°: "C'erano tantissime vibrazioni sul posteriore, questo per tutta la gara. Anche se non sembra esserci un problema effettivo sulla gomma quanto a usura. Abbiamo fatto solo una piccola modifica rispetto a ieri. Dobbiamo cercare di capire esattamente cosa è successo. In linea generale comunque sono contento della seconda posizione. Congratulazioni a Marco, anche se io sono un po' deluso di me e del setup della moto. Ma in gere la posizione va bene."

Tom Sykes - Kawasaki Racing Team 3°: "La moto è stata molto costante, sin dall'inizio della gara sono riuscito a fare dei bei sorpassi però non sono riuscito a spingere fino in fondo. Un po' deluso quindi, comunque la gara non è andata troppo male, verso la fine ci siamo avvicinati di nuovo a Johnny. Il pacchetto diciamo che in generale c'è, solo che ho avuto qualche problema in più di stabilità. Ieri ero più distante, oggi è andata decisamente meglio. Ancora non ci siamo del tutto, però va bene ! In linea generale il week end è andato bene e vedremo come andrà a Laguna Seca. Abbiamo delle idee per migliorae ulteriormente."

WSBK MISANO 2017 - CLASSIFICA GARA 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 luglio - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.