Superbike
Carattere

Un giro al comando per Forès, quasi due per Laverty, poi ecco la Kawasaki #65 emergere dal gruppone. Una volta davanti e con la strada libera, Jonathan Rea ha iniziato a tirare come un ossesso, guadagnando terreno utile per tenere a bada tutti gli avversari. Tutti tranne uno, Tom Sykes

Raggiunto il compagno di squadra durante terzo giro, il trentaduenne di Huddersfield, reduce nelle ultime settimane da alcuni problemi fisici, gli e rimasto in scia per i restanti 18 giri, riservandosi l'attacco solo pochi metri prima del traguardo. Vano il tentativo di soffiare la vittoria a Rea che per soli 25 millesimi, è riuscito a concludere da vincitore la sua duecentesima gara. Per lui si tratta del sessantacinquesimo trionfo in carriera, il settimo stagionale, l'undicesimo sul Circuit van Drenthe di Assen definito da tutti "l'università della moto". 

Kawasaki grande protagonista dunque in questo settimo week end stagionale, concluso con un bottino di ben 90 pt. che proietta la casa di Akashi verso il terzo titolo consecutivo, con un totale di 195 pt. in classifica di costruttori e altrettanti nella classifica piloti comandata per l'appunto da Rea.

Week end agrodolce invece per il team Ducati Aruba, che anche quest'oggi ha visto l'arrivo di una sola moto sul traguardo, quella di Chaz Davies. Dopo la clamorosa uscita di scena di ieri a un giro dalla fine mentre si giocava la vittoria con Rea, Chaz puntava quest'oggi al riscatto, ma lo scarso feeling con la gomma anteriore non gli ha permesso di acciuffare le due Kawasaki. Davies ha quindi concluso la sua gara in terza posizione, a cinque secondi dal vincitore. Deluso e rassegnato, il gallese pensa già ad Imola dove l'anno scorso centrò una bellissima doppietta. foto partenza wsbk assen gara 2 2017

A intascare lo zero (il secondo stagionale) è stato quest'oggi Marco Melandri, caduto durante l'ottavo giro mentre lottava con Forès e Savadori per la sesta piazza. A determinare la caduta, probabilmente, il forte vento che ha caratterizzato questa seconda manche del round olandese, e che ha messo in difficoltà un po' tutti i piloti.

Grande soddisfazione nel box Yamaha per i risultati ottenuti dai due portacolori Michael Van der Mark e Alex Lowes, entrambi artefici di una rimonta eccezionale rispettivamente dalla decima e tredicesima posizione. I due piloti Yamaha hanno concluso in quarta e quinta posizione, davanti all'unico portacolori MV Agusta, Leon Camier. Nonostante la partenza dalla quattordicesima casella, quest'ultimo è riuscito a raccogliere una buona sesta piazza finale, regolando un determinato Jordi Torres (7°) in sella alla S 1000 RR del team Althea BMW Racing. Nella top ten anche Laverty (8°), Hayden (9°) e Bradl (10°).

E' andata decisamente male a Xavi Forès, protagonista nella prima tornata dopo la partenza in pole position. Nei venti giri successivi, lo spagnolo è gradualmente retrocesso nelle parti basse della classifica, fino a tagliare il traguardo in tredicesima posizione davanti allo svizzero Krummenacher su Kawasaki Puccetti. De Angelis, Badovini e De Rosa hanno invece concluso rispettivamente in quindicesima, sedicesima e diciassettesima posizione.  

Oltre a Melandri non hanno visto la bandiera a scacchi Russo e Savadori, caduti rispettivamente durante l'ottavo e undicesimo giro. Piloti tutti illesi.

Il prossimo appuntamento con la superbike è fissato per il week end del 12/14 maggio prossimi, quando sul circuito italiano di Imola, prenderà il via il quinto round del mondiale 2017.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Jonathan Rea - Kawasaki Racing Team 1°: "Mi sento a casa qui, mi sono divertito davvero tanto oggi durante la gara. Il problema principale è stato il vento in ogni caso, infatti la moto galleggiava, soprattutto all'anteriore. Molto difficile controllarlo con questo vento e in T11 ho avuto un po' di difficoltà, però comunque ho continuato a spingere e cercato di mantenere il passo nel miglior modo possibile. Sono riuscito a vincere ! Complimenti a Tom perché so che è stato male in queste ultime settimane. E' arrivato secondo ed essere sul podio nelle sue condizioni, è davvero qualcosa di incredibile. Sono davvero molto contento e non vedo l'ora adesso di arrivare a Imola, in Italia."

Tom Sykes - Kawasaki Racing Team 2°: "E' stata davvero una gara molto, molto impegnativa. Ho dovuto lavorare molto con il gas, soprattutto nelle chicane. Comunque, in realtà, è stata una gara straordinaria per me. Oggi il vento è stato un grosso problema, me ne sono reso conto più volte, in ogni caso vorrei semplicemente ringraziare il team, il pubblico e i fan. Nelle ultime settimane ho avuto qualche problema dal punto di vista fisico, adesso invece sto meglio e sono pronto anche per una siesta questo pomeriggio, per riposarmi un po'. Abbiamo comunque anche fatto alcuni cambiamenti. Per quanto riguarda la strategia degli pneumatici in generale abbiamo fatto una gara abbastanza buona, e sono finito davvero molto vicino a Johnny, soprattutto in questo circuito è un grande successo. Certo ho avuto un paio di opportunità di superarlo, però alla fine non avevo un feeling sufficiente con l'anteriore. In generale un buon week end, ci proverò ancora la prossima volta !"

Chaz Davies - Aruba.it Racing - Ducati 3°: "Oggi mi mancava tanto, quando ho provato a spingere la moto non andava come mi aspettavo. Ho perso un po' di feeling con la gomma davanti a ogni curva a destra, ogni volta per me era impossibile spingere di più e recuperare terreno sulle Kawasaki. Sono un po' deluso per questo risultato, ma sono comunque punti importanti per il campionato."

WSBK ASSEN 2017 - CLASSIFICA GARA 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 giugno - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.