Superbike
Carattere

Sei vittorie su sette gare, per un totale di 170 punti: è questo il bilancio di Jonathan Rea alla fine dei primi due mesi di campionato. La leadership del mondiale 2017 è ormai consolidata, e gli avversari (Sykes in primis) dovranno faticare non poco per riacciuffare il cannibale Kawasaki, già in fuga verso il terzo titolo iridato.

Ma quella di oggi è stata una gara difficile - più del previsto - per Johnny, costretto dalla Race Direction a partire dalla quarta casella dello schieramento per aver intralciato Davies mentre tentava di migliorare il suo best lap alla fine della superpole (leggi il resoconto). Proprio il gallese è stato colui che ha reso la vita difficile a Rea in gara 1.

Alla fine del primo giro quest'ultimo era già all'inseguimento del ducatista e, nelle sedici tornate successive, si limitava a seguirlo a distanza ravvicinata mettendogli un bel po' di pressione addosso. Dal suo canto Chaz manteneva il sangue freddo e si difendeva con grande determinazione, cercando peraltro di distanziare l'avversario, cosa che purtroppo non gli riusciva.

Al diciassettesimo dei ventuno giri previsti, il nordirlandese rompeva ogni indugio e superava l'alfiere Ducati che prontamente rispondeva chiamando in causa le sue indiscutibili doti staccatorie. Nelle tornate successive i ripetuti scambi di posizioni fra i due, mandavano in estasi il pubblico, fin quando, al penultimo giro, la Panigale di Davies si spegneva clamorosamente lasciando il gallese fermo a bordo pista, nell'assoluta disperazione. foto davies wsbk gara 1 assen 2017

A raccogliere la seconda piazza lasciata libera da Chaz era quindi Tom Sykes, che seguiva il gallese con un ritardo di oltre due secondi, mentre il terzo posto andava a Marco Melandri, saldamente aggrappato alla quarta posizione fino all'uscita di scena del compagno di squadra. Si può dire quindi che le difficoltà evidenziate a inizio week end dal ravennate siano ormai superate, sebbene quest'ultimo sia arrivato sul traguardo con diciassette secondi di ritardo dal vincitore Jonathan Rea. Decisamente troppi !

Ottima gara per Xavi Forès che, partito dalla quarta casella, è riuscito a recuperare posizioni utili e a chiudere la sua gara in quarta piazza. Un grosso calo di prestazioni attorno al 3°/4° giro, ha invece influenzato la gara di Lorenzo Savadori, che al dodicesimo passaggio era addirittura decimo, salvo poi recuperare e tagliare il traguardo in quinta posizione.

Alle spalle del cesenate, troviamo invece la prima delle due Honda ufficiali, ovvero la #6 guidata dal tedesco Stefan Bradl, che precede la Kawasaki del Team GO Eleven guidata da Ramos e l'Aprilia del team Milwaukee #50 del francese Laverty. Nella top ten anche Mercado (9°) e Camier (10°), mentre De Angelis, De Rosa, Hayden e Badovini, hanno concluso rispettivamente in dodicesima, tredicesima, quattordicesima e quindicesima posizione.

Oltre a Davies non hanno invece visto il traguardo Lowes, Torres, Russo e Van der Mark

Domani alle ore 13:00 la seconda ed ultima manche, con lo schieramento di partenza che sarà definito dai risultati della gara odierna secondo il seguente schema:

  • I tre piloti più veloci occuperanno la terza fila e il 1° e il 3° scambieranno le loro posizioni;
  • I piloti che hanno concluso al 4°, 5° e 6° posto saranno in prima fila;
  • I piloti che hanno terminato al 7°, 8° e 9° posto partiranno invece dalla seconda fila.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Jonathan Rea - Kawasaki Racing Team 1°: "Ovviamente sono molto contento per tutto, per come è andata la giornata. E' stata una bella vittoria, molto importante per me per tanti motivi, ma soprattutto per il rapporto che ho con questa pista. Per quanto riguarda domani, dovrò fare una modifica per essere più veloce all'uscita del tornatino, però insomma sono pronto, sono contento !"

Tom Sykes - Kawasaki Racing Team 2°: "Ho avuto un eccessivo consumo delle gomme, e questo mi ha penalizzato nelle curve veloci. Ho mollato un pochino, sperando che avessero lo stesso problema anche i due davanti. Tutto sommato la seconda posizione è accettabile ! Ho fatto una piccola modifica, però non ha funzionato esattamente come volevo. Per domani dovrò fare un passo avanti per riuscire a stare con quelli davanti. Tutto sommato sono soddisfatto."

Marco Melandri - Aruba.it Racing - Ducati 3°: "Essere qui è un po' di fortuna, però non avrei mai neanche sperato di essere nei primi cinque oggi, perché fino a questa mattina facevo veramente fatica. Poi il team ha fatto un gran lavoro e in superpole qualcosa è cambiato e ho preso fiducia. Dopo i primi due/tre giri ero un po' troppo al gancio stare con i primi tre, ho preferito portare a casa punti e informazioni per cercare di migliorare la moto domani. Ero quarto, fortuna alla fine, non ci posso fare niente...mi godo il momento. Spero di fare domani un passettino in avanti per provare ad agganciare, o comunque stare più vicino a Tom. Ringrazio davvero tutta la squadra Ducati/Aruba che hanno fatto un grande lavoro e tutti gli sponsor."

WSBK ASSEN 2017 - CLASSIFICA GARA 1

WSBK ASSEN 2017 - GRIGLIA DI PARTENZA GARA 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 luglio - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.