Superbike
Carattere

Gara "double face", tranquilla, addirittura noiosa a ridosso del podio, combattuta ed entusiasmante invece nella parte alta della classifica. Ad animare gli spalti un coriaceo Chaz Davies, che dopo le tante difficoltà avute nelle libere, quest'oggi è riuscito a prendersi la prima superpole stagionale e a fronteggiare in gara 1 l'onnipresente Jonathan Rea.

Quando la vittoria sembrava ormai alla sua portata, il gallese è però scivolato (in ingresso all'ultima curva), lasciando libera la strada verso il traguardo all'avversario, che viaggiando con un vantaggio di circa quattro secondi sul diretto inseguitore Melandri, si è ritrovato praticamente con la vittoria (la quinta stagionale) in tasca. Per Chaz, che durante la caduta è rimasto con la gamba incagliata sotto la moto, nessuna conseguenza fisica, ma tanta amarezza per uno zero (il primo stagionale) che pesa già come un macigno. Rea viaggia ora con un vantaggio di 125 punti in classifica di campionato, contro i 70 del pilota gallese che dovrà faticare non poco per riacciuffare l'avversario.   

A piazzare la Ducati sul podio ci ha pensato Marco Melandri che in gara è riuscito ad imporsi su un sofferente Tom Sykes (3°), ma penalizzato, ancora una volta, da una scelta errata delle gomme che non gli ha permesso di lottare per la vittoria. La prima posizione a ridosso del podio è invece occupata da un grandioso Alex Lowes: protagonista stamattina durante la FP3 di una brutta caduta nella quale la sua R1 è andata distrutta, il britannico del team Pata Yamaha, ha dovuto saltare la superpole, e partire quindi dalla dodicesima casella dello schieramento.

Alex è riuscito a risalire ben otto posizioni (caduti a parte), e a guadagnare così 13 punti utili per il campionato. Il quarto posto conquistato oggi, gli permetterà inoltre di partire dalla prima casella dello schieramento di gara 2.

Con 63 punti, Yamaha si conferma quindi al terzo posto della classifica costruttori, e ciò grazie anche alla quinta piazza finale conquistata oggi da Michael Van der Mark, che domani affiancherà in griglia di partenza il compagno di squadra e l'alfiere del team Althea BMW Racing, Jordi Torres.

Onore al merito allo spagnolo per la strepitosa rimonta con la quale è riuscito a sopperire ad una disastrosa partenza, e a risalire quindi dall'undicesima alla sesta posizione finale, piazzando così la sua BMW S 1000 RR davanti alla Aprilia RSV4 RF del rientrante Mercado (7°). Ottima la performance dell'argentino, che nel suo primo week end stagionale è riuscito a concludere gara 1 davanti al compagno di squadra Eugene Laverty (8°).

Risultati vicini a quelli ottenuti in superpole per il duo Honda, Bradl e Hayden, rispettivamente nono e decimo, mentre Leon Camier in sella alla MV Agusta F4 ha concluso la sua gara in undicesima posizione, davanti al tedesco Reiterberger (12°). Giornata difficile per De Angelis (15°) e Russo (16°), ma è andata peggio a Xavi Forès, scivolato durante il quinto giro, mentre viaggiava in quinta posizione alle spalle di Melandri. Lo spagnolo è riuscito a ripartire, salvo dover tirare definitivamente i remi in barca durante il dodicesimo giro, per un problema tecnico alla sua Panigale che ha poi preso fuoco.

Domani alle ore 13:00 il via alla seconda ed ultima manche del terzo round del mondiale Superbike 2017, con lo schieramento di partenza che sarà definito dai risultati della gara odierna secondo il seguente schema:

  • I tre piloti più veloci occuperanno la terza fila, e il 1° e il 3° cambieranno le loro posizioni;
  • I piloti che hanno concluso al 4°, 5° e 6° posto saranno in prima fila;
  • I piloti che hanno terminato al 7°, 8° e 9° posto partiranno invece dalla seconda fila.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Jonathan Rea - Kawasaki Racing Team 1°: "Mi spiace per Chaz, spero che stia bene. E' stata una gara strana perché tra Kawasaki e Ducati c'erano delle differenze proprio nei vari punti della pista. La Kawasaki andava bene nei primi due settori, poi fuori dall'ultima chicane, in accelerazione la Ducati andava via. Ho cercato più volte di superarlo, sono passato, ma Chaz ritornava però davanti. E' stata una bella battaglia ! Sono molto contento per il campionato perché sono cinque vittorie su cinque e 125 punti. C'è ancora da lavorare un po' per migliorare l'accelerazione, comunque sono molto soddisfatto per questa gara."

Marco Melandri - Aruba.it Racing - Ducati 2°: "Ho usato una gomma nuova anteriore che mi sembrava buona, ma dopo pochi giri ho iniziato a faticare. In tutte le curve dove alleggerivo il gas e non frenavo, avevo grossi problemi di grip davanti e ho fatto diversi errori. Speriamo domani di riuscire a recuperare quel po' di gap tornando alle gomme standard. Oggi speravo di essere ancora più vicino ai primi, invece ho fatto qualche errore di troppo, però è stata comunque una buona gara, in quanto mi ha permesso di fare esperienza."

Tom Sykes - Kawasaki Racing Team 3°: "Sono stato male tutta la notte. Il podio era nei miei piani, ma in gara avevo anche un problema con la gomma posteriore. Adesso cercherò di rimettermi in forma per la gara di domani."

WSBK ARAGON 2017 - CLASSIFICA GARA 1

WSBK ARAGON 2017 - GRIGLIA DI PARTENZA GARA 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

 

 

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 magio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 giugno - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - TBA

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.