Superbike
Carattere

Tre su tre, e un totale di 75 punti: è questo il bottino accumulato da Jonathan Rea dopo appena tre gare di campionato. Ma quest'oggi il "Cannibale" della Kawasaki, due volte iridato fra le derivate di serie, ha letteralmente stracciato i suoi avversari !

Melandri è stato l'unico in grado di tenergli testa nelle prime quattro tornate, ma al quinto giro il nordirlandese - detentore anche di una strepitosa superpole - ha rotto ogni indugio e salutato definitivamente il rivale Ducati, rifilandogli oltre quattro secondi nelle nove tornate successive. Il ravennate è stato poi (13° giro) superato dal compagno di squadra, Chaz Davies, con una delle sue incredibili staccate che ha mandato in estasi pubblico e spettatori.

Mentre Rea consolidava il suo 41° successo in carriera, incrementando ancora il GAP su Davies, Melandri cominciava a pagare le conseguenze di una errata scelta della gomma anteriore, e veniva quindi raggiunto da Sykes. Il britannico ha atteso l'ultimo giro per sferrare l'attacco, e sfruttando una eccellente impostazione della curva dodici, è riuscito a superare il ducatista sul rettilineo d'arrivo, soffiandogli la terza piazza per soli 74 millesimi. La manche si è quindi conclusa con Rea vincitore con sette secondi di vantagio su Davies (2°), e Sykes (3°) davanti a Melandri.

I colori di questa prima manche non sono però solo il rosso e il verde, ma c'è anche un pò di blu: quinto e sesto posto in classifica, sono stati infatti conquistati dai due alfieri Yamaha, Michael Van der Mark e Alex Lowes. La casa dei tre diapason si conferma quindi in crescita, ma gli oltre tre secondi che separano Van der Mark da Melandri testimoniano che il lavoro per portare la R1 ai livelli delle top bike (Kawasaki e Ducati), è ancora tanto.

Gara positiva per Jordi Torres, settimo classificato davanti a Leon Camier su MV Agusta F4 e Nicky Hayden, per la prima volta nella top ten con la nuova Honda CBR1000RR. Alle spalle dello statunitense (Campione del mondo 2006 in MotoGP), figurano il compagno di squadra Stefal Bradl, che chiude la top ten in sella all'altra CBR Red Bull, e lo spagnolo Xavi Forès su Panigale R Barni Racing. Poi Krummenaker (12°), Savadori (13°), Reiterberger (14°), e lo spagnolo Ramos (15°) che rimedia un solo punticino. A bocca asciutta invece Alex De Angelis (16°), in sella alla Kawasaki allestita dal team Pedercini, e Riccardo Russo (17°) su YZF-R1 Guandalini Racing.

Da segnalare la caduta di Alex Badovini durante la settima tornata. Pilota illeso.

Domani alle ore 15:00 locali (le 10:00 in Italia) il via alla seconda ed ultima manche del secondo round del mondiale Superbike 2017, con lo schieramento di partenza che sarà determinato dai risultati della gara odierna secondo il seguente schema:

  • I tre piloti più veloci occuperanno la terza fila e il 1° e il 3° cambieranno le loro posizioni;
  • I piloti che finiranno al 4°, 5° e 6° posto saranno in prima fila;
  • I piloti che hanno terminato al 7°, 8° e 9° posto partiranno invece dalla seconda fila.

WSBK THAILANDIA 2017 - CLASSIFICA GARA 1

WSBK THAILANDIA 2017 - GRIGLIA DI PARTENZA GARA 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 luglio - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.