Superbike
Carattere

Copione quasi del tutto simile a quello di gara 1, con Jonathan Rea vincitore per un soffio (25 millesimi) della volata finale con Chaz Davies. In questa seconda giornata di gare a Phillip Island, Ducati raddoppia però i festeggiamenti con il terzo posto di Marco Melandri

La nuova griglia di partenza ha costretto alcuni piloti a un maggiore impegno, uno di questi è stato proprio il ravennate, che partiva dalla decima casella dello schieramento. Marco si è dovuto impegnare in una faticosa rimonta, mettendo alla frusta fisico e gomme. Al quindicesimo passaggio si è portato in testa alla corsa e vi è rimasto fino al diciannovesimo giro. A quel punto le gomme gli hanno presentato il conto, e impedito la lotta con Rea e Davies per la vittoria. Per il 34enne romagnolo si tratta del 50° podio in carriera, il primo dopo la memorabile vittoria conquistata a Magny-Cours nel 2014, quando era un pilota Aprilia.foto wsbk phillip island melandri rea gara 2 2017

Il "Cannibale" nordirlandese, che nonostante la partenza dalla nona casella, alla fine del primo giro era già in quinta posizione, festeggia quindi la sua 40esima vittoria in superbike, avvicinandosi così al record di uno dei piloti più longevi del campionato, ovvero il giapponese Noryuki Haga (43 successi).

Un'altro grande protagonista di questa gara 2 è stato Alex Lowes in grado quest'oggi di replicare il risultato di ieri, ovvero un lusinghiero quarto posto che lo pone fra i potenziali protagonisti di questa stagione 2017 appena iniziata. Alle spalle del britannico troviamo un bravissimo Xavi Forès, che in sella alla Panigale R del team Barni Racing ha guidato la classifica per tre giri, salvo poi scivolare in quinta posizione che ha magistralmente mantenuto fino alla bandiera a scacchi.

E' apparso decisamente sottotono invece l'asso britannico Tom Sykes, che dopo l'ottimo terzo posto di ieri, quest'oggi non è riuscito a raggiungere le posizioni di testa, ed ha concluso la sua gara in sesta posizione, replicando così il risultato ottenuto l'anno scorso in gara 2. Piccoli miglioramenti per Michael Van der Mark che quest'oggi ha piazzato la sua R1 ufficiale in settima posizione davanti alla MV Agusta F4 #2 di Leon Camier

Il secondo miglior italiano della giornata è Lorenzo Savadori che dopo lo zero di ieri, quest'oggi porta a casa i primi sette punti stagionali (nono posto) piazzandosi davanti al compagno di squadra Eugene Laverty (10°) e al connazionale Alex De Angelis (11°). Solo tre punti invece per il team Althea BMW Racing, presente in questa seconda manche solo con un pilota: Markus Reiterberger (13°). L'altro alfiere bianco/nero Jordi Torres non ha potuto completare neppure il giro di allineamento, per un problema tecnico alla sua S 1000 RR.

Discorso più o meno simile per il team Red Bull Honda con Hayden costretto al ritiro dopo una caduta senza conseguenze fisiche, e Bradl in grado di confermare il quindicesimo posto ottenuto ieri (leggi il resoconto completo di gara 1). Oltre a Hayden e Torres, sono caduti i due italiani Ricky Russo e Ayrton Badovini.

Il prossimo appuntamento con la superbike è fissato per il week end del 10/12 marzo prossimo, quando sul circuito tailandese di Chang, prenderà il via il secondo round del mondiale 2017.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Jonathan Rea - Kawasaki Racing Team 1°: "Sono felice e orgoglioso, è stata una gara tattica e difficile perchè qui a Phillip Island è sempre difficile andare. Durante i test invernali abbiamo lavorato molto sul consumo delle gomme, qui al parco chiuso si può vedere che la gomma posteriore della mia moto è in buone condizioni."

Chaz Davies - Aruba.it Racing - Ducati 2°: "Sono soddisfatto di questo week end, è stata la prima volta a Phillip Island e questo è importante ! E' importante per i punti e per la stagione. Sono contento, ho provato un'altra strategia oggi, ho provato ad andare avanti a due giri dalla fine, però qui non è possibile scappare e si gira in gruppo. L'importante comunque è provare ! Sono carico per il prossimo round della Tailandia."

Marco Melandri - Aruba.it Racing - Ducati 3°: "E' stata una gara dura: nel primo giro c'era tanto vento al rampino e si sbagliava, sono andato un pò lungo e ho perso un sacco di tempo. Dopo per cercare di risalire ho speso veramente tanto, sia di gomme che di energia. Quando sono andato davanti stavano temporeggiando, però a stare nel mucchio non ero ancora pronto quindi preferivo star davanti. Poi comunque mi son trovato quinto a due giri dalla fine e dovevo provare comunque a inventarmi qualcosa. La mia Panigale lavorava bene quindi, ringrazio tutta la squadra, tutti i ragazzi del test team, tutti in Ducati, tutti Aruba e la mia famiglia perchè mi hanno dato l'opportunità di essere qua e di poter provare a portare la 100esima vittoria italiana in SBK."

WSBK PHILLIP ISLAND 2017 - CLASSIFICA GARA 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

 

 

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 magio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 giugno - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - TBA

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.