Superbike
Carattere

Dopo un lunedì improduttivo a causa della pioggia e del forte vento, quest'oggi a Phillip Island è tornato il bel tempo. I piloti hanno finalmente potuto compiere molti giri di pista per recuperare il tempo perso ieri e completare il programma di lavoro.

Jonathan Rea di giri ne ha fatti 76 quest'oggi (97 in tutto), ma gliene son bastati molti meno per piazzarsi al comando della classifica e restarci fino al termine della giornata. Tuttavia il crono ottenuto dal nordirlandese (1'30"545), non sorprende però più di tanto, poichè di poco inferiore a quello registrato da Marco Melandri.

In sella alla Ducati Panigale R del team Aruba, il ravennate ha evidenziato un buon passo gara, mentre nel time attack è riuscito a staccare un significativo 1'30"575, che equivale a un distacco di soli trenta millesimi dal leader della classifica. C'è ancora margine di miglioramento invece per Chaz Davies, che ha concluso il suo day 2 in terza posizione a tre decimi dal compagno di squadra, ma il gallese sarà sicuramente in lizza per la vittoria sabato e domenica.

Si è concentrato sul passo gara anche Tom Sykes che, in sella alla Kawasaki #66, ha registrato il quarto miglior tempo assoluto. Per lui anche un piccolo incidente senza conseguenze fisiche, a pochi minuti dalla fine della sessione.

La quinta posizione della classifica combinata è occupata invece da Xavi Forès, che in vista delle prime due gare in programma il prossimo week end, annuncia un ruolo da protagonista. La performance dello spagnolo è però di poco superiore a quella di Leon Camier, che in sella alla MV Agusta continua a stupire collocandosi sempre più frequentemente nelle vicinanze della top five. Per lui il sesto tempo assoluto a soli 67 millesimi dal rivale spagnolo.

Nella top ten anche Lorenzo Savadori (7°), soddifatto della sua Aprilia RSV4 RF, ma consapevole che c'è ancora tanto lavoro da fare per raggiungere la parte più alta della classifica. A ridosso del cesenate troviamo la prima delle due Yamaha, quella guidata da Alex Lowes (8°), a sua volta tallonato da Jordi Torres (9°) su BMW Althea, e dal debuttante svizzero Randy Krummenacher, che in sella alla Kawasaki del tem Puccetti chiude la top ten.

L'undicesima posizione della classifica è invece occupata da Alex De Angelis (11°) su ZX-10R Pedercini, seguito da Eugene Laverty - Aprilia Milwaukee, e Michael Van der Mark (13° con caduta) su Yamaha YZF-R1 ufficiale. In 14esima posizione figura invece la Honda #69 di Nicky Hayden, mentre per scorgere l'altro alfiere del team Red Bull, Stefan Bradl, dobbiamo scorrere la classifica fino alla 19esima posizione. Com'è facile intuire, per la casa dell'ala c'è ancora tanto lavoro da fare per portare la nuova CBR ai livelli della vecchia, ma sarà un motivo in più per seguire un campionato che si preannuncia certamente interessante.

L'appuntamento è quindi fissato per sabato e domenica prossimi, con il 1° round del mondile SBK 2017.

CLASSIFICA PHILLIP ISLAND WORLDSBK TEST 2017 DAY 2

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motul superbike

CALENDARIO GARE 2017

Round 1 - 24/26 febbraio - Phillip Island

Round 2 - 10/12 marzo - Chang

Round 3 - 31 mar./02 apr. - Aragòn

Round 4 - 28/30 aprile - Assen

Round 5 - 12/14 maggio - Imola

Round 6 - 26/28 maggio - Donington

Round 7 - 16/18 giugno - Misano

Round 8 - 07/09 luglio - Laguna Seca

Round 9 - 18/20 agosto - Lausitzring

Round 10 - 15/17 settembre - Algarve

Round 11 - 29 sett./01 ott. - Magny-Cours

Round 12 - 20/22 ott. - Jerez

Round 13 - 02/04 novembre - Losail

 Attenzione: il calendario potrebbe subire delle modifiche a stagione in corso.