Road Races
Carattere

Anche quest'anno MotoNotizie.it vi offre la copertura completa della madre di tutte le corse motociclistiche, il Tourist Trophy dell'Isola di Man. Da sabato 28 maggio a venerdì 12 giugno vi racconteremo l'edizione 2016 attraverso il resoconto "day by day" della road races più famosa e affascinante del pianeta.

Un'edizione storica per l'Italia quella che inizierà tra poche ore, un'edizione che vedrà ben tre dei nostri portacolori affrontare le insidie del famigerato Mountain Course insieme agli specialisti delle International Road Races. Quest'anno inoltre John McGuinness (vincitore di 23 TT) potrebbe battere il record di successi (26) che tutt'ora appertiene al mitico Joey Dunlop.

Non vi resta quindi che visitare questa pagina per conoscere i risultati e le classifiche delle sessioni si prove e di tutte le gare in programma.

ALCUNI NUMERI* DEL TOURIST TROPHY

Lunghezza tracciato: 60,720 km (37,73 miglia)
Giro record: John McGuinness 17’03’’567 a 132.701 mph (213,542 km/h) di media
Pilota più vittorioso: Joey Dunlop (26 vittorie)
Pilota italiano più vittorioso: Giacomo Agostini (10 vittorie)
Record vittorie in un'unica edizione: Ian Hutchinson nel 2010 (5 su 5)

*Dati aggiornati al maggio 2016

I VINCITORI DELL'EDIZIONE 2015

Supersport gara 1: Ian Hutchinson
Supersport gara 2: "                   "
Sidecar gara 1: Ben e Tom Birchall
Sidecar gara 2: "                        "
TT Zero: John McGuinness
Lightweight: Ivan Lintin
Superstock: Ian Hutchinson
Superbike: Bruce Anstey
Senior TT: John McGuinness

MAPPA DEL TRACCIATO

mappa tourist trophy isola di man

VENERDI' 10 GIUGNO

SENIOR TT RACE: MICHAEL DUNLOP "KING OF THE MOUNTAIN", A 215 KM/H DI MEDIA.

Michael Dunlop centra la tredicesima vittoria in carriera nella Senior TT. Secondo posto per Ian Hutchinson, terzo per John McGuinness.

foto michael dunlop impennata senior tt race 2016

L’ultima gara della settimana è anche la più attesa e prestigiosa dell’intero Tourist Trophy: si tratta della Senior TT Race, la madre di tutte le corse.

Settantatré piloti al via quest’anno, solo due gli assenti: Cameron Donald e James Cowton. Quest’ultimo alle prese con i postumi della brutta caduta di lunedì durante la gara della categoria Superstock.

Si attende il via che scatterà con ulteriori quindici minuti di ritardo su un programma modificato a più riprese per la presenza, nell'intera mattinata, di una fitta nebbia su buona parte del tracciato.

Alle ore 15:45 il marshall addetto alla partenza assesta una decisa pacca sulla spalla di John McGuinness che, in sella alla potente CBR1000RR con il numero 1 sul cupolino, è il primo a lanciarsi a vita persa verso la terribile depressione di Bray Hill. Dieci secondi dopo tocca a Bruce Anstey scatenare la furia del fragoroso V4 della RC213V-S Valvoline Racing davanti al folto pubblico del Grandstand, quindi a James Hillier su Kawasaki Quattro Plant #3 e a seguire tutti gli altri.

Si attendono con ansia i primi rilevamenti cronometrici che non tardano ad arrivare. Un nome si erge su tutti gli altri: è quello di Michael Dunlop ! Il nordirlandese rilancia subito la sfida all’avversario più pericoloso, Ian HutchinsonBMW Tyco, vincitore della Superstock Race che lo segue in seconda posizione attardato di 1”8. Al terzo posto virtuale, con un ritardo di 1”65, viaggia invece Dean Harrison, mentre McGuinness paga una partenza poco efficace con la nona piazza provvisoria.

A ridosso del duo delle meraviglie, Gary Johnson - BMW Penz13.com accende subito la lotta per la terza piazza scavalcando Harrison, mentre Peter Hickman su Kawasaki GBmoto, guadagna la quinta posizione provvisoria ai danni di Lee Johnston - BMW East Coast Construction.

Il passaggio a Ramsey evidenzia un ulteriore stravolgimento della classifica, con Bruce Anstey e Peter Hickman che recuperano rispettivamente la quinta e sesta piazza ai danni di Dean Harrison, ora settimo.

Intanto Michael Dunlop vola verso il Grandstand, dove il passaggio davanti alla fotocellula ferma il cronometro sull’ottimo 16’59”304 (133.256 mph di media), mentre “Hutchy” transita con 3” di ritardo sull'agguerrito rivale.

La chiusura dello "standing start lap" segna il momento dei primi ritiri: Jim Hodson e Mark Miller sono costretti al rientro ai box per problemi tecnici, mentre i leader della classifica hanno già inaugurato la seconda delle sei tornate previste.

Nel tratto Kirk Michael/Rhencullen il gap tra Dunlop e Hutchinson cresce fiono a 6". Il nordirlandese fa sul serio e dopo lo strepitoso successo nella Superbike TT Race mira al titolo più ambito, quello di “King of the Mountain”.

Intanto Gary Johnson scivola in sesta posizione (a Ramsey) ed è braccato ora da un indiavolato John McGuinness in grande rimonta. Il ritmo è davvero incredibile, sprezzanti del pericolo i piloti sembrano volare sul secolare tracciato di gara. McGuinness continua a risalire la classifica: sesto a Bungalow, quinto a Cronk-ny-Mona. Per il quarantaquattrenne britannico grande vincitore della Senior TT 2015, è l’ultima occasione di riscatto in un TT ostico e avaro di risultati.foto hutchinson mcguinness senior tt race 2016

Mentre il “missile di Morecambe” vola verso il Grandstand, viene annunciato il ritiro di Peter Hickman a Brandywell per problemi tecnici alla sua Kawasaki. “McPint” è quindi in quarta piazza.

Al Grandstand le attenzioni sono tutte per Michael Dunlop, che chiude il suo secondo giro con uno stratosferico 16’53”929 a 133.962 mph (215.57 km/h) di media: nuovo record assoluto del Tourist Trophy.

I piloti entrano ai box per il primo dei due pit stop previsti: McGuinness, effettua una sosta brevissima che gli permette di scavalcare la Honda di Anstey, ora quarto. Mentre viene comunicato il ritiro di William Dunlop - Yamaha CD/IC Racing, il “missile di Morecambe” è di nuovo in strada a caccia di Hutchinson.

L’inizio della terza tornata segna anche il ritiro di Gary e David Johnson, rispettivamente su BMW e Norton. Il giro si conclude senza ulteriori stravolgimenti della classifica, con Hutchinson che insegue Dunlop a 11" e McGuinness terzo ma a 30” dal portacolori Tyco. La costanza del trio di testa mantiene invariati i distacchi anche durante il quarto passaggio, che si conclude con il secondo doveroso pit stop.

Proprio in questa fase Anstey perde la quarta posizione, scavalcato dalla “Kawa” di Dean Harrison. Nessun ulteriore stravolgimento della classifica durante il quinto giro, solo la conferma della soverchiante superiorità di Michael Dunlop che transita al Grandstand con 17” di vantaggio su “Hutchy”.

Michael ha la vittoria ormai in pugno, nell’ultimo giro potrebbe controllare, ma con uno tosto come Hutchinson non bisogna mai abbassare la guardia. I secondi diventano quindi 24 a Ramsey e 30 a Cronk-ny-Mona. E’ fatta ! Obbiettivo centrato per Michael Dunlop che conquista la sua tredicesima vittoria sullo Snaeffel Mountain Circuit, alle sue spalle un coriaceo Ian Hutchinson e uno strepitoso Joh McGuinness. Quarto posto per Dan Harrison, quinto per Bruce Anstey.

Ottima diciassettesima posizione per il più veloce dei nostri portacolori, Stefano Bonetti, per la prima volta in grado di abbattere il muro dei 18 minuti nel suo best lap odierno (17’57″238). Raccoglie invece solo la trentunesima piazza Marco Pagani, rallentato in gara da due pit stop mal riusciti, mentre il debuttante jesino Alex Polita chiude la sua prima esperienza al TT con una trentatreesima piazza finale.

CLASSIFICA SENIOR TT RACE 2016

SIDECAR TT RACE 2: BIRCHALL BROTHERS, A LORO LA VITTORIA !

Vittoria strepitosa di Ben e Tom Birchall in gara 2 Sidecar. Secondo posto per Holden/Winkle, terzo per Reeves/Farrance. Ennesimo ritiro per Molineux/Sayle.foto ben tom birchall sidecar tt race 2 2016

La quarta ed ultima giornata di gare, il cui inizio era previsto per le 10:15 locali, ora di partenza della TT Sidecar Race 2, ha subìto ritardi consistenti per la presenza di una fitta nebbia che sin dalla nottata ha fatto la sua comparsa su diversi punti del tracciato.

Finalmente dopo numerosi e ripetuti rinvii, che hanno allungato di oltre tre ore l’attesa, alle 13:30 locali la Direzione Gara da il via alla corsa. L’equipaggio Molyneux/Sayle - Honda DMR A&J RACING lascia per primo la linea di partenza, lanciandosi verso quella che rappresenta l’ultima possibilità di riscatto al culmine di quindici giorni del tutto disastrosi.

Il primo passaggio a Glen Helen rivela che il duo mannese è già al comando della classifica ma tallonato dai velocissimi Holden/Winkle già vincitori di gara 1 e in cerca di conferma. In terza piazza provvisoria figura invece LCR guidato dai fratelli Ben e Tom Birchall anch’essi a caccia di riscatto dopo il ritiro forzato di sabato.

Gli esigui distacchi esprimono l’assoluta incertezza di questa primissima fase di gara:  a Ballaugh “Moly” perde la leadership provvisoria, scavalcato da Holden che viaggia con qualche decimo di margine, mentre i fratelli Birchall continuano a inseguire dalla terza posizione.

Il passaggio a Ramsey rivela che Holden sta tentando di allungare su “Moly”, a sua volta minacciato dai  fratelli Birchall che seguono a meno di un secondo. Intanto anche Ian e Carl Bell che viaggiano in quinta posizione riducono le distanze dal DMR F13K Cancer di Reeves e Farrance.

A Bungalow la parte alta della classifica cambia nuovamente: Holden ha commesso un errore ed è scivolato in terza posizione. Molyneux è quindi nuovamente al comando braccato dai fratelli Birchall. Tutti e tre gli equipaggi sono contenuti in meno di due secondi e lasciano presagire una lotta senza precedenti. L’attesa causata dal meteo è già ripagata !

Molyneux e Sayle chiudono in testa la prima tornata in 19’43”457 a 114.772 mph di media, seguiti dai fratelli Birchall a meno di un secondo e in pieno recupero mentre Holden e Winkle, in terza posizione, sono ora più attardati (4”).

A Glen Helen l’ascesa di Ben e Tom Birchall è culminata in un bel sorpasso “virtuale” Dave Molyneux e Daniel Sayle. Da ora in poi si fa sul serio: a Ballaugh i due fratelli  aumentano il GAP su “Moly” a oltre 3” che diventano 5” a Bungalow. La fuga verso la vittoria è iniziata e con un giro e mezzo ancora da completare, ci si chiede se Molyneux sarà in grado di recuperare il terreno perduto.

Il vantaggio dei fratelli inglesi continua però ad aumentare e la fotocellula del Grandstand rivela oltre 7” in chiusura di una fantastica seconda tornata (19’24″756 a 116.615 mph). Si va verso l’ultimo passaggio a Glen Helen, tutti transitano davanti alla fotocellula ad eccezione di Molyneux/Sayle: Manx Radio annuncia l’ennesimo guasto tecnico che mette fine alla loro gara. Una sfortuna incredibile quella di Dave Molineux che anche per quest’anno non è riuscito ad incrementare il suo record di successi (17) al Tourist Trophy.

Fuori il duo mannese a raccogliere la seconda piazza è l’equipaggio Holden/Winkle con alle spalle il DMR F13K Cancer di Reeves/Farrance, da quarto a terzo inaspettato dopo l’uscita di scena improvvisa di Ian e Carl Bell (padre e figlio), rimasti vittime di un grave incidente a Ballaspur durante la seconda tornata.

Nei restanti chilometri Ben e Tom Birchall continuano a incrementare il loro margine che al transito sotto la bandiera a scacchi è di ben 24”. Il duo inglese raccoglie quindi un’altra bellissima vittoria dopo la doppietta dell’anno scorso. Secondo posto per i vincitori di gara 1 John Holden e Andrew Winkle, terzo per Tim Reeves e Patrick Farrance.

CLASSIFICA SIDECAR TT RACE 2 2016

Foto: iomtt.com

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner manx radio

Meteo Isola di Man

Douglas United Kingdom Scattered Thunderstorms, 15 °C
Current Conditions
Sunrise: 5:15 am   |   Sunset: 9:33 pm
81%     17.7 km/h     33.728 bar
Forecast
SAB Low: 12 °C High: 16 °C
DOM Low: 11 °C High: 18 °C
LUN Low: 14 °C High: 19 °C
MAR Low: 13 °C High: 18 °C
MER Low: 13 °C High: 18 °C
GIO Low: 12 °C High: 17 °C
VEN Low: 12 °C High: 17 °C
SAB Low: 13 °C High: 17 °C
DOM Low: 13 °C High: 17 °C
LUN Low: 13 °C High: 18 °C
Michael United Kingdom Showers, 15 °C
Current Conditions
Sunrise: 5:14 am   |   Sunset: 9:33 pm
80%     22.5 km/h     33.762 bar
Forecast
SAB Low: 12 °C High: 15 °C
DOM Low: 13 °C High: 17 °C
LUN Low: 13 °C High: 17 °C
MAR Low: 13 °C High: 17 °C
MER Low: 14 °C High: 17 °C
GIO Low: 12 °C High: 16 °C
VEN Low: 12 °C High: 15 °C
SAB Low: 13 °C High: 17 °C
DOM Low: 12 °C High: 16 °C
LUN Low: 13 °C High: 16 °C
Ramsey United Kingdom Showers, 15 °C
Current Conditions
Sunrise: 5:14 am   |   Sunset: 9:33 pm
80%     22.5 km/h     33.762 bar
Forecast
SAB Low: 12 °C High: 15 °C
DOM Low: 13 °C High: 17 °C
LUN Low: 13 °C High: 17 °C
MAR Low: 13 °C High: 17 °C
MER Low: 14 °C High: 17 °C
GIO Low: 12 °C High: 16 °C
VEN Low: 12 °C High: 15 °C
SAB Low: 13 °C High: 17 °C
DOM Low: 12 °C High: 16 °C
LUN Low: 13 °C High: 16 °C