News moto
Carattere

Prima le auto con Car2Go, Enjoi, GuidaMi e compagnia bella, adesso invece è il turno delle due ruote, degli scooter in particolare, i mezzi urbani per antonomasia. Anche in questo caso farà da apripista Milano.

QUANDO E COME

La città meneghina di Expo definita dallo stesso sindaco Pisapia "la capitale italiana del car sharing", avvierà il servizio di scooter sharing (scooter condiviso) il 21 Marzo 2015, come annunciato qualche giorno addietro dall'Assessore alla Mobilità Pierfrancesco Maran. Ci sarà così il tempo di rodare bene il servizio prima che lo stesso vada a pieno regime con il flusso di visitatori attesi per l'Esposizione Universale.

Il via libera ufficiale all'operazione è atteso per venerdì 19 dicembre, così entro gennaio si avranno le prime candidature per la gestione del servizio. Saranno gradualmente resi operativi circa 1500 scooter che serviranno un'area maggiore rispetto a quella attualmente servita dalle auto, in modo tale da alleggerire il traffico automobilistico nelle ore di punta.

Per la fornitura dei veicoli, di cui probabilmente una buona percentuale sarà a propulsione ibrida o elettrica, Piaggio e Yamaha hanno già dimostrato e confermato il loro interesse, ma si attende conferma anche da parte di altre aziende.

IL COSTO DEL SERVIZIO

Cominciano a delinearsi anche i costi del servizio al consumatore, con tariffe a tempo analoghe a quelle del car sharing e stimate in circa 25-30 centesimi di euro al minuto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA