Motomondiale
Carattere

Al decimo giro Marc Marquez, in testa a tutti con circa due secondi e mezzo di vantaggio, ha perso l'anteriore per un errore in staccata, e concluso la sua gara nella ghiaia della curva quattro raccogliendo così il primo zero stagionale.

Fuori il neo-campione del mondo, un Cal Crutchlow in grandissima forma - già titolare del secondo posto e del giro veloce della gara (1'29.494) -, si è quindi ritrovato in testa alla classifica. Ma il grande protagonista dei primi giri di questo GP d'Australia è stato Valentino Rossi, che con un ritmo simile a quello di Marquez è riuscito a risalire dalla quindicesima alla seconda posizione in appena dieci tornate.

Si pensava che il pesarese avrebbe potuto raggiungere e superare Crutchlow, invece non è riuscito a colmare il GAP che è anzi aumentato fino a raggiungere i sei secondi e mezzo nel corso del 23esimo giro. Il britannico è volato quindi indisturbato verso la seconda meritatissima vittoria stagionale che chiude un week end difficile, ma certamente positivo per il team privato LCR Honda di Lucio Cecchinello. Con la vittoria odierna il trentunenne di Coventry compie un importante passo avanti in classifica genereale che lo vede ora titolare della sesta piazza (141 pt.), davanti ad Andrea Dovizioso.

Onore al merito per Valentino Rossi che grazie alla ritrovata stabilità meteorologica di questa memorabile domenica australiana, è riuscito a concludere in modo eccellente un week end molto difficile, rosicchiando peraltro altri 10 punti al compagno di squadra Jorge Lorenzo (sesto classificato) nella lotta al secondo posto in campionato.foto valentino rossi motogp phillip island 2016

A completare il podio un bravissimo Maverick Vinales, autore di una rimonta simile a quella di Valentino e vincitore nelle fasi finali di una serratissima bagarre con DoviziosoA.Espargaro. Quest'ultimo è caduto in ingresso alla curva quattro nel corso del 23esimo giro, lasciando lo spagnolo e il forlivese rispettivamente in terza e quarta posizione.

Buon quinto posto per Pol Espargaro - Monster Yamaha Tech 3 che al via è scattato come un missile impossessandosi della prima posizione, salvo essere superato poche curve dopo dal furibondo Marc Marquez. A lui va anche il merito di aver concluso il sua 173° gran premio davanti alla Yamaha ufficiale di Jorge Lorenzo. Gara nell'ombra quella del maiorchino che ha tagliato il traguardo con un ritardo di ben venti secondi da Cal Crutchlow e di sedici da Valentino Rossi.

Entusiasmante la bagarre finale tra Redding (7°), Smith (8°), Petrucci (9°), Miller (10°) e Hayden. Lo statunitense, in sella alla Honda ufficiale di Pedrosa, è purtoppo caduto nel corso del penultimo giro, ma si è rialzato ed è riuscito a tagliare il traguardo in 17esima (ultima) posizione.

Oltre a Marquez, A.Espargaro e Hayden è caduto anche lo spagnolo Hector Barbera alla guida della Ducati Desmosedici GP dell'infortunato Andrea Iannone.

Il prossimo appuntamento con il mondiale MotoGP 2016 è fissato per il week end del 30 ottobre con il Gran Premio della Malesia, in programma al Sepang International Circuit.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Cal Crutchlow - LCR Honda 1°: "Abbiamo fatto un lavoro ottimo ! Sapevo che avrei potuto essere molto competitivo, in particolar modo anche con Marquez. Sapevamo poi che Valentino partiva in quindicesima posizione, quindi per lui sarebbe stato difficile recuperare, però avrei potuto farlo. Poi durante la gara ho visto che riuscivamo a controllare abbastanza, però la gomma davanti era davvero critica. Abbiamo fatto un bel lavoro, sono felicissimo ! Ho vinto una volta sul bagnato e una sull'asciutto. Il week end è stato davvero particolarissimo, speciale ! Adesso vediamo cosa succede in Malesia."

Valentino RossiMovistar Yamaha MotoGP 2°: "Questa mattina il sole, la temperatura e soprattutto il warm-up che ho fatto mi ha messo molto ottimismo e mi ha dato molta carica e un pò di tranquillità, perchè sapevo che si poteva lottare per il podio. Avevo un passo veloce e mi sentivo bene con la moto, infatti abbiamo lasciato tutto così. E' stato molto importante cercare di rimanere concentrato e soprattutto cercare di andare piano piano (step by step), perchè non volevo fare un altro errore come quello di Motegi. Sinceramente quando è caduto Marquez, ho pensato di poter vincere, perchè speravo di andarlo a prendere Crutchlow, ma nella seconda parte di gara ho sofferto un pò, lui è stato più veloce e quindi complimenti !"

Maverick Vinales - Team Suzuki Ecstar 3°: "Un peccato che non sono riuscito a prendere Valentino, perchè avevamo un passo migliore. Nei primi giri ho cercato di risparmiare la gomma posteriore perchè era importante andare forte nella parte finale della gara. In quel frangente ero mezzo secondo più veloce di Aleix e Dovizioso, quindi ho pensato che il terzo posto era possibile. Comunque sono contentissimo, dopo un week end così disastroso possiamo ridere e portare un'altro terzo posto a casa."

MOTOGP PHILLIP ISLAND 2016 - CLASSIFICA GARA

CLASSIFICA MONDIALE AGGIORNATA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

16 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia