Motomondiale
Carattere

Terza strepitosa pole position stagionale - sessantaquattresima in carriera - per Jorge Lorenzo. Secondo tempo per Valentino Rossi, terzo per Maverick Vinales. Iannone dichiarato non idoneo a correre.

Una performance davvero eccezionale quella del maiorchino che già al primo tentativo in sella alla sua Yamaha M1, si è guadagnato la testa della classifica provvisoria dei tempi.

Non contento Lorenzo è stato però capace di migliorarsi ad ogni giro, limando ulteriormente il suo best lap fino ad ottenere, nel terzo ed ultimo tentativo, un incredibile 1'31.868, quasi 2 decimi meglio dell'1'32.146 registrato dallo stesso Lorenzo nel 2015.foto lorenzo qualifiche motogp misano 2016

Un ottimo risultato, non solo per lo spagnolo che in parte sopperisce agli scarsi risultati degli ultimi week end di gara, ma anche per il Team Movistar Yamaha MotoGP che domani vedrà scattare dalla prima fila entrambe le M1. E' infatti Valentino Rossi il secondo pilotà più veloce della sessione in 1'32.216, best lap registrato dal pesarese al terzo ed ultimo giro.

Ci aspettavamo una partenza in prima fila anche per Marc Marquez, e invece lo spagnolo del Team HRC si è dovuto arrendere all'esuberanza di un Maverick Vinales galvanizzato dalla recente e meritatissima vittoria di Silverstone. Così domani l'hondista partirà dalla quarta casella dello schieramento alle spalle del connazionale in blu.

Lodevole prestazione anche per il collaudatore Michele Pirro, che in seguito alla decisione dei medici di non far correre Andrea Iannone, è salito in sella alla moto del pilota di Vasto come suo sostituto. Dopo aver chiuso in testa la Q1 guadagnandosi l'accesso alla Q2, Pirro ha quindi firmato il quinto miglior tempo assoluto (1'32.467) davati al compagno di squadra Andrea Dovizioso, sesto in 1'32.677.

foto valentino rossi qualifiche motogp misano 2016

Il forlivese non è riuscito a sfruttare al meglio la sessione: nel primo giro la seconda gomma non era pronta così ha dovuto abortire il tentativo, mentre il traffico in pista presente nelle fasi successive ha fatto il resto. Andrea ha dichiarato di essere comunque soddisfatto del lavoro svolto fin qui, e del suo passo gara che è in linea con quello dei primi.

La terza fila dello schieramento di partenza sarà invece formata da Cal Crutchlow, Dani Pedrosa - che dallo scorso GP di Silverstone sembra rinato -, e dal secondo portacolori del Team Suzuki Ecstar, Aleix Espargaro.

Lo spagnolo sarà seguito dal fratello Pol in sella alla Yamaha satellite del Team Tech 3 (10°), dal coprotagonista della Q1 Hector Barberà (11°), e dal portacolori dell'Aprilia Racing Team Gresini, Alvaro Bautista (12°).foto vinales qualifiche motogp misano 2016

Sono invece rimasti fuori dalla Q2 Stefan Bradl (13°), Alex Lowes (14°), Danilo Petrucci (15°), Eugene Laverty (16°), Jack Miller (17°), Scott Redding (18°), Tito Rabat (19°), Yonny Hernandez ed il pilota della Superbike Javier Fores (20°). Quest'ultimo in sella alla Ducati Desmosedici del team Avintia Racing nelle vesti di sostituto dell'infortunato Loris Baz.

La gara si preannuncia particolarmente combattuta in quanto ci sono parecchi piloti che hanno lo stesso passo di gara. A rendere tutto più incerto e a vanificare il lavoro fin qui svolto dalle squadre, potrebbe essere ancora una volta il meteo: secondo le previsioni infatti anche questo gran premio potrebbe svolgersi sotto l'acqua. In ogni caso, sia in condizioni di asciutto che di bagnato, fondamentale sarà per tutti i piloti effettuare una corretta scelta delle gomme.

Piccola parentesi per Iannone: dopo la brutta caduta di ieri, a seguito della quale il pilota di Vasto ha riportato una piccola frattura alla vertebra T3 della spina dorsale, il medico del circuito - dott. Eraldo Berardi - stamattina ha visitato Andrea nuovamente, dichiarandolo non idoneo a correre. La prognosi di guarigione per il pilota abruzzese rimane quindi confermata (15/20 giorni). A rischio pertanto anche il gran premio d'Aragona del 25 settembre prossimo.

L'appuntamento con il GP di San Marino e della Riviera di Rimini è fissato per domani alle ore 14:00, quando il semaforo del circuito Marco Simoncelli di Misano Adriatico si spegnerà per dare il via al tredicesimo gran premio stagionale del mondiale MotoGP 2016.

IL PRONOSTICO DI MOTONOTIZIE.IT

  1. Rossi
  2. Lorenzo
  3. Marquez
  4. Vinales
  5. Pedrosa

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Jorge Lorenzo - Movistar Yamaha MotoGP 1°: "Volevo essere aggressivo e rischiare un pò di più, così ho spinto forte ed ho fatto un gran bel tempo, ma sentivo che si poteva fare meglio. Ho rischiato, e ho fatto tre decimi meglio dell'anno scorso con le Bridgestone, è incredibile ! Questo è senza dubbio uno dei migliori giri della mia carriera."

Valentino Rossi - Movistar Yamaha MotoGP 2°: "In effetti ero preoccupato dopo la prima gomma, però durante questo weekend abbiamo avuto pneumatici che andavano meglio ed altri che andavano peggio. Con la prima gomma ho spinto forte ma ho fatto solo 32.9, ero un pò preoccupato ma speravo nella seconda, con quest'ultima la moto andava molto bene e al primo giro ho fatto subito 32.3. Sapevo di poter togliere un pelino e ho fatto 32.1 e sono contento perchè partire in prima fila qui domani sarà molto molto importante. Adesso dobbiamo concentrarci e cercare di mettere apposto tutti i dettagli, perchè abbiamo ancora tante indecisioni, soprattutto sulle gomme da usare."

Maverick Vinales - Team Suzuki Ecstar 3°: "Abbiamo lavorato soprattutto per la gara, non tanto per il giro veloce, girando con gomme usurate nei turni precedenti. Per le qualifiche eravamo a posto e quindi ho cercato di farmi sotto. Sono contento per il risultato."

MOTOGP MISANO 2016 - CLASSIFICA Q1

MOTOGP MISANO 2016 - CLASSIFICA Q2

MOTOGP MISANO 2016 - GRIGLIA DI PARTENZA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

 

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

02 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia