Motomondiale
Carattere

Successo strameritato - il primo in MotoGP - per Maverick Vinales che ha scritto una nuova e bellissima pagina di storia del motociclismo, portando alla vittoria la Suzuki nove anni dopo l'ultimo successo ottenuto nel GP di Francia 2007 da Chris Vermuelen. Secondo posto per uno straordinario Cal Crutchlow, terzo per Valentino Rossi.

Pronti via, semaforo spento ed ecco subito in testa la Suzuki con il N.25 sul cupolino, è il ventunenne di Figueres Maverick Vinales, velocissimo in prova e in qualifica dove lo stesso si è aggiudicato ieri pomeriggio la partenza dalla prima fila dello schieramento.

Alle spalle del promettente prodigio spagnolo, che l'anno prossimo vestirà i colori del team Movistar Yamaha MotoGP, il futuro compagno di squadra Valentino Rossi guida il terzetto di inseguitori che vede Laverty e Pedrosa rispettivamente in terza e quarta posizione provvisoria, mentre in quinta ma più staccato figura il leader del mondiale Marc Marquez.

Poche curve dopo ecco il primo inatteso colpo si scena: Loris Baz e Pol Espargaro che viaggiano nelle retrovie del serpentone di moto, sono protagonisti di uno spaventoso incidente. La corsa prosegue ancora per qualche minuto prima di venire fermata dalla direzione gara per agevolare i soccorsi e la rimozione dei detriti presenti sulla pista.

Minuti di apprensione, entrambi i piloti alzano un braccio per rassicurare il pubblico, quindi vengono trasferiti presso il centro medico per tutti gli accertamenti del caso (più tardi i medici dichiareranno che entrambi sono rimasti illesi).

La corsa riprende con una nuova procedura di partenza e un giro in meno da percorrere. Nessuna variazione sullo schieramento che rimane quello definito dalle due sessioni di qualifica di ieri. Il copione è lo stesso di prima: al via Crutchlow scatta in testa, ma dopo qualche curva è Vinales a prendere il comando della corsa. In sella alla GSX-RR lo spagnolo del team Ecstar inizia subito a costruirsi un margine che giro dopo giro diventa incolmabile per i suoi inseguitori Marquez, Crutchlow, Rossi, Iannone e Pedrosa, tutti in lotta per un posto sul podio.foto crutchlow motogp gara silverstone 2016

Al terzo giro il tedesco Stefan Bradl - Aprilia Racing Team Gresini conclude con una caduta alla curva tre la sua gara. Poco dopo alla curva otto, la stessa sorte tocca a Scott Redding: il britannico del team Octo Pramac Yakhnich riesce a ripartire seppur in ultima posizione. La corsa prosegue e al decimo giro a catalizzare le attenzioni del pubblico presente sugli spalti è Andrea Iannone, che dal quinto posto passa al terzo.

L'abruzzese guadagna un'altra posizione durante la quattordicesima tornata, ma la sua corsa finisce alla curva diciassette dove cade rovinosamente ponendo fine alla sua bella prestazione. Alla base della caduta c'è l'affaticamento dell'avambraccio destro, come dichiarerà lo stesso Iannone a fine gara. 

A dare spettacolo negli ultimi giri sono Marc Marquez e Valentino Rossi che ingaggiano una avvincente lotta per la terza piazza. Ad avere la meglio è lo spagnolo che al diciottesimo giro guadagna la seconda posizione. Nel tentativo di difenderla da un agguerrito Crutchlow, Marquez commette però un errore e perde quattro posizioni.

La gara si conclude con Maverick Vignales vincitore in solitaria seguito da Cal Crutchlow, grandioso secondo a +3.480 e Valentino Rossi terzo, mentre Marquez limita i danni recuperando su Pedrosa (5°) la quarta piazza. Sesto posto per Dovizioso, autore di un'ottima gara iniziata per lui dalla decima posizione. Il forlivese ha patito lo stesso problema fisico del compagno di squadra Iannone.foto rossi motogp silverstone 2016

Prestazione mediocre quella di Jorge Lorenzo che ha chiuso la sua corsa in ottava posizione davanti al ternano Danilo Petrucci.

Con il terzo posto odierno Valentino Rossi ha ridotto seppur di poco il distacco in classifica generale da Marc Marquez, 160 pt. per il pesarese contro i 210 pt. dello spagnolo, mentre si fa più consistente la perdita di terreno di Jorge Lorenzo (146 pt.) che viene ora avvicinato da Maverick Vinales (125 pt.)

Il prossimo appuntamento con il mondiale MotoGP 2016 è fissato per il week end dell'11 settembre con il Gran Premio di San Marino, in programma sul circuito Marco Simoncelli di Misano Adriatico.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Maverick Vinales - Team Suzuki Ecstar 1°: "Questa vittoria è stata davvero emozionante , la prima per me da quando corro in MotoGP, la prima per Suzuki dal 2007. Sentivo che ero a posto e che avevo la possibilità di vincere, ma fin quando non si passa sotto la bandiera a scacchi non si può mai sapere. La squadra ha fatto un ottimo lavoro, hanno migliorato la moto nelle ultime gare e per tutto il fine settimana. Dopo la partenza ero fiducioso e ho pensato che avevo un margine per mantenere la prima posizione, questo mi ha dato la fiducia necessaria per ripetere tutto dopo la seconda partenza. Il mio feeling con la moto era perfetto, ho cercato di spingere al massimo all'inizio e poi ho controllato la gara. In queste ultime gare abbiamo dimostrato il nostro potenziale, e che la direzione in cui stiamo andando è quella giusta."

Cal Crutchlow - LCR Honda 2°: "E 'stato bello essere parte lottare per il podio oggi e fare divertire il pubblico inglese. Voglio ringraziare il team LCR Honda e per il duro lavoro di queste ultime settimane. Abbiamo iniziato l'anno con qualche infortunio, e con problemi alla moto, ma il lavoro ci ha ripagato. In gara mi sentivo bene, avevo un buon feeling. Con Marc e Valentino è stata una bella battaglia, ma voglio congratularmi con Maverick perché ha controllato la gara e ha fatto un lavoro superbo. Quattro nuovi vincitori nelle ultime quattro gare MotoGP è qualcosa di unico. Salire sul podio davanti ai miei tifosi di casa è davvero speciale e sono davvero orgoglioso di farlo. Mi sento in gran forma in questo momento e spero di fare un'altra buona gara a Misano, anche se sappiamo che sarà difficile in quanto non è stato il posto migliore per me o la Honda negli ultimi anni."

Valentino Rossi - Movistar Yamaha MotoGP 3°: "Per il campionato questi sono solo tre punti, ma sono molto felice perché è stata una battaglia molto dura. Ho combattuto per tutta la gara. Purtroppo, dopo otto o nove giri, la mia gomma posteriore ha iniziato a scivolare molto, quindi era molto difficile controllare la moto, ma alla fine è stato molto divertente lottare con Marc e Crutchlow e sono molto contento di questo podio. E 'stata una gran gara, sapevo che avrei dovuto lottare dal primo all'ultimo giro per arrivare davanti. Sull'asciutto non siamo stati così forti. Sapevamo che con le gomme avremmo avuto difficoltà nella seconda parte della gara e in effetti è stato così. E 'stata una grande battaglia con Marquez e anche con Crutchlow e Iannone. Ho spinto al massimo e sono arrivato sul podio. Non è molto importante per i punti in campionato, ma è molto importante per me e per la squadra. Ho i segni del pneumatico di Marquez addosso, perché ci siamo toccati due o tre volte. La battaglia è stata bella ma difficile, mi sono divertito un sacco. Quando si tenta alla fine di lottare per il podio con Marquez è sempre difficile, ma è stata bella e voglio rivederla in televisione."

MOTOGP SILVERSTONE 2016 - CLASSIFICA GARA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

16 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia