banner regali natale per motociclisti 2017

Motomondiale
Carattere

Prima pole position stagionale per Andrea Iannone (1'23.142) che batte in extremis Valentino Rossi (1'23.289) e il compagno di squadra Andrea Dovizioso (1'23.298). Quarto tempo per Jorge Lorenzo, quinto per Marc Marquez. Solo dodicesimo Dani Pedrosa.

Sconosciuto a tutti, ma velocissimo, e così il Red Bull Ring di Zeltweg si è rivelato finora il migliore alleato delle Ducati. Dopo aver dominato tre sessioni di libere su quattro, i due Andrea - Iannone e Dovizioso - non hanno tradito le aspettative, aggiudicandosi rispettivamente la prima e la terza casella dello schieramento di partenza del GP d'Austria. "Dovi" si è mantenuto in testa per quasi tutta la sessione, ma negli ultimi cinque minuti Iannone e Rossi sono riusciti ad abbassare i rispettivi riferimenti e a scavalcare il forlivese che stava già pregustando la pole.foto valentino rossi motogp austria 2016Con l'ottimo risultato di questo pomeriggio, e con il terzo tempo registrato nella FP4, Valentino Rossi comincia a raccogliere i frutti del duro lavoro di messa a punto effettuato in questi due giorni sulla sua M1. Buono anche il passo gara che gli permetterà domani di lottare per il podio.

Ad una prima fila tutta italiana corrisponde una seconda fila tutta spagnola, con Jorge Lorenzo finalmente nella top five (quarto in 1'23.361) dopo tre turni di libere certamente difficili, e Marc Marquez autore di un buon quinto tempo (1'23.475), nonostante una spalla dolorante per la brutta caduta rimediata durante la FP3. Dietro al pilota di Cervera troviamo invece il suzukista Maverick Vinales, autore del sesto tempo (1'23.584) ma anch'esso in lizza per il podio, visti gli ottimi riscontri cronometrici nei primi tre turni di libere.

Cal Crutchlow firma il settimo tempo dopo essersi guadagnato l'accesso alla Q2 con il secondo posto nella Q1 dietro a Eugene Laverty, undicesimo. Male Dani Pedrosa che ottiene solo il dodicesimo tempo davanti a Danilo Petrucci - OCTO Pramac Yakhnich. Il pilota romano non ha passato il turno per 0.153 sec.

Anche il pugliese Michele Pirro, iscritto a questa gara come wild card è rimasto confinato alla Q1 dove ha fatto segnare il settimo crono che gli è valso la diciassettesima posizione finale che equivale alla sesta fila.

L'appuntamento con il GP d'Austria è fissato per domani alle ore 14:00 italiane.

IL PRONOSTICO DI MOTONOTIZIE.IT

  1. Dovizioso
  2. Iannone
  3. Rossi
  4. Marquez
  5. Vinales

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Andrea Iannone - Ducati Team 1°: "La mia pole di oggi è stata fantastica e ho fatto un giro davvero incredibile. Ho sbagliato il mio primo tentativo, arrivando lungo alla curva tre, e mi sono innervosito un po’. Poi in quello successivo ho fatto 1’23”404, ma nell’ultimo giro ho spinto al massimo per provare a limare ancora qualcosa e alla fine ho ottenuto la pole. Oggi sono riuscito a guidare un po’ meglio grazie alle cure della Clinica Mobile che ha fatto un lavoro incredibile, visto che la costola mi da meno fastidio, anche se fare 28 giri domani sarà molto dura! Sono contentissimo di partire in pole position qui a Zeltweg, perché è la mia seconda pole in MotoGP e domani spero di riuscire a regalare una bella soddisfazione ai nostri tifosi."

Valentino Rossi - Movistar Yamaha MotoGP 2°: "Questa mattina abbiamo fatto delle cose che non mi piacevano, infatti è stato un turno difficile, però nel pomeriggio abbiamo lavorato molto bene e trovato un buon bilanciamento della moto, infatti ho finito terzo dietro le Ducati. Per la qualifica abbiamo fatto un altro pelino meglio, mi sentivo bene, ho potuto spingere forte e ho cercato di fare il tempo in quei posti dove bisogna entrare forte, dove la nostra moto va bene. Sono contentissimo perchè essere in prima fila e in mezzo alle Ducati che vanno così forte, è bello !"

Andrea Dovizioso - Ducati Team 3°: "E’ stata una sessione di qualifica veramente tirata, ed è bello essere in prima fila con altri due piloti italiani. Purtroppo non sono riuscito a centrare la pole position: ho fatto un buon giro ma non perfetto. Ad ogni modo l’importante oggi era riuscire a trovare il miglior set up possibile per i 28 giri del GP di domani. Abbiamo lavorato molto e secondo me questa volta abbiamo le carte in regola per dire la nostra, anche se essere competitivi per tutta la durata della corsa sarà complicato, soprattutto visti i miglioramenti di alcuni piloti. In ogni caso sono contento del lavoro che abbiamo fatto durante il weekend, perché siamo riusciti a focalizzarci molto sul passo anche se bisognerà vedere cosa succederà con il degrado gomme che arriverà a due terzi della gara."

MOTOGP AUSTRIA 2016 - CLASSIFICA Q1

MOTOGP AUSTRIA 2016 - CLASSIFICA Q2

MOTOGP AUSTRIA 2016 - GRIGLIA DI PARTENZA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

02 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia