Motomondiale
Carattere

Vittoria numero centoquattordici per Valentino Rossi che firma a Montmelò una gara capolavoro, resistendo sul finale agli attacchi di Marc Marquez. Primo podio stagionale per Dani Pedrosa, terzo. Lorenzo finisce a terra centrato da Iannone.

Gas a martello e via, partenza a fionda per Jorge Lorenzo che prova subito ad allungare su Marquez, Pedrosa e Iannone. Rossi è ottavo ma in rimonta e in poco più di una tornata si beve Dovizioso, Pol Espargaro, Iannone e Vinales, guadagnando così la quarta posizione.

Alla terza tornata Valentino è già in terza piazza mentre alle sue spalle Vinales tenta più volte il sorpasso ai danni di Pedrosa che non è minimamente intenzionato a cedere la quarta posizione provvisoria. Molti dei tentativi del neoacquisto Yamaha finiscono in pericolosi lunghi che favoriscono la fuga del catalano. 

La gara è ancora lunga ma Rossi vuole riscattare lo zero del Mugello, le sua sete di vittoria scaturisce quindi in un duplice sorpasso: Lorenzo prima, Marquez dopo. Il maiorchino viene quasi subito superato anche dal connazionale, mentre Rossi con la pista libera prova ad allungare.

Al nono giro il sorpasso di Vinales su Jorge non lascia dubbi: il cinque volte iridato è in difficoltà e non riesce più a tenere lo stesso passo dei primi cinque giri.

Nelle sette tornate successive il maiorchino mantiene la quinta posizione davanti ad Andrea Iannone che al diciassettesimo passaggio tenta il sorpasso alla curva 10, con una staccata che si traduce in un lungo dagli esiti disastrosi: esattamente come avvenuto in Argentina, Iannone centra l'avversario abbattendolo. I due finiscono la loro gara a terra nella via di fuga.

Mentre la manovra di Andrea è già al vaglio della Direzione Gara per una eventuale sanzione, Rossi e Marquez iniziano il duello finale che il pubblico attende dal famoso Gran Premio della Malesia dell'anno scorso.

Marquez attacca Rossi a cinque giri dalla fine ma il pesarese respinge l'attacco. Altro giro, altro tentativo, niente da fare ! Al ventiduesimo passaggio però il sorpasso è compiuto. Il campione spagnolo è al comando ma non riesce a schiodarsi di dosso Valentino che lo segue a distanza ravvicinata, così alla prima staccata del giro successivo il nove volte iridato torna di nuovo al comando.foto marquez rossi motogp barcellona 2016

Nelle due tornate finali Marquez prova a reagire ma Valentino e la sua Yamaha sono troppo forti oggi e lo spagnolo, per tenere il passo dell'avversario, finisce per commettere qualche sbavatura di troppo che gli fa perdere terreno. Rossi taglia quindi il traguardo con un margine di 2.65 secondi su Marquez, raccogliendo la sua decima vittoria in carriera che lo stesso dedica al povero Luis Salom morto venerdì scorso durante la seconda sessione cronometrata della Moto2.

A ridosso del duo delle meraviglie troviamo un bravissimo Pedrosa che torna sul podio (il 143esimo in carriera) dopo due mesi e cinque gran premi disputati, mentre Vinales chiude il suo GP di casa con un buon quarto posto.

Per quanto riguarda gli altri italiani, Andrea Dovizioso - Ducati Team chiude la sua trasferta catalana in settima piazza, mentre Danilo Petrucci - OCTO Pramac Yakhnich, conferma il nono posto della qualifica di ieri.

Dopo il GP di oggi la classifica di campionato vede ora Marquez al comando con 125 punti seguito da Lorenzo, leader del mondiale fino a ieri ora secondo con 115 punti, e Rossi terzo (103 pt.).

Il prossimo appuntamento con il mondiale MotoGP 2016 è fissato per il week end del 26 giugno con il Gran Premio d'Olanda, in programma sullo storico circuito di Assen.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Valentino Rossi - Movistar Yamaha MotoGP: "Purtroppo questa vittoria non ci può ridare Luis che è la cosa che vorremmo tutti, però penso che è l'unica cosa che possiamo fare per onorare lui, la sua famiglia e per ricordarlo. L'unica cosa che possiamo fare è fare una gran gara e cercare di dare il massimo e dedicarla a lui e alla sua famiglia. Sapevo che con Marquez il finale sarebbe stato difficile, ho avuto paura che mi battesse, però ho visto che in certi punti della pista ero più veloce quindi ho cercato di guidare bene. Mi pesava tanto non aver vinto a Barcellona dal 2009 perchè è una delle mie piste preferite e dopo il Mugello ero veramente molto triste, perchè mi ero apparecchiato tutto bene per fare una gran gara e per cercare di vincere davanti a tutta la gente. E' stata una delusione cocente, però ho pensato che dovevo cercare di rifarlo qua."

Marc Marquez - Repsol Honda Team 2°: "Penso che abbiamo fatto una gara bellissima ! Con la temperatura più alta abbiamo faticato di più, ma abbiamo lottato fino alla fine, tanto che a momenti cadevo. Valentino ha fatto una grandissima gara, se la meritava perchè ha guidato molto bene. Penso che abbiamo fatto una bella battaglia per Luis e ci siamo anche stretti la mano che è anche importante per il motociclismo."

Dani Pedrosa - Repsol Honda Team 3°: "Sono contento prima di tutto si essere sul podio. E' veramente più facile quando si parte davanti, specialmente nei primi giri. Ho perso un pò alla prima curva perchè ho staccato un pò presto. I piloti all'inizio erano erano troppo aggressivi e io dovevo guidare più pulito per salvaguardare le gomme, specialmente quella di dietro perchè ho scelto una media. Dopo Vinales era molto aggressivo, ha fatto dei sorpassi, specialmente sulla chicane che è molto stretta e abbiamo perso un secondo e mezzo in quel giro lì, ho perso il contatto con Valentino e con Marc. Dopo il ritmo era molto simile, però alla fine gli ultimi sei giri la gomma dietro è calata tanto e ho cercato di arrivare a fine gara."

MOTOGP GRAN PREMIO DI CATALOGNA 2016 - CLASSIFICA GARA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

 

 

 

CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

16 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia