Motomondiale
Carattere

Cresce ancora la lista dei successi di Jorge Lorenzo che chiude la trasferta italiana con una inaspettata, meritatissima, terza vittoria stagionale in tasca. Secondo posto per il coriaceo Marc Marquez, terzo per uno strepitoso Andrea Iannone. Giornata nera per Valentino Rossi, costretto al ritiro a causa di un grave guasto tecnico.

Rottura del motore durante il warm up della mattina; è iniziata col botto la domenica del GP d'Italia per Jorge Lorenzo. Un fatto certamente insolito, quasi singolare visto il livello di affidabilità raggiunto negli ultimi dieci anni dai motori MotoGP. Un inconveniente che non ha però impedito a Jorge di affrontare il gran premio con la solita grinta e freddezza.

Con una furiosa partenza dal quinto posto in griglia, il cinque volte iridato è balzato in testa alla corsa cercando di involarsi nella solita gara in solitaria. Tentativo fallito per lo spagnolo che si è visto subito tallonato da un agguerrito Valentino Rossi, forte anch'egli di una buona partenza dalla pole position conquistata ieri in qualifica e desideroso di riaffermarsi in un circuito dove manca da troppi anni la vittoria (2008).

foto rossi lorenzo bagarre motogp mugello 2016

Chiamando in causa le sue eccellenti doti staccatorie, Jorge è riuscito a contenere egregiamente l'impeto del "Dottore", mantenendo la testa della corsa fino alla nona tornata, ovvero fino al verificarsi dell'evento che ha stravolto il Gran Premio d'Italia: Valentino rallenta vistosamente e devia a destra, pochi istanti dopo una nuvola di fumo bianco non lascia dubbi, il quattro cilindri della sua M1 si è rotto, esattamente come accaduto al compagno di squadra solo quattro ore prima. Per Rossi la corsa si conclude nello sconforto assoluto, consapevole che la vittoria davanti ai suoi tifosi (la quasi totalità del pubblico presente) era alla sua portata.

Uscito di scena Rossi, la lotta per la vittoria è diventata un affare tutto spagnolo fra Lorenzo e Marquez, con il #93 capace di colmare in appena quattro tornate gli otto decimi di distacco dall'avversario e di dar vita ad una bagarre finale tiratissima. Grandioso l'ultimo giro: Marquez passa in testa alla Luco-Poggiosecco con un sorpasso capolavoro, poi un breve scambio di posizioni alla Biondetti in favore del maiorchino, ma all'uscita è dinuovo Marquez a spuntarla sull'avversario. Il "Cabroncito" mantiene il comando fino a metà del rettilineo di arrivo ma Lorenzo sfrutta la scia e vince la gara in volata per soli 19 millesimi.foto marquez motogp mugello 2016 secondo classificato

A raccogliere una terza posizione che vale come una vittoria è invece Andrea Iannone: a causa di una partenza disastrosa per problemi con la frizione, il pilota abruzzese è costretto a risalire dall'undicesima posizione superando Pedrosa nel corso del decimo giro, e Dovizioso sette tornate più tardi, facendo registrare anche il giro più veloce in gara (il ventitreesimo) e il nuovo record assoluto di velocità, 354,9 Km/h.foto iannone podio motogp mugello 2016

Giornata soddisfacente anche per Dani Pedrosa che festeggia con un ottimo quarto posto il suo 250° GP dopo una rimonta dalla settima posizione, e per Andrea Dovizioso, quinto nonostante la partenza dal tredicesimo posto in griglia. Per circa otto giri (dal nono al sedicesimo) Andrea si è mantenuto in terza posizione, ma poi ha dovuto cedere il passo per l'indurimento dell'avambraccio destro prima al suo compagno di squadra e successivamente a Pedrosa.

Alle spalle del forlivese si sono invece classificati Maverick Vinales, che ha chiuso la sua gara in sesta posizione, poi Smith (7°), Petrucci (8°), A. Espargaro (9°) e Pirro che completa la top ten.

Il prossimo appuntamento con il campionato MotoGP 2016 è fissato per il week end del 5 giugno con il Gran Premio della Catalogna, in programma sul circuito di Barcellona.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Jorge Lorenzo - Movistar Yamaha MotoGP 1°: "Il mio passo non era così veloce quindi non sono riuscito ad andare in fuga come avrei voluto. Marc è stato molto forte per tutta la gara, ho cercato di controllare anche se pensavo che lui magari avesse più energia. Quando mi ha superato ho cercato di mantenere il secondo posto per portare a casa i punti, ma poi mi son ricordato dell'anno 2005, quando ero in 250 e ho superato De Angelis all'ultima chicane per il secondo posto e ho pensato che avrei potuto ripetere la stessa manovra. Ho cercato di fare un sorpasso ed è andata bene ma poi sono andato largo nella seconda curva della chicane. Sono uscito dall'ultima curva piuttosto veloce quindi ho potuto prendere la scia di Marquez che mi ha permesso di vincere in modo inaspettato questa gara."

Marc Marquez - Repsol Honda Team 2°: "Sapevo che eravamo molto vicini perchè non riuscivo a superare Jorge anche con le staccate al limite. Ho faticato per tutto il week end in velocità di punta e in accelerazione è andata così. Ho fatto una bella gara ci ho provato al massimo, ma oggi non ci sono riuscito. Ho rischiato molto per vincere, ma all'ultimo rettilineo, Jorge è riuscito a superarmi sfruttando la scia. Continuerò a lavorareper migliorare l'accelerazione. Oggi riuscivamo a stare li perchè al Mugello non ci sono tante accelerazioni, però è quello il nostro punto debole quindi per la prossima gara dovremo cercare di progredire ancora."

Andrea Iannone - Ducati Team 3°: "Sono molto deluso perchè in partenza la frizione era molto scivolosa e la moto è partita con una grossa impennata. Per me è stata molto dura da controllare, tutti mi hanno passato alla prima curva, è stato un disastro oggi ! Comunque ho spinto molto per tutta la gara e ho avuto un buon feeling con le gomme. Credo che su questa pista le gomme abbiano funzionato molto bene e questo è molto positivo perchè la Michelin sta migliorando gara dopo gara e questo è molto importante per noi. La delusione è il risultato perchè il podio in Italia è molto buono, avevo un grosso potenziale per lottare per la vittoria e quindi avevo comunque bisogno di questo podio quest'oggi. Ci riproveremo la prossima gara!"

MOTOGP GRAN PREMIO D'ITALIA 2016 - CLASSIFICA GARA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

02 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia