Motomondiale
Carattere

Il 23enne di Cervera (Spagna) ha centrato oggi la seconda pole position stagionale (60° in carriera), chiudendo il suo miglior giro in 2'03.188 dopo aver dominato tutti e quattro turni nelle libere del venerdì e sabato. Velocissimo nel giro secco e nel passo gara, non c’è alcun dubbio, il "Cabroncito" è il grande favorito per la vittoria di questa quarta edizione del GP delle Americhe.

Ottimo piazzamento anche per le due Yamaha M1 ufficiali, con Jorge Lorenzo e Valentino Rossi rispettivamente in seconda e terza posizione. Impeccabile nella guida, il campione del mondo in carica è riuscito quasi ad eguagliare la performance di Marquez chiudendo il secondo giro utile in 2'03.257, a soli 69 millesimi dal connazionale. Leggermente più attardato invece Valentino Rossi che paga un distacco di 0.456 nei confronti di Marquez.foto podio qualifica pole motogp austin 2016

Il quarto posto nella classifica finale dei tempi è occupato da Andrea Iannone che dovrà però scontare la penalizzazione ricevuta dopo il GP di Argentina partendo dalla terza fila. Il suo compagno di squadra Andrea Dovizioso non è invece riuscito a scendere sotto il 2’04.339 che equivale al settimo tempo in classifica. Per entrambi i piloti del Ducati Team il week end si è rivelato finora ostico, a renderlo tale le evidenti difficoltà nell’affrontare alcuni tratti del tracciato dove le DesmosediciGP faticano in frenata e nei rapidi cambi di direzione.

A trarre beneficio dalla penalizzazione di Iannone saranno Maverick VinalesSuzuki Ecstar e Cal CrutchlowLCR Honda, autori rispettivamente del quinto e sesto tempo che scatteranno invece dalla quarta e quinta casella dello schieramento. Positiva sin dalla FP3 la giornata del pilota spagnolo, quando alcuni miglioramenti nel set-up della sua GSX-RR gli hanno permesso di migliorare i tempi sul giro e di ottenere l'accesso diretto alla Q2. In qualifica, alcuni problemi con il set-up e le nuove gomme hanno reso la sua sessione un po' più difficile, ma Vinales è poi riuscito a trovare il ritmo giusto.

Week end difficile per Dani Pedrosa che, nonostante il duro lavoro svolto con la sua squadra, non è ancora riuscito a trovare il setup ideale per la sua RC213V. Il catalano nel pomeriggio ha provato la gomma dura ma questa non ha dato i risultati sperati. Il suo best lap (2'04.379) equivale all’ottavo tempo in classifica.

L'appuntamento con il GP delle Americhe è fissato per domani alle ore 21:00 italiane.

LE DICHIARAZIONI DEI PROTAGONISTI

Marc Marquez - Repsol Honda Team 1°: "Sono molto contento di questa pole position. Sembra che mi sento bene qui in America. Forse non ho fatto il giro perfetto in qualifica e le due Yamaha si sono avvicinate, ma cercheremo di gestire nel miglior modo possibile la gara di domani. Sono contento di come sta andando questo fine settimana, mi sento un pò meglio con la moto ogni volta che vado in pista e il nostro passo per la gara sembra competitivo. Gli pneumatici stanno funzionando abbastanza bene, ma ovviamente, come sempre qui a Austin, fare la scelta giusta per l’anteriore sarà fondamentale. Sarà una gara dura, sia fisicamente che in termini di tempi sul giro perché, anche se non sembra, tutto è piuttosto stretto, ma mi sento tranquillo e penso di avere la possibilità di lottare per la vittoria."

Jorge LorenzoMovistar Yamaha MotoGP 2°: "Abbiamo lavorato molto bene con tutta la moto, sicuramente dobbiamo curare gli ultimi dettagli sull'elettronica, però sono molto contento perché nella FP4 la pista era molto scivolosa, ma fortunatamente dopo è migliorata tantissimo ed è stato il turno con il migliore grip nella pista così ho potuto fare un gran bel giro, sono molto orgoglioso di questo tempo. Ho fatto un gran lavoro per Yamaha con il setting, domani proveremo a finire sul podio la gara e prendere punti per arrivare più forti in Europa, sulle piste a noi favorevoli."

Valentino Rossi - Movistar Yamaha MotoGP 3°: "Sono soddisfatto, soprattutto del lavoro di oggi perché già da questa mattina abbiamo migliorato la moto molto e soprattutto oggi pomeriggio con le gomme da gara ho avuto un buon passo e  ho finito terzo  più o meno con lo stesso passo di Jorge. Era molto importante cercare di fare una buona qualifica perché partire in prima fila è fondamentale. Sono contento perché ho fatto un buon giro, peccato, mi sarebbe piaciuto  stare più vicino, però 3.6 è buono e soprattutto partire in prima fila è fondamentale."

MOTOGP AUSTIN 2016 - CLASSIFICA Q1

MOTOGP AUSTIN 2016 - CLASSIFICA Q2

MOTOGP AUSTIN 2016 - GRIGLIA DI PARTENZA

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

02 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia