Motomondiale
Carattere

"Siamo consapevoli che è molto difficile, perché gli avversari sono davvero forti, però noi siamo qui per vincere, siamo un team ufficiale a tutti gli effetti e corriamo per questo!"

E' sereno ma soprattutto ottimista l'Andrea Dovizioso che abbiamo visto ieri alla presentazione ufficiale della nuova Desmo16 GP, totalmente diverso dal pilota demoralizzato di fine 2015.

Per il forlivese la stagione scorsa è stata contrassegnata da risultati altalenanti, con cinque podi di cui tre consecutivi nelle prime tre gare e una pole position, ma anche quattro ritiri e due gare concluse rispettivamente in dodicesima e tredicesima posizione. Risultati che trovano giustificazione nella giovinezza del progetto GP15 ha spiegato "Dovi" chiamato ad intervenire sul palco :

"Nel 2015 abbiamo fatto dei bellissimi podi, delle bellissime lotte. Siamo partiti la prima gara con una bella spinta e una bella volata fino all'ultimo giro. Siamo partiti molto bene ma con una moto completamente nuova, quindi non sapevamo esattamente cosa ci potesse aspettare e durante la stagione è normale che siano venuti fuori certi limiti. Quando hai una moto completamente nuova in un campionato così difficile come la MotoGP, secondo me è normale."

UN 2016 DIFFICILE MA DI GRANDI ASPETTATIVE

Il nuovo regolamento ha introdotto due novità molto importanti ovvero il software unico e un nuovo fornitore di gomme, una rivoluzione tecnica che ha catapultato i team nell'incertezza assoluta e che lascia presagire una stagione difficile e imprevedibile.andrea dovizioso desmosedici gp 001

Per garantirsi un certo margine di tranquillità in termini di prestazioni e competitività, gli ingegneri Ducati hanno quindi adottato una strategia conservativa, apportando piccole ma importanti modifiche evolutive ad una moto che ha più volte evidenziato il suo grande potenziale, peraltro recentemente confermato da un certo Casey Stoner. Le aspettative quindi rimangono alte per Ducati, desiderosa di festeggiare i suoi 90 anni di presenza sul mercato delle due ruote nel miglior modo possibile, e per Andrea, motivato dalla voglia di rivincita unita alla necessità di assicurarsi un ingaggio per il biennio 2017/2018 :

"E' il mio quarto anno in Ducati ufficiale, un anno fondamentale per tanti motivi, ma credo che abbiamo in questo momento la base e tutti i presupposti per poter stare davanti."

Il duro lavoro di sviluppo e messa a punto effettuato a Sepang e Phillip Island ha dato dei buoni riscontri ma c'è ancora del lavoro da fare e l'ultimo test sarà fondamentale per il team :

"I test sono andati benino, non bene come l’anno scorso che a Losail abbiamo fatto il miglior tempo, ma in Qatar ci dobbiamo ancora andare e i primi due test sono stati importanti per sgrossare, perché il regolamento è molto diverso. Abbiamo avuto qualche problemino tecnico al primo test che non ci ha permesso di girare molto ma già in Australia il mio feeling  con le gomme è migliorato, questo era il primo obiettivo e adesso credo che abbiamo la possibilità in Qatar di lavorare su certi aspetti più importanti a cui le altre squadre hanno già lavorato. Sarà molto importante vedere il risultato finale, ma mi aspetto molto da questo test ! Credo che possiamo essere competitivi quest’anno ma con più budget, con più sostanza e vedremo nei test in Qatar se sarà davvero così."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Iscriviti alle nostre pagine social

facebook twitter google plus youtube

banner motogp CALENDARIO CAMPIONATO 2017

26 marzo - GP del Qatar - Losail

09 aprile - GP di Argentina - Río Hondo

23 aprile - GP d'America - Austin

07 maggio - GP di Spagna - Jerez

21 maggio - GP di Francia - Le Mans

04 giugno - GP d'Italia - Mugello

11 giugno - GP della Catalogna - Barcellona

25 giugno - GP d'Olanda - Assen

16 luglio - GP di Germania - Sachsenring

06 agosto - GP della Repubblica Ceca - Brno

13 agosto - GP d'Austria - Spielberg

27 agosto - GP d'Inghilterra - Silverstone

 10 settembre - GP di San Marino - Misano

24 settembre - GP di Spagna - Aragón

15 ottobre - GP del Giappone - Motegi

22 ottobre - GP d'Australia - Phillip Island

29 ottobre - GP della Malesia - Sepang

12 novembre - GP de la Comunitat Valenciana - Valencia